Lampi di Bernardeschi: la Fiorentina ritrova la luce

di Luca Calamai - La Gazzetta dello Sport

8



La Fiorentina non si arrende. Continua a inseguire un posto in Europa. Batte con un secco 3 a 0 l’Udinese e trova motivi di speranza: stessi punti del Milan, a due lunghezze da Atalanta e Inter. Anche se con una partita in più. Resta però la sensazione che Sousa sia ancora alla ricerca della formula tattica per l’assalto alle zone alte. Federico Bernardeschi è «l’eroe» della serata. Al suo attivo il rigore che chiude la sfida. Ma nella prova del talento di Carrara c’è molto altro. A esempio, la traversa con una carezza di sinistro dalla quale nasce il gol di Borja Valero. Una partita senza pause. Da vero leader. L’unica nota negativa è un discutibile cartellino giallo (scontro con Samir) che gli farà saltare la sfida con il Milan a San Siro. Un brutto colpo per la Fiorentina che, ricordiamolo, giovedi prossimo sarà impegnato in Europa League contro il Mönchengladbach. Da segnalare anche il debutto del nuovo acquisto Saponara. Un elemento che potrebbe dare una spinta importante nel finale di stagione.

CAMBI E’ una Fiorentina strana quella che Sousa propone in partenza. C’è Babacar al posto di Kalinic (entrerà solo nel finale); il modesto Milic a fare tutta la fascia sinistra e c’è Vecino trequartista con Borja Valero davanti alla difesa. Tante novità. Troppe. La squadra viola fatica a sviluppare trame offensive. Non entusiasma neppure l’Udinese che riparte un paio di volte ma senza costruire azioni da gol. Dopo una quindicina di minuti il tecnico portoghese riporta davanti Borja Valero. E il gol del vantaggio premia la nuova-vecchia posizione dello spagnolo. Minuto 41’: Bernardeschi si gira e lascia partire un sinistro che centra la traversa, la palla arriva a Borja Valero che controlla e batte Karnezis. Per lo spagnolo è il primo centro stagionale.

AFFONDO L’Udinese prova a cambiare nella ripresa. Al 3’ una pennellata di De Paul trova Zapata: colpo di testa e grande risposta di Tatarusanu. Delneri inserisce energie nuove. Prima Badu poi Perica. La Fiorentina però è sempre pericolosa. Il 2 a 0 arriva al 17’: Borja Valero serve Babacar che da fuori area va a segno grazie anche a una deviazione di Samir. Per il senegalese è il nono centro stagionale (5 in campionato e 4 in Coppa). La media minuti-gol è più che positiva ma una volta di più Babacar dimostra di non riuscire a trovare il feeling con gli schemi di Sousa. Mentre è ancora una volta positiva la prova del talentino Chiesa che però non sarà disponibile per l’impegno europeo a causa della squalifica per un turno. Il 3 a 0 al 35’ del secondo tempo grazie al rigore che Bernardeschi si conquista (la sua punizione è respinta di braccio da Fofana) e trasforma. Per lui è il decimo centro in campionato. Niente male per uno che un anno fa veniva accusato di non avere tante reti nelle gambe.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Tifoso
Ospite
Member
A poco più di metà stagione Bernardeschi è già a 12 reti (di cui 10 in campionato), più svariati assist. E questo non da punta centrale e a soli 23 anni. Potrebbe finire la stagione intorno alle 20 reti, da 23enne non attaccante puro. Sono numeri da fenomeno, che deve rimanere a Firenze perché è figlio della Fiorentina, è toscana, ha una tecnica in linea con i 10 del nostro passato, in una città che per tradizione da questo genere di calciatori si sente rispecchiata. Che Bernardeschi sia la base di una squadra ambiziosa, di calciatori che sentono la maglia e che vogliono vincere QUI L. Chiaro, non saremo mai il Real ma se tieni la squadra in zone champions e con la possibilità di vincere potenzialmente nelle coppe (poi riuscirci o meno è un altro conto, e dipende proprio da chi va in campo) diventa anche molto più semplice… Leggi altro »
Tifoso
Ospite
Member

“Metà gol su rigore”. Apparte che è falso, apparte che vanno segnati (vedi ciofeche tipo Ilicic) e comunque perché invece Totti, Baggio eccetera non hanno mai battuto rigori, ahahah!

Ghero
Ospite
Member

Baggio e totti*

Ghero
Ospite
Member

A me vien da ridere a paragonare bernardeschi a baggio e del piero invece

Agenore
Ospite
Member

Oddio, metà di quei gol sono rigori… piano a chiamarlo Fenomeno, i suoi numeri non si avvicinano lontanamente a quelli di Totti, Baggio, Del Piero alla sua età e concordo con Ghero che è molto sopravvalutato solo perchè italiano…. Berna è un giocatore di discrete capacità e con buon margine di miglioramento…. Ma i campioni e i fenomeni sono altri. Fosse come dite sarebbe già in qualche top club europeo a mettere in mostra le sue abilità e invece sembra che facciano fatica pure a venderlo

Ghero
Ospite
Member

Sie metà gol su rigore, è un buon giocatore ma non un campione, sopravvalutato solo perche è italiano, neymar all età sua era tutt altra cosa…bernardeschi puo ambire a diventare un el sharawy come bravura, niente di piu

conte_mascetti
Ospite
Member

s’hanno a sudare con l’udinese!!!!!!! e della partita col genoa che si stava ugualmente sul 2 a 0!!!!! che mi dite??? troppo facile……………… io li valuto dopo la partita a milano col milan. e se si vincera’ potro scrivere che ” la fiorentina ritrova la luce”.

Marione
Ospite
Member

Assolutamente d’accordo. Prima battere Milan, Torino e Atalanta poi festeggiare

wpDiscuz
Articolo precedenteSousa, l’orgoglio del gruppo e il futuro: “Più si vince più si apre il mercato”
Articolo successivoPAGELLE A CONFRONTO: Bernardeschi su tutti, Chiesa divide
CONDIVIDI