Luis Muriel ci mancherà

135



Sarà sempre un giocatore incompleto, ma in uno dei periodi più bui della Fiorentina, il colombiano ci ha fatto vedere giocate meravigliose.

Salvo clamorosi retrofront, l’avventura di Luis Muriel alla Fiorentina può dirsi arrivata al capolinea. La nuova proprietà gigliata non ha intenzione di sborsare i circa 15 milioni necessari per riscattarlo dal Siviglia e il colombiano sembra ormai prossimo ad accasarsi all’Atalanta.

Cominciamo col dire che è fin troppo semplice rimpiangere un giocatore prima che inizi la vera campagna acquisti della Fiorentina. Ci si augura, infatti, che la nuova governance della Fiorentina a stelle e strisce porti a Firenze nomi altisonanti. Inoltre, secondo quanto filtra dagli ambienti vicini alla società gigliata, l’investimento più corposo dovrebbe riguardare il nuovo centravanti, puntando ad oscurare ciò che è venuto prima. Eppure, a prescindere da chi arriverà, Luis Muriel ci mancherà. 

Ci mancherà per il suo modo sublime di trattare la palla, prerogativa degli iniziati al gioco del calcio. Ci mancheranno le sue accelerazioni devastanti, che spesso avrebbero meritato maggior fortuna. Ci mancheranno anche le infinite disquisizioni sul suo peso fisico, per molti semplice costituzione per altri incontrollabile attrazione verso la cioccolata.

Infine, Luis Muriel ci mancherà per la sua natura incantevolmente incompleta. Il colombiano figura a pieno diritto tra coloro che non hanno avuto bisogno di sudare eccessivamente per conquistarsi il successo nel rettangolo verde. Madre natura è stata con lui benevola e lo ha dotato di un talento cristallino.

Tuttavia, come spesso accade ai prescelti, la sua carriera ci insegna che questo talento non è stato corroborato da una completa abnegazione per il lavoro quotidiano. La continuità lo ha fregato, perché se da una parte i paragoni con Ronaldo (O Fenomeno, sia chiaro) non sono azzardati, dall’altra Luis durante la sua carriera è spesso parso l’ombra di sé stesso.

Anche a Firenze, almeno nei numeri, si è notato questo doppio volto del colombiano. Un inizio devastante, con 8 gol e 2 assist nelle prime undici partite e un susseguirsi di prestazioni da 7 in pagella. Un finale in grande calo, con una sola rete nelle restanti dodici presenze (quella contro l’Atalanta nella semifinale di ritorno di Coppa Italia). Eppure, spesso i numeri non bastano ad inquadrare un giocatore. Il calo di rendimento del colombiano è apparso evidente, ma è stato in parte conseguenza di quello dell’intera Fiorentina, trovatasi improvvisamente incapace di segnare e invischiata pericolosamente nella lotta salvezza, conquistata all’ultima giornata.

In una situazione di disastro generale, tuttavia, Luis ha provato ad accendere la luce. Una giocata di fino, una combinazione con Chiesa nello stretto, un tiro superbo dalla distanza finito fuori di poco. Piccoli germogli nel deserto che ha rappresentato la Fiorentina degli ultimi mesi di stagione. Troppo poco, forse. Pradè e Montella opteranno certamente per un giocatore meno appariscente ma più continuo. Magari, ci si augura, un nome più altisonante, che farà sognare davvero il popolo viola.

Il tocco di palla sopraffino di Luis Muriel lo rivedremo a Bergamo, e qui partono gli scongiuri dei tifosi della Fiorentina. Vista l’impennata di rendimento di Ilicic da quando ha ricevuto la cura Gasperini, il rischio è di rimpiangere ancora una volta un giocatore di talento approdato all’Atalanta. Oltretutto, pur con un finale in calando, la breve avventura di Muriel a Firenze è stata tutt’altro che negativa.

Forse 15 milioni sono troppi. Forse non è un prezzo adeguato per un giocatore sempre in bilico tra la meraviglia e l’anonimato; oltretutto con l’inconveniente di un ginocchio da dover curare. Ma a Firenze, giocate del genere non si vedevano da tanto tempo…

Perciò, non resta che ringraziare il ragazzo di Santo Tomás per aver fatto sorridere gli occhi ai tifosi viola in uno dei momenti più bui della storia della Fiorentina. Buona fortuna Luis.

 

135
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
VIA I DV
Ospite
VIA I DV

absolutely.
perchè mai fare ‘scongiuri’ perchè vada male all’atalanta?
buona fortuna Luis!! così come l’augurai a Josip
i giocatori di classe vanno amati!

piero
Ospite
piero

Gli Atalantini ringraziano!

rui10
Ospite
rui10

e sopratuttto manchera’ ai ristoratori fiorentini

BVLGARO
Member
Member
BVLGARO

mancherà ai ristoranti. Senza Muriel e Corvinovic la bancarotta sarà assicurata.

punco
Ospite
punco

Aggiungo che casualmente preso Muriel la fiorentina ha inziato a prendere valangate di gol.
Questo perché il tanto bistrattato simeone, faceva cmq da centrocampista aggiunta. Muriel giocava solo negli ultimi 10 metri.

Aggiungo inoltre che Muriel era spesso avulso dal gioco dei squadra.

Francamente considero 15 milioni troppi per un giocatore che ti fa metà campionato e pensa solo a se stesso.

Francesco
Ospite
Francesco

Spero proprio di no, perché se ci ritrovassimo a rimpiangere un giocatore mediocre come lui vorrebbe dire che saremo messi proprio male.

paolorV
Ospite
paolorV

I due gol riportati nei video dell’articolo sono stati stratosferici, il contropiede poi, fantastico ed eccitante. Lampo di classe in un’annata che ce ne ha fatta vedere ben poca. E di questo sarò grato a Muriel, tenendo questi momenti tra i ricordi Viola accanto alla foca di Nappi, alla rovesciata di Bressan o a quella di Osvaldo, ai dribbling di Joaquin e ad altri gesti tecnici di valore anche effimero ma che mi hanno fatto godere. Chiaro che in assoluto il suo contributo alla storia Viola non è stato quello che fu per Baggio, Mutu o Toni oper dire i… Leggi altro »

Marco77
Ospite
Marco77

Non credo proprio

Arcibaldo
Ospite
Arcibaldo

Troppo alta la cifra del riscatto..a Bergamo sarà comunque un valore aggiunto e farà bene

Essere Umano
Ospite
Essere Umano

Spero tanto che ricacceremo quei porci a strisce nelle posizioni in cui meritano di stare….. Allenatore inccommentabile , tifoseria becera e ignorante , maglia a strisce e addirittura più ben voluta dai media rispetto a noi …. a parte qualunque squadra è più ben voluta dai media che la Viola , da sempre….. siamo scomodi per il Palazzo …. adesso spero che con Rocco , la musica cambi …. FV .

jon Frankfurt
Ospite
jon Frankfurt

Ha ottima tecnica e quando e´ in forma un fuoriclasse… ma… e´ in forma solo un mese all´ anno….
media gol a stagione 10/13 reti…. un po´ troppo poco per trascinare una squadra in zona Europa.
Saluti Viola

NERO
Ospite
NERO

Sicuramente era uno dei soli 3-4 da tenere, ma evidentemente non adatto al gioco dell’allenatore. Importa chi viene.

Articolo precedenteZeffirelli, Antognoni: “Grande artista. Anche la nuova proprietà lo ha voluto omaggiare”
Articolo successivoBatistuta e Toldo si ritrovano al Piazzale Michelangelo (FOTO e VIDEO)
CONDIVIDI