L’ultimo sforzo dell’anno: Borja, 150 presenze in viola. Mentre Baba e Pepito…

    0



    Juventus-Fiorentina, SousaPaulo Sousa chiede ai suoi di fare un ultimo sforzo in questo 2015 che è stato ricco di impegni e, perché no, anche di soddisfazioni (e pure di qualche delusione…). Domani, contro il Chievo Verona dei tanti ex, è assolutamente vietato sbagliare, i viola hanno l’obbligo di vincere e chiudere la prima parte del campionato a 35 punti. Tantissimi se si considera che, al giro di boa mancano ancora due partite, da giocare alla ripresa del campionato nel 2016…

    Dicevamo, il tecnico portoghese chiede di fare l’ultimo sforzo ai suoi uomini, in primis a Borja Valero. Lo spagnolo è il terzo giocatore più utilizzato in questa prima fase della stagione viola. Infatti il suo score parla di 19 presenze (su 23 partite totali disputate dalla Fiorentina tra campionato e coppe) e ben 1650 minuti giocati. Più di lui hanno fatto solo Astori (20 presenze e 1708 minuti giocati) e il suo amico Gonzalo Rodriguez (20 presenze e 1677 minuti giocati). In pratica, i tre elementi sopra citati sono i super titolarissimi di Sousa, quelli dei quali non può (quasi) fare a meno. E domani, contro il Chievo, saranno di nuovo in campo tutti e tre. Sarà, però, una partita particolare per il ‘todocampista’, in quanto festeggerà la sua presenza numero 150 in maglia viola (ad oggi è a 149 presenze e 13 gol, così suddivisi: 113 gare e 11 reti in campionato, 25 gare e 1 gol in Europa League, 11 gare e 1 gol in Coppa Italia). E con 150 presenze con la maglia della Fiorentina, supererà nella classifica dei più presenti dell’epoca Della Valle un altro giocatore molto amato, Tomas Ujfalusi, fermo a 149 presenze.

    Se Borja Valero è certo di giocare e di raggiungere il traguardo delle 150 partita in viola, chi è in dubbio di scendere  in campo è Babacar. L’attaccante senegalese, dovesse prender parte alla partita anche solo per pochi minuti, raggiungerebbe il traguardo delle 70 presenze in maglia viola (ad oggi è a 69 presenze e 19 reti così suddivise: 51 gare e 12 reti in campionato, 10 gare e 4 gol in Europa League e 8 partite e 3 gol in Coppa Italia).

    Un altro che nutre speranze di giocare almeno uno scampolo di gara è Pepito Rossi. Il ‘Fenomeno’ potrebbe raggiungere col Chievo la sua presenza numero 40 in maglia viola (ad oggi è fermo a 39 gare e 19 gol segnati, così suddivisi: 31 partite e 16 gol in serie A, 6 partite e 3 gol in Europa League e 2 presenze in Coppa Italia). Pensare che avrebbe potuto fare molto, ma molto di più se non si fosse fatto male. Eh, quei maledetti infortuni che lo hanno condizionato…