Luca Toni e il record di gol con la maglia del Verona: “Numeri importanti a 36 anni…”

    0



    Luca ToniAltra doppietta oggi per Luca Toni, che torna al gol dopo 5 partite senza reti. Fanno 15 in totale in stagione per il bomber i Pavullo, tornato ad altissimi livelli. Ecco quanto scrive Gazzetta.it sul pomeriggio di Toni con la maglia dell’Hellas, con il 3-0 sul Genoa firmato Donadel, Toni, Toni:

    Aveva segnato l’ultimo gol del Verona, il 23 febbraio scorso nel 3-2 contro il Livorno. Adesso, dopo una secca di 5 partite senza reti e con un solo pareggio, Luca Toni dilaga ancora con la doppietta della sicurezza, che ha sigillato la gara del Bentegodi contro il Genoa. Da Toni a Toni: basta questo per capire l’importanza del totem gialloblù. L’altra conferma arriva dallo stesso Mandorlini, che incensa il suo attaccante: “Per noi è importante come Higuain per il Napoli o come Tevez per la Juve”. Insostituibile, insomma.

    Il record — E adesso, le sue reti in campionato sono salite a 15: Toni è tornato il “Lucagol” dei bei tempi, gli basta un altro centro per eguagliare la stagione post Mondiale, quando con la Fiorentina chiuse a quota 16. Da allora, in Italia, Toni non era più riuscito a far segnare le stesse cifre. Lo può fare adesso, a 36 anni. Intanto, l’ex azzurro ha già raggiunto Gianni Bui e Nico Penzo fra i marcatori gialloblù più prolifici in una singola stagione (entrambi primi a quota 15, realizzati rispettivamente nelle stagioni ’68-’69 e ’82-’83.): “Sono contento per i gol, perché arrivare a 36 anni a Verona e fare questo record non era facile – esulta Toni -. Ora cercherò di superarne altri”.
    prandelli e l’azzurro — Al Bentegodi c’era anche il c.t. della Nazionale Cesare Prandelli, che però ha lasciato lo stadio prima del finale, perdendosi così la doppietta dell’ex campione del mondo: “Tanto in Italia si parla solo di calcio – scherza Toni -, Prandelli saprà delle mie reti in qualche modo. Sono felice per la grande gara e per aver dato una soddisfazione al mio allenatore”.
    Europa e derby — Dopo quattro sconfitte consecutive, il Verona torna così a vedere la luce. La contemporanea sconfitta del Parma riavvicina anche l’Europa League, ma Toni preferisce concentrarsi sul prossimo impegno: c’è il derby con il Chievo da vendicare. “Europa League? Meglio non parlarne più – commenta l’attaccante -. Veniamo da un periodo brutto e molti pensavano fossimo già in vacanza, oggi non abbiamo mollato nemmeno con l’uomo in meno ed è un buon modo per avvicinarci al derby”.