La strategia per il portiere e i ruoli scoperti a 10 giorni dal ritiro. Lo scetticismo dei tifosi… e l’attesa per l’Uefa

83



Dieci giorni al ritiro, Fiorentina ancora da completare in tre ruoli chiave. Umore grigio della piazza, tempi allungati per la sentenza Uefa.

Tante piste battute, profili valutati e trattative in corso e intavolate, ma restano ancora scoperti tre ruoli chiave del ‘campetto’ titolare della Fiorentina. Portiere, regista ed esterno offensivo: non tre dettagli, per un’ossatura di base sì già delineata ma bisognosa di innesti importanti per puntare davvero all’Europa. Pioli avrebbe voluto una squadra quasi pronta per il ritiro di Moena, a 10 giorni di distanza è arrivato solo Hancko, alternativa per la difesa nel centro-sinistra.

Calma apparente o reale? L’impressione è che nel giro di pochi giorni possa arrivare l’ufficializzazione di qualche giocatore, anche lo scorso anno successe qualcosa di simile a metà agosto. Stavolta molte cose sono diverse, e giocare d’anticipo dovrebbe essere un obbligo per avere un po’ di vantaggio. Anche se il Mondiale, ed il fatto che la Fiorentina non rappresenti la prima scelta (economica e per appeal) in diversi casi, rallenta diverse operazioni. Normali tempi del mercato, anche se a breve bisogna chiudere qualche trattativa.

Sul portiere ci sono due strategie di fondo: la prima porta al profilo in stile Meret (’97), la seconda al nome di Gabriel. Meret è un giovane dal sicuro avvenire, su cui puntare e a cui dare fiducia: Corvino era pronto ad un investimento complessivo da 18-20 milioni, poi i prezzi sono lievitati per la concorrenza di Napoli e Roma, e l’obiettivo è ormai sfumato. Similare, però, è il profilo di Lafont: definito da alcuni il ‘Donnarumma di Francia’, classe ’99 e titolare da due anni e mezzo in Ligue 1 con il Tolosa. Piace alla Fiorentina ma ovviamente anche ad altre squadre di medio-alto profilo, chiaro che sarebbe una scommessa ma sul valore del ragazzo le referenze sono ottime. Freitas ha un canale preferenziale in Francia, senz’altro ha i contatti giusti per provare a chiudere.

Poi c’è Gabriel. Era una promessa al Cruzeiro, classe ’92 arrivò al Milan da ventenne. Un anno buono a Carpi, poi le esperienze da secondo (o terzo) portiere tra rossoneri e Napoli, prima del rilancio ad Empoli da gennaio. Ancora di proprietà del Milan, andrà a scadenza il prossimo anno: può essere un’opzione low cost, ma senz’altro sarebbe una ‘bella’ scommessa tra i pali. ‘Non si poteva tenere Sportiello, a questo punto?’, mormorano diversi tifosi. Una piazza scettica all’inizio dell’estate che dovrebbe essere del rilancio. Della costruzione di una Fiorentina da Europa, dopo l’annata di transizione. L’umore è chiaro a Firenze, tra i tifosi e sui social. Servono segnali precisi anche in questo senso, oltre le parole della proprietà e la volontà manifestata di tenere i big, su tutti Chiesa.

Pjaca è un giocatore che potrebbe accendere quel pizzico di entusiasmo che manca, anche se molti mettono nel mirino il doppio infortunio a perone e legamento crociato nel giro di pochi mesi. La qualità però non si discute, è un giocatore che cerca fiducia per rilanciarsi e ha uno stipendio importante ma non impossibile per le casse viola (1,5 netti all’anno con la Juve). Corvino potrebbe stringere per il suo vecchio ‘pallino’, ma è probabile che il giocatore e la Juve vogliano aspettare la fine di un Mondiale in cui la Croazia si sta prendendo un ruolo da protagonista.

A centrocampo, invece, è sempre più vicino Mario Pasalic. Non per il ruolo di regista per il dopo Badelj, ma come alternativa a Benassi, Veretout e Dabo da mezz’ala. Classe ’95, di proprietà del Chelsea, cerca la piazza ideale per sbocciare, per passare da giovane promessa croata a calciatore importante. Reduce dall’annata in prestito allo Spartak Mosca (5 gol in 32 partite, ha giocato anche nel girone di Champions), può tornare in Italia dopo l’esperienza al Milan (5 gol in 27 partite due anni fa con Montella).

