Legale Chievo: “Deferimento non firmato dal procuratore, era al mare. Fatti calcoli errati”

8



Dopo la richiesta della procura, il legale del Chievo risponde: “Il deferimento non è firmato dal procuratore, ci hanno detto perché era al mare”

Dopo il processo in Figc, per le plusvalenze fittizie, parla l’avv. del Chievo, Marco De Luca: “Abbiamo posto le nostre ragioni anticipate con una memoria molto documentata – le sue parole – fatto presente che le contestazioni della Procura federale sono totalmente infondate. Per i calcoli e i valori dei giocatori, la Procura fa riferimento a certi siti internet e valori sbagliati per le transazioni negli ultimi anni. Non vedo perché le abbia potute prendere a riferimento. Valori per ragazzi sotto i 15-16 anni sono soggettivi”. Facendo riferimento alla Covisoc, il legale dei clivensi ha osservato che la Commissione “entra sempre nel merito e anche quest’anno ha ammesso al campionato il Chievo, ritenendo regolare la posizione a bilancio e gestionale”. Entrando nel dettaglio, il Chievo ha chiesto l’improcedibilità del processo per un difetto di forma: “Qui c’è un dato di fondo – ha osservato De Luca – che il deferimento non è firmato dal procuratore, ci hanno detto perché il procuratore era al mare…”.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ivan
Ospite
Ivan

Ma è palese che è una presa x i c… Se condannano il Chievo.. Devono andare a guardare tutte le grandi soceta e Condannare.. Calcio malato e schifoso.. Guardatelo voi

avv. piero mascalaito
Ospite
avv. piero mascalaito

Scusate, ma da chi c…è formata la procura generale della FIGC? Prima si dimenticano di ascoltare il presidente del Chievo e il deferimento viene rigettato per vizio di forma, adesso non è firmato dal procuratore…negli amatori UISP sono molto meglio organizzati e non guadagnano niente…questi della FIGC magari riscuotono anche parcelle belle capienti….porannoi….

Boh!
Ospite
Boh!

Certo che in Italia la giustizia è amministrata bene di nulla. Ma come si fa….

Renato
Ospite
Renato

Questo con la Giustizia vera non c’entra nulla. Si parla di procura ma è quella del calcio, no della Repubblica.

angelo
Ospite
angelo

forse nel periodo che campedelli era malato…

Stocalmodastoccolma
Ospite
Stocalmodastoccolma

Tutti al mare tutti al mare a mostrar le chiappe chiare

Pippo 72
Ospite
Pippo 72

il problema è che questo sistema marcio le chiappe a noi ce le fa rosse !!

Julinho
Tifoso
Manlio

Il calcio italiano ha toccato il fondo e adesso sta scavando.

Articolo precedenteNapoli, Ospina: “La Fiorentina ha storia e buoni giocatori. Ma dobbiamo fare punti”
Articolo successivoMontervino: “Viola sarà sorpresa del campionato. Tridente d’attacco tra i più forti d’Italia”
CONDIVIDI