L’Uefa esclude i rossoneri dall’Europa, ma niente multa. Via al ricorso d’urgenza al Tas

di Luca Guazzoni - Qs-La Nazione

22



Escluso dalla prossima Europa League, Atalanta direttamente ai gironi e Fiorentina ai preliminari (ha già anticipato il ritiro al 2 luglio).

Come riporta il Qs-La Nazione, il verdetto della Uefa è crudo, brutale. E sarà appellato al Tas, entro i canonici 10 giorni, dai rossoneri, con il rischio di non sapere chi davvero tra nerazzurri e viola dovrà giocare la partita del 26 luglio – andata del secondo turno preliminare, contro Banants o Sarajevo – fino a metà luglio.

È un verdetto a due facce, che lascia spiragli importanti al nuovo compratore: non è prevista la sanzione economica, limitazione al mercato e nessun tetto agli ingaggi. Ma per il Milan resta un’onta, un danno di immagine incalcolabile.

Alle due retrocessioni in B, ai libri in tribunale con Farina, alla notte di Marsiglia – anche allora il club fu bandito dall’allora Coppa Uefa -, ecco aggiungersi questa sentenza storica, toccata ad altre squadre blasonate come Stella Rossa e Galatasaray (tra quelle capaci di vincere un trofeo continentale).

L’ATTESA. Il comunicato arriva poco prima delle 17. «Il club non potrà partecipare alla prossima competizione Uefa per club a cui è qualificata nelle prossime due stagioni (una competizione sola nella stagione 2018/19 o in quella 2019/20, in caso di qualificazione)», è la formula scelta della Camera Giudicante.

La spiegazione di una sentenza così complessa dal punto di vista verbale è presto detta: per la Uefa il Milan non era ancora in Europa League visto che le liste si compilano il 30 giugno. La sostanza è: per il Milan nessuna sanzione economica, sconterà la squalifica saltando la prossima Europa League, a cui si è qualificato arrivando sesto in campionato.

SOSPIRO DI SOLLIEVO? Negli ultimi anni la Camera Giudicante ha emesso provvedimenti anche più duri, con squalifiche di un anno o più, applicabili nell’arco anche di tre o quattro stagioni, oltre a salate multe. Il Milan ha evitato la sanzione economica e i paletti di rientro per una seconda stagione da ‘banditi’ europei.

Una situazione che in un certo senso potrebbe favorire la squadra di Gattuso: vero, avrà circa 20/25 milioni di euro in meno da spendere sul mercato, ma avrà anche bisogno di una rosa meno lunga (ieri in sede Mirabelli ha parlato di Biraghi, qualora Rodriguez dovesse andare in Bundesliga).

In più, Gattuso avrà tutta la settimana per preparare le gare di campionato e, come ha dimostrato l’Inter la scorsa stagione, può essere un vantaggio importante rispetto alle competitor. Inoltre, al momento, nessun giocatore ha ancora chiesto la cessione per questo verdetto: la speranza di giocare la Champions League nella stagione 2018/19 sembra essere sufficiente per tenere unito il gruppo di Gattuso.

22
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Ricorbolo
Ospite
Ricorbolo

@il Drisa
Il FFP è doveroso e virtuoso.
La qualità della campagna acquisti è discorso molto diverso….

maurizio
Ospite
maurizio

PER QUANTO MI RIGUARDA NON SONO SODDISFATTO DI ARRIVARE IN QUESTO MODO IN EUROPA E’ BENE RICORDARE CHE IL MILAN E’ ARRIVATO SESTO CON 7 PUNTI IN PIU’ FELLA FIORENTINA SECONDO SEMPRE IL MILAN PUO’ CONTINUARE A SPENDERE PERTANTO LA SENTENZA E’ CURIOSA PRIMA ESCLUDE IL MILAN DALLE COPPE PER MOTIVI DI BILANCIO E POI PERMETTE DI FARE CAMPAGNA ACQUISTI? PASSANDO A CASA NOSTRA E CON L’IRONIA CHE CI DEVE DISTINGUERE QUANDO SI PARLA DELLA NOSTRA LUMINOSA SOCIETA’ SEMBRA CHE APPRESA LA NOTIZIA I FRATELLI CIABATTINI SIANO CADUTI IN UN PROFONDO SCONFORTO ………COME SI FA’ A FARE L’EUROPA PUR SE… Leggi altro »

Il Drisa
Ospite
Il Drisa

Questa sentenza è la dimostrazione che il lavoro fatto da Corvino e dalla società alla fine paga. Noi in regola e con i conti a posto, il Milan indebitato. Giusto così

Gualtiero FI
Ospite
Gualtiero FI

Sono perfettamente d’accordo. Basta con quelli che pensano solo ai grandi giocatori e dei conti chi se ne frega! Per vincere o andare in Europa occorre si una buona squadra ma anche conti a posto. Questi che conti fanno a casa loro? Comprano le belle macchine per apparire e poi “dopo tre anni puoi restituirla” (tanto non hanno quattrini per riscattarla). E’ esattamente quello che ha fatto il Milan. Quindi gli sta bene.
ALE’ VIOLA

