La tegola Thereau: ritorno dopo la sosta e Pioli cerca soluzioni

Di Matteo Dovellini - La Repubblica Firenze

6



Come riporta La Repubblica, diceva Galileo Galilei: «Dietro ogni problema si nasconde un’opportunità». Traduzione: nella difficoltà si può trovare uno spunto per crescere.

Vale nella vita, e pure nel calcio. Prendete il Napoli. Non si fosse fatto male Milik a nessuno (nemmeno a Sarri) sarebbe venuto in mente di far giocare Mertens da centravanti. «Siamo arrivati a quella soluzione perché eravamo disperati», ha ammesso l’altra sera il tecnico azzurro. La speranza è che ora possa accadere qualcosa di simile anche qui. Che l’infortunio di Thereau possa spalancare le porte a chi, fino ad oggi, è rimasto nell’ombra. Questo non significa, ovviamente, sottovalutare il problema. Anzi. Lo stop del francese è una brutta tegola. L’unica cattiva notizia in un momento nel quale tutto sembra girare a meraviglia. «Problema ai muscoli flessori della coscia destra», recitava il report della società viola al termine del match col Torino. Un guaio (si parla di stiramento) che molto probabilmente lo mette fuori causa non solo per la prossima sfida col Crotone, ma anche per il successivo big match con la Roma.

L’ex Udinese potrebbe tornare a disposizione dopo la sosta quando i viola (19 novembre) andranno a far visita alla Spal del vecchio amico Semplici. Questo, almeno, è quanto filtrato ieri dal centro sportivo. Non ci voleva. Del resto, basta dare un occhio ai numeri per rendersi conto dell’importanza di Thereau. È lui infatti (con 6 gol) il capocannoniere viola. Anche considerando soltanto i quattro (gli altri due li aveva realizzati con l’Udinese) segnati dal momento del suo arrivo. Meglio di Simeone (arrivato a tre), e meglio di Chiesa e Benassi, a quota due. Non solo. Il francese ha caratteristiche uniche nella rosa della Fiorentina e il fatto che non sia mai uscito dall’undici titolare, in questo senso, parla abbastanza chiaro. È colui che permette alla squadra, ad esempio, di saltare il centrocampo con i lanci lunghi quando la pressione avversaria si fa insostenibile.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Walter
Ospite
Walter

Thereau è un giocatore importante per noi, la sua mancanza si farà sentire.
Le alternative sono due, una più difensiva e una più offensiva.
La prima è di mettere Gaspar a destra con Chiesa a sinistra (posizione più offensiva e congeniale alle sue caratteristiche) con la staffetta Simeone/Babacar al centro.
L’altra è un tridente offensivo composta da Simeone, Babacar e Chiesa.
Forza Viola!!!!!!!!!!!!

Annibale
Tifoso
Annibale

Gaspar ? E che ci fai se devi difendere il risultato ?

Walter
Ospite
Walter

Gaspar non è un difensore è un’ala, ma sempre meno offensiva di un attaccante puro.
Ha un tasso tecnico elevato e messo sulla fascia destra con un difensore alle spalle, può essere molto più che utile.
In questo momento Gaspar non gode di una stampa favorevole, ma se impariamo a ragionare con la nostra testa, non ci vuole molto a capire che è un giocatore che merita tutto il nostro rispetto..

Picchio08
Member
Picchio08

Potrebbe non essere un problema, nel senso che finora davanti hanno giocato quasi sempre gli stessi, adesso potremmo scoprire il valore reale anche di altri (vedi Eysseric e Gil Dias, se sta bene) in una partita abbordabile (Crotone) e in una complessa (Roma)…d’altra parte fino all’anno scorso non avremmo rimpianto uno, pur bravo, come Thereau, anzi, manco lo avremmo voluto….quindi avanti così e fiducia piena a squadra e mister

Martello viola:
Ospite
Martello viola:

Questo sarà un grosso problema e speriamo che non sia motivo di punti persi proprio ora mi riferisco alla partita contro la Roma a Firenze.

olegna
Ospite
olegna

da un lato non cominciamo subito a piangerci addosso più del dovuto, dall’altro però diciamo anche che proprio baciati dalla dea bendata non lo siamo mai stati tanto.

Articolo precedenteChiesa a sinistra, Simeone e Babacar sulla corda, feeling con Corvino: con sei mosse Pioli ha scosso la Fiorentina
Articolo successivoEysseric, col Torino ha lanciato segnali incoraggianti
CONDIVIDI