Lasciarsi alle spalle Cagliari, imparando dagli errori. La sosta aiuta a recuperare energie, anche se in 14 sono in giro per il mondo

20



I segnali che portavano alla batosta di domenica si erano già manifestati nelle partite precedenti: a Montella il compito di trovare il bandolo della matass

La sconfitta col Cagliari brucia e brucerà ancora, ma occorre lasciarsela pian piano alle spalle, cercando di imparare dai tanti errori commessi. Errori da parte di tutti, nessuno escluso. In campo ci vanno i giocatori della Fiorentina e nessuno può dirsi esente da colpe, così come sono innegabili le responsabilità di Montella. L’approccio alla partita è stato totalmente sbagliato, si è detto in tutte le salse. Ciò che rende più grave la disfatta alla Sardegna Arena è che non è stato un fulmine a ciel sereno.

C’erano state avvisaglie in tutte le recenti uscite della Fiorentina, che dopo la sosta ha sempre mostrato carenze nell’approccio alla partita, quello che nelle prime uscite era il fiore all’occhiello dei viola. Certo, contro Sassuolo e Parma, per citare le precedenti due uscite, la squadra aveva avuto una reazione. Ma qui c’è da considerare anche il valore dell’avversario, il Cagliari, squadra rivelazione e più in forma della Serie A che vola sulle ali dell’entusiasmo. Se chiudi il primo tempo sotto 3-0 è davvero difficile trovare la forza per reagire nella seconda frazione, come accaduto con Sassuolo e Parma. Ecco che il disastro è servito.

Gli strascichi di una sconfitta umiliante come quella subita a Cagliari si protrarranno almeno fino a domenica 24 novembre, data del rientro dalla sosta contro l’Hellas Verona. La sosta delle nazionali aiuterà i viola a recuperare energie fisiche e mentali, ma non consentirà agli uomini di Montella di avere un’opportunità di riscatto in tempi brevi. Comunque sia, si dice che le pause penalizzino le squadre in forma e aiutino le squadre in difficoltà, perciò si può affermare che la sosta arrivi al momento giusto per la Fiorentina.

Certo, in tanti hanno lasciato Firenze per raggiungere le rispettive nazionali. Ben 14, per essere precisi. Badelj, Brancolini, Caceres, Castrovilli, Chiesa, Duncan, Dabo, Milenkovic, Pedro, Pezzella, Pulgar, Ranieri, Sottil e Terzic non saranno a disposizione di Montella all’incirca per i prossimi 10 giorni. Tredici appartengono alla prima squadra, uno (Duncan) alla Primavera. Sono in tanti, ma il tecnico gigliato dovrà lavorare sulla mentalità di chi è rimasto. E anche per coloro che sono partiti, gli stimoli dell parentesi nazionale potranno aiutare a ricaricare le energie mentali oggi carenti in tutto il gruppo.

20
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
onsag
Ospite
onsag

La prestazione di Cagliari è inaccettabile e vanno trovate le cause, piuttosto
che le giustificazioni. Se fosse stato veramente solo un problema di mentalità
e motivazioni allora è suonato un forte campanello di allarme per la società:
la soluzione può essere solo quella di rimuovere sia l’allenatore che i giocatori
che dimostrano di non avere motivazioni sufficienti a vestire questa maglia.

aldo
Ospite
aldo

Ben otto di quelli scesi in campo a Cagliari sono andati in Nazionale. Per me erano già partiti prima delle ore 15. Io non l’ho visti. Erano dei fantasmi.

Potini
Tifoso
Potini

Imparare dagli errori significa liberarsi quanto prima di Pradè e Montella. Commisso, pensaci tu.

gianluca 71
Ospite
gianluca 71

Tutti o quasi vogliono l’esonero di montella. Bene si puo’ anche fare ma non credo si risolva piu’ di tanto. Se i soldi li spendi per Lirola dove vuoi andare? La prima cosa da fare e’ prendere un ds in gamba.Io ancora non mi spiego come abbia fatto Commisso a prendere prade’

Falcone Sport
Ospite
Falcone Sport

L’errore marchiano l’ha commesse PRADE’. Commisso gli ha dato i soli da spendere, lui non l’ha fatto…
bravo! Vedi la differenza col cagliari, loro hanno speso, noi no… e che ci fai con i soldi nel salvadanaio?

marco mugello
Ospite
marco mugello

Ma sarà vero? improbabile e troppo semplicistico… più facile che per qualche sconosciuta ragione strategica, magari di confusione di intemti, abbiano riflettuto sulla convenienza ad investire ora con ancora un nebbione che porta via….

Potini
Tifoso
Potini

Marco, a volte la verità è più semplice di ogni strana teoria, visto che lo hanno dichiarato gli stessi protagonisti.

Cancello
Ospite
Cancello

Prima il nemico erano i DV,ora è Montella ma con una squadra fatta male come questa hai voglia a cambiare il mister!Abbiamo un centrocampo che va in sofferenza con tutte le squadre e che è inferiore anche a quello del Verona.Che dovrebbe fare Montella?Mettere un play che non ha!?La squadra è inferiore a quella dell’anno passato prima dell’esonero di Pioli e Pradé non ne ha azzeccate una,a parte Ribety e Caceres sui quali non puoi costruire di certo il futuro.Che poi Lirola sia costato più di quanto abbiamo incassato da Simeone è da esonero….ma di Pradé!