Sarebbe un’idea non male per allargare la rosa di Pioli. A dieci giorni dal ritiro di Moena, sono 15 i giocatori che avrebbe a disposizione il tecnico, più i vari giovani (da Venuti a Gori, passando per Sottil e Castrovilli). Tra i presenti, anche i vari Maxi Olivera, Dragowski (ad oggi unico portiere, perché Cerofolini sarà in Under 19), Cristoforo, Eysseric e Thereau, ovvero giocatori tutt’altro che sicuri di restare a Firenze. Situazione non ideale, insomma.

In tutto questo c’è ancora da aspettare la sentenza Uefa sul Milan. Udienza a Nyon una settimana fa, la sentenza della commissione europea doveva arrivare prima entro il weekend, poi entro lunedì, mentre il tutto sta slittando di qualche ora. Questo aumenta l’incertezza per il futuro rossonero… e per quello della Fiorentina, chiaramente. Anche se pare scontato che il Milan farà ricorso al Tas (in caso, come sembra, di pena severa da parte della Uefa), con tempi che si allungheranno fino ad inizio-metà luglio.
Chiaro che i programmi viola in caso di Europa League immediata cambierebbero, in chiave mercato ma anche di preparazione, con il primo dei tre turni preliminari fissato per il 26 luglio. Altro motivo d’incertezza (pesante) in un inizio d’estate a rilento.

83
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Biobba2017
Tifoso
Biobba2017

Io cambierei le parole. I tifosi viola non sono scettici, sono profondamente delusi e incazzati per queste continue promesse a vuoto.Almeno stiano zitti. o dicano chiaramente che non solo non hanno soldi ma che non vogliono investire. Ci metteremmo tutti l’animo in pace!

Dragonpollo
Tifoso
dragonpollo

Non ricordo che la proprietà abbia mai sbandierato ai 4 venti di aver intenzione di buttare in società decine di milioni di euro….
Si è parlato, al contrario, di autofinanziamento, vale a dire reinvestire i proventi delle cessioni.
Chi abbiamo venduto? Quanto abbiamo incassato?
Ma che **zzo dici?
Speriamo tutti in una Fiorentina più forte. Ma che i Della Valle non avessero intenzione di investire “di tasca” era chiaro fin da subito!
La Fiorentina è questa, le possibilità economiche sono queste, ma di che ragioniamo?

RobertParish
Tifoso
Robert Parish

E’ dalla seconda giornata di campionato che tutta la stampa ci ha detto che con 3/4 acquisti l squadra sarebbe completa e competitiva.
Adesso che 2 sono andati via (Badelj e Sportiello), leggo che ne mancano 3.
Potete dirmi il calcolo matematico che avete effettuato per favore ?

roberto
Ospite
roberto

Ma questa decisione Europa League non arriva mai
ma non vi fa pensare ?
Se c’eravamo noi al loro posto pensate che sarebbe stato uguale ?

Biobba2017
Tifoso
Biobba2017

Senza dubbio no. Avrebbero fatto un casino infrnale. Altra dimostrazione che ai Della Valle della Viola non gliene frega niente. Avete letto quanti voti ha preso GNIGNI in seno al consiglio federale??? Questo dimostra quanto conta la Fiorentina.

Silvano I vaia
Ospite
Silvano I vaia

Ogni anno è sempre più imbarazzante, ques’anno hanno trovato la scusa dell’ipotetica UEFA per giustificare il nulla sul mercato e poi giustificarsi dopo dicendo “non c’è più tempo per questo mercato ma a gennaio non ci faremo trovare impreparati”

Lucaroma
Member
Lucaroma

lui e’ il gatto ed io la volpe..siamo in società ..di noi..ti puoi..fidar…

violasnaiper
Ospite
violasnaiper

CHE FOTO INQUIETANTE

Biobba2017
Tifoso
Biobba2017

Mi sembra di vedere la famiglia Adams

Tifoso Viola
Ospite
Tifoso Viola

………lo scetticismo degli scettici e l’ottimismo dei tifosi viola! SfV

Daenerys.Targaryen
Tifoso
Daenerys Targaryen

Forse volevi dire l’ottimismo dei tifosi del bilancio. Il tifo è un’altra cosa, quella che tu ed altri non avete neanche la più pallida idea…..