Mr.Pool
Member
Mr.Pool

Ma che discorsi sono ? Ma guarda che siete incredibili eh! Perché non guardi altre realtà come Napoli e Lazio? O l Inter che sta facendo uno squadrone?
Siete quelli che pensano a chi sta peggio di voi ,per stare meglio con se stessi.
A me se il Milan viene bannato da tutto, non me ne frega.
Allora visto che il Milan è nella merda io devo accontentarmi?
Ripeto, qualche anno fa dicevate – a spregio- vi meritate Lotito o de Laurentis.
Ora visto che ci hanno superato avete cambiato obiettivo.

sempreviola1
Ospite
sempreviola1

probabilmente non sei al corrente delle potenzialità economiche grazie al bacino di utenza che hanno Napoli e Lazio ripassati le tabelline……

Il Pirata (incazzato)
Ospite
Il Pirata (incazzato)

L’UEFA non facendo la multa al Milan ha sbagliato alla grande , come sbagliano sempre
nelle loro decisioni giudicanti. SCHIFOSI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Emiliosud
Tifoso
emiliosud

Qualcuno mi potrebbe far capire con quale motivazione il TAS dovrebbe annullare o ribaltare una sentenza UEFA quando, in ogni caso, il mancato rispetto del fair play finanziario del Milan è cosa già avvenuta ed acclarata. Se dovesse avvenire, come credo, questo ribaltamento, si può senz’altro paragonare la giustizia sportiva europea a quella ordinaria e sportiva italiana: una ciofeca (sempre a garanzia del più forte), Sarebbe una grossa presa in giro per lo sport in generale. Altro discorso è che la Fiorentina rientrerebbe in Europa dalla finestra, non avendola conquistata sul campo, nè che i Della Valle non ne sarebbero… Leggi altro »

Sieeeeee
Ospite
Sieeeeee

Solo per vizi di forma, nient’altro. Se l’annullasse politicamente oltre all’aspetto etico che tu hai ben evidenziato ci sarebbero gravi conseguenze economiche poichè le squadre che per molto meno (galatasaray, stella rossa etc etc) sono state estromesse nel tempo dalle competizioni farebbero causa all’UEFA 36 secondi dopo (con buone probabilità di vincerla).

Gualtiero FI
Ospite
Gualtiero FI

Non si rientra in Europa dalla finestra, ma dalla porta principale, visto che qualcun altro ha preso il “doping economico”. Non dimentichiamo che oltre alla buona squadra occorre avere i conti in ordine. Questi due fattori fanno la squadra sana anche se noi tifosi consideriamo solo la squadra e i titoli. Oggi è così
ALE’ VIOLA

Buso
Ospite
Buso

Se succede, è la cosa più buffa del mondo,noi si è venduto tutti e loro hanno preso una sequela di sole di mercato pagandole i doppio del valore reale… E non solo, col banants,chiunque siano,magari ci si gioca pure.

Giovanni
Ospite
Giovanni

Sentenza ridicola con ricorso annunciato e dall’esito scritto. Riammissione del Milan con noi illusi che anticipiamo il ritiro e pensavamo ad una sentenza più dura per una parziale riduzione. Basta attendere ma il finale è già scontato e studiato bene dall’organo calcistico che si qualifica con questa sentenza tanto palleggiata .

Alex55
Ospite
Alex55

Hanno atteso non per rendere la condanna inattaccabile ma al contrario senza i 30ml di multa ribaltabile con 60% di probabilità di successo.Siamo alle solite i DV non contano un dico secco in ambito Uefa

Marzio
Ospite
Marzio

Anche questo è colpa dei DV?????? Ah, ok, cosi’ per sapere….

Andrea Certaldo
Ospite
Andrea Certaldo

ma che cacchio centrano i DV con la sentenza Uefa?
a me mi si è rotta la lavatrice, voglio vedere se è colpa dei DV….

Fagin
Ospite
Fagin

Che poi siamo tutti contenti del Milan fuori dall’Europa che era scandaloso, però l’Inter che sopravvaluta i giocatori giovani per rientrare del buco entro sabato non è tanto meglio. 15 milioni per Radu-Vialetti al Genoa.. L’Udinese dà alla Juve 20 milioni per Mandragora, l’Atalanta li svaluta per non dare la percentuale alla Fiorentina, ecc. ecc. E poi chi beccano? Il Chievo.

Gaesill
Ospite
Gaesill

L’emerito scrivano della rosea sbiadita, tal Barigelli, dopo aver scritto qualche giorno fa che l’UEFA doveva contare fino a 7 (quante sono che Champions dell’ex glorioso Milan), prima di bocciare il Milan, ora fa ancora l’avvocato della cause perse parlando di “sentenza iniqua”. Ma come si possono scrivere questa cose quando invece era una sentanza annunciata. Ma tanto, anche i camorristi e i mafiosi, pur davanti all’evidenza, si professano innocenti.

Articolo precedenteProgramma Mondiali: la Colombia cerca la qualificazione. In serata Inghilterra-Belgio
Articolo successivoIl Milan gioca la carta del nuovo proprietario per ribaltare al Tas la sentenza di Nyon
CONDIVIDI