Marcus
Ospite
Marcus

12 nazionali (+ 2 nazionali primavera) per perdere con il Cagliari, Genoa, pareggiare con il Parma e il Brescia. Dentro la Fiorentina si fanno delle domande

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

forse in questo nuovo gruppo di partite si andrà meglio. Ritorna il vero allenatore in campo. Spero solo che tra lui e Montella non si siano incrinati i rapporti. La squadra è Frank che la fa girare, non, di sicuro, Montella.

viamontella
Ospite
viamontella

Su tutti i siti viola i tifosi hanno espresso il loro voto su Montella votando per l esonero….E parliamo di circa diecimila tifosi facendo le somme sui vari sondaggi… o siamo diecimila incompetenti o molto piu probabile sia incompetente Commisso, anche perche a parte il discorso tecnico qui parliamo di una gara in cui Montella e i giocatori hanno disonorato la maglia…. Negli ultimi dieci anni ricordo solo due casi simili … Il 6-1 di Buso a Milano e il 5- 0 con la Juve… ma il fondo stavolta si e’ toccato perche parliamo del Cagliari, squadra con fatturato meta’… Leggi altro »

Potini
Tifoso
Potini

A Commisso puoi imputare inesperienza, la braccite acuta l’avevano i tuoi amici DV

MagoAnselmo
Tifoso
Giak

Io lo ripeto… era il momento giusto per L ESONERO , il nuovo allenatore avrebbe avuto 15 giorni per conoscere i giocatori ( chi rimaneva). Poi se vogliamo iniziare a competere a certi livelli non dobbiamo piangere o lamentarsi se durante i meeting delle nazionali 10 o 15 elementi spariscono. Normale. Vedi le strisciate.
Comunque il progetto necessità L ESONERO e poi inizieremo a vedere progressi. Ovvio niente Gattuso o novelli neo incapaci allenatori.
SFV

el pirata
Ospite
el pirata

ste soste pe le nazionali scassano! ma il problema lo hanno (quasi) tutte le squadre.
credo che senza la verna perfetta di qualche singolo piú di un pareggio un se fa a verona.

Gangia81
Ospite
Gangia81

Io onestamente ho perso ogni fiducia in Montella. Speravo riproponesse un bel calcio e invece si gioca palla lunga e pedalare, sicuramente anche per le caratteristiche tecniche dei giocatori in rosa. Resta il fatto che gli ho visto fare scelte di formazione quasi inspiegabili e cambi in corsa assurdi come se a muovere le sue decisioni fosse solo la paura di perdere. La sconfitta col Cagliari fa male da tifoso ma può essere uno spartiacque. Credo sarà importante vedere come reagiremo col Verona dopo una batosta simile: se ci limiteremo a perdere/pareggiare o vincere con un solo gol di scarto… Leggi altro »

Japa
Tifoso
jack innocent

recuperare energie…..ventenni che giocano a pallone UNA volta alla settimana e devono recuperare energie…
mi piacerebbe invece spiare fuffella in questa pausa della nazionale, secondo me e’ a casa ad abbuffarsi

Gangia81
Ospite
Gangia81

Bravissimo. Non si può sentire che dei giovani calciatori siano spompati a Novembre e senza le coppe. Qualcuno qui ha sbagliato qualcosa.
Indovinate chi?

marco mugello
Ospite
marco mugello

In effetti nelle guerre i soldati combattono ogni giorno, e la notte recuperano, e poco…. mio padre, un ragazzo del 99, diceva che in trincea tutto si svolgeva nella stanchezza più totale, nell’angoscia, dormivano a pezzi e bocconi, operavano di pura energia nervosa, e per mesi e mesi….. i sergenti dicevano che dovevano dare prestazioni fisiche che avrebbero trovato impossibili prima di compierle, c’era in gioco la pelle… non dico così tanto, però un bel po di spirito di sacrificio si è perso…… orecchini coi diamanti, donne favolose, auto favolose….. satrapi mediorentali dell’ottocento, ecco, adagiati su montagne di cuscini di… Leggi altro »

Enzurillo
Ospite
Enzurillo

Contro l´Hellas Verona c’è la dobbiamo mettere tutta. Energie mentali benissimo, ma non basteranno. Ci vorranno anche energie fisiche, tecniche e tattiche. Il Verona è uń´ottima squadra con un ottimo allenatore. Ha battuto il Brescia in casa e il Parma fuori. Ormai mi è chiaro che la Fiorentina per vincere qualsiasi partita dovrá giocare sempre ai massimi livelli. A Cagliari ha fatto pena e rabbia con giocatori assenti, senza aggessivitá alcuna e senza anticipare mai gli avversari. Naingolan è stato mostruoso è vero, ma chi lo marcava? Con un centrocampo statico non andremo da nessuna parte. Badely è in condizioni… Leggi altro »

Momo
Tifoso
momo

La verita’ secondo me e’innanzi tutto che abbiamo i tre attaccanti titolari che l’anno
scorso insieme hanno segnato 19 goal in tre in campionato.Come un solo buon centravanti. Poi il resto.

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani, la prima pagina di Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport in edicola
CONDIVIDI