luca
Ospite
luca

Ma l’anno scorso non ha insegnato nulla?Anche quest’anno ci troviamo a fare il ritiro senza avere una squadra completa e non mi sembra cosa da poco..continuiamo a cambiare portiere ogni anno,il centrocampo perde Badelj e continua a non avere riserve di qualità,la difesa che,come al solito,manca di terzini validi e come se non bastasse,se si andasse in Europa league,non saremmo assolutamente preparati…e sento di giocatori che vanno al wolverhampton,watford e altre squadrette simili,tutto meno che a Firenze,mah!?continuiamo a sperare….

Branci
Ospite
Branci

almeno quest’anno hai quelli dello scorso anno con cui lavorare, un minimo c’è , lo scorso anno pioli non aveva proprio nessuno

Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu
Ospite
Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu

Che cu.. fortuna

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Mentre voi litigate io come sempre cerco di documentarmi perchè se le cifre non dicono tutto però sono importanti. E’ da qualche giorno iniziata una campagna di stampa a favore di Gabriel, ultimo ma solo per ora Zaccardo, cui mi dispiace dirlo ha partecipato anche Giovanni Galli sia pure con la formula “se torna quello di prima”. Svanito Meret, in realtà mai realmente puntato, ora si è materializzato il Meret francese il cui costo sarebbe fuori della portata della Fiorentina ma che potrebbe anche arrivare. Ebbene il 19enne Lafont, al quale tuttavia debbo riconoscere una grande possibilità di crescita, gioca… Leggi altro »

Sfiammaillusi
Ospite
Sfiammaillusi

meno male che ci sei te che va su transfermarkt e che sei informato di quello che ti dicono dal barbiere. Vaia venvia fai festa, poero illuso. Eccone un altro….

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Quindi la tua cultura calcistica la fai dal barbiere? Ora capisco perchè non hai capito una sega di quello che ho scritto.

Caravanserai
Ospite
Caravanserai

Le tue fonti dicono che Meret non lo hanno mai puntato? Strano, le mie invece dicono che risulta tutto il contrario, le fonti, sono sempre discordanti. Forse si è deciso di puntare Meret quando era troppo tardi e si sono infilate altre squadre di mezzo. Ehhh, queste fonti, queste fonti.. Cmq con l’oracolo Transfermarkt si diventa espertoni, salvo valutare Chiesa 30mln quando vale 70….

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Io credo di essere normodotato dal punto di vista cerebrale e quindi ipotizzo che se si cerca Meret per 20 milioni e poi si ripiega su Gabriel i conti non tornano. Non si tratta di fonti che non ho ma del mio cervello e non sono il solo a pensarla così. E ad ognuno il suo mestiere mio caro, Chiesa varrà 70 milioni solo quando ci sarà quacuno che li sborsa, prima di allora non vale neanche 30, vale 0 e transfermart lo VALUTA 30.

Francesco Londra
Ospite
Francesco Londra

Da un DG che prende 8 bidoni su 10 acquisti supportato da un aproprieta’ che preferisce dare 20 milioni all’erario piuttosto che spenderli in ingaggi per Badelj o che ne so io chi (Wilshere?) cosa vi aspettate? Vi rendete conto che siamo l’unica societa’ di calcio che paga 20 milioni di tasse? Ma non hanno un esperto di tassazione? Bastava per esempio tenere uno o due giocatori e venderli quest’anno e si portava la plusvalenza ad oggi cosi’ non si accumulavan tutte nello stesso anno e non si aveva la salassata di tasse. I soldi sarebbero rimasti in societa’ come… Leggi altro »

Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu
Ospite
Gianluca puɐןɐǝz ʍǝu

Il pagare con la Fiorentina è strategia di gruppo…

Articolo precedenteZaccardo: “Saponara? Migliori in personalità. Gabriel può fare titolare in Serie A”
Articolo successivoNardella: “Nuovo stadio, c’è il via libera. Adesso sta alla Fiorentina”
CONDIVIDI