L’ex viola Piccini e il sogno realizzato dell’esordio in viola

Qs-La Nazione

12



Come riporta il Qs-La Nazione, l’ex viola Cristiano Piccini, ora allo Sporting Lisbona, ha rilasciato una intervista ai microfoni di Calcio 2000, nel quale l’ex laterale gigliato ha parlato del suo esordio in A: «Mi ricordo perfettamente ogni istante. Era il 5 dicembre del 2010. Avevo 18 anni ed è stata l’emozione più grande della mia carriera, forse superiore anche alla musichetta della Champions League. Poi è arrivata in maniera inattesa. In quell’estate Corvino mi chiese se volevo giocare terzino invece che esterno alto e io risposi che, pur di giocare, sarei andato anche in porta. Così riuscii, in poche settimane, ad allenarmi spesso con la prima squadra. Fino a quel 5 dicembre. Non pensavo di andare in panchina, pensavo più alla tribuna. Invece Mihajlovic mi scelse tra i 19 e andai in panchina. Mentre mi stavo scaldando insieme agli altri panchinari, ricordo che chiamarono il nome ‘Cristiano’. Stavo per esplodere ma intendevano Cristiano Zanetti… Poi, però, è arrivato il mio momento. Sono impazzito. Io tifoso della Fiorentina, come mio padre e mio nonno. Incredibile. In quei minuti in campo ho indossato la maglia numero 40 che ho ancora incorniciata in casa». La carriera di Piccini è passata dalla Carrarese, dal Livorno, dal Betis Siviglia in Spagna per finire allo Sporting di Lisbona, in Portogallo: ha una clausola rescissoria di 45 milioni di euro.

12
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
roberto
Ospite
roberto

Piccini come Mancini, entrambi toscani cresciuti nella Fiorentina e bravi
acquistiamo gente sconosciuta nonostante da qualche anno anche un ragazzino sa che ci mancano difensori

senzabandiera
Ospite
senzabandiera

nessun problema, diego ha tanti di quei soldi che potrebbe riappropriarsene in qualsiasi momento…

maraschino
Ospite
maraschino

C’è chi aveva Pogba in mano, l’ha venduto e dopo l’ha anche ricomprato per 105 milioni. le scelte, soprattutto con i giovani, si sbagliano spesso.

Lo Scettico
Ospite
Lo Scettico

E qui si dimostra la competenza di Corvino…fino a pochi mesi fa avevano il diritto di recompra…ma evidentemente era meglio Bruno Gaspar e Laurini…per non dire di altri eh…

Nessuno
Member
Nessuno

‘un c’era provvigione per l’amico

Gigliocaldo
Tifoso
gigliocaldo

s’è speso un monte di milioni per prendere difensori stranieri che fanno panchina mentre ci s’aveva uno del vivaio che non vedeva l’ora di tornare con prestazioni da urlo col betis compreso gol al real… che bischeri!

Violami
Ospite
Violami

Lasciamo perdere., queste storie fanno male.

Asti_Viola
Tifoso
Asti_Viola

Inutile commentare. Avevamo questo nel vivaio e ci siamo sciroppati anni di Tomovic vari…

Francesco
Ospite
Francesco

Come ci avrebbe fatto comodo!!!!

Francoslo
Tifoso
Francoslo

Bravi Pradè e Corvino. L’avete combinata bella!

Fabio
Ospite
Fabio

La scelta ultima definitiva è stata dell’incapace, Pradè si era riservato il diritto di riprenderselo sborsando una cifra modesta.

orentano viola
Ospite
orentano viola

perfetto!!!

Articolo precedenteIl blog di Ludwigzaller: Il ritorno degli dei
Articolo successivoItalia, tutti puntano su Ancelotti per il dopo Ventura. Allegri e Mancini le alternative
CONDIVIDI