Lucchesi: “La posizione di ADV va recuperata. DDV vicino fa la differenza”

4



Fabrizio Lucchesi, ex dirigente sportivo di Fiorentina e Pescara, ha parlato ai microfoni di Radio Bruno. Queste le sue dichiarazioni: “ADV e il passo indietro? La sua posizione va recuperata. È vero che la Fiorentina è comunque strutturata, con un management di primissimo piano completato da Antognoni, il tassello che mancava. Però la proprietà è la proprietà. Si deve far chiarezza: la Fiorentina è questa, il suo fatturato è 3-4 volte più basso di quello di altre squadre. È difficile per noi competere a quei livelli, credo sia lì il nocciolo della questione. Difficoltà nel creare un clima di empatia? In effetti, non c’è mai stato un amore incondizionato. Io ho fatto due anni molto difficili, anche per i Della Valle, che trovavano difficoltà a interpretare un mondo che non conoscevano. Sebbene abbiano investito 200 milioni nella Fiorentina non c’è mai stato quell’amore incondizionato, né da una né dall’altra parte. Probabilmente, il fatto che non siano di Firenze non ha aiutato. Anche a livello di comunicazione ci dev’essere stato qualcosa di sbagliato”.

DDV vicino fa la differenza? Fa tanta differenza: è vero che in quel periodo lui era all’inizio e voleva cambiare il mondo. Erano i tempi di Calciopoli. Non è una persona facile, ma è facile lavorarci: ti dà tutte le possibilità per dare il meglio, arricchisce stare con una persona di questo tipo. È un punto di riferimento e di forza eccezionale. Poi le decisioni familiari hanno fatto sì che Andrea prendesse più campo e lui si sia fatto da parte. Però, tra avere Diego e non averlo è la stessa differenza che c’è tra guardare mangiare e stare a mangiare”.

Rischia di partire male la ricostruzione? Io credo che qualcosa venga meno, ma la parte strategica viene sempre decisa dalla proprietà. Non è che se non si fanno vedere sugli spalti allora non pensano più a questa azienda. Zeman? E’ un tecnico particolare. Sono arrivato alla Roma e la prima cosa che ho fatto, purtroppo, è stato sollevarlo dall’incarico e mettere Capello. Mi sono rifatto a Pescara. E’ un uomo unico, che fa un tipo di calcio in modo unico, con tutti i pro e tutti i contro che ne derivano. Ha fatto pochi risultati sportivi ma ha valorizzato molti giocatori”.

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
David, Signoria
Ospite
David, Signoria

Fa specie sentire questo che difende Della Valle quando, quando poteva “difenderlo per davvero”, essendo suo dipendente, gli fu dato il benservito portandosi dietro voci non proprio cristalline sul suo operato e sulla propria “onestàprofessionale”. Che abbia veramente qualcosa da farsi perdonare?

Il Duca
Ospite
Il Duca

ma ancora parla questo dopo il casino che ha combinato a Pisa?

Patcom
Tifoso
Member

Management di primissimo piano? In questa società? Ma fammi i’ piacere! Eccone un altro che dice un sacco di bischerate, tanto ci se n’ha pochini di fanfaroni in questa dirigenza!

alebg
Ospite
alebg

L’essere offesi non cambia le operazioni di un’azienda.E i DV chiamano la Fiorentina un’azienda..Quindi non cambiera’ nulla,se avevano intenzione o meno di costruire una squadra competitiva il programma non cambiera’.

Articolo precedenteMontella: “Tra le mie vittorie più belle c’è anche il 4-2 con la Juve”
Articolo successivoDiego Della Valle in compagnia di Christian De Sica a Capri (FOTO)
CONDIVIDI