Lunedì l’assemblea della Lega A, si arriverà all’elezione del presidente?




lega beretta

Forse qualcosa si muove. Un primo effetto la lettera di sollecitazione spedita dalla Figc l’ha ottenuto: la Lega di A riaprirà l’assemblea lunedì, a due giorni dalla scadenza indicata dal Coni per procedere al rinnovo delle cariche elettive. Il che non significa che lunedì avremo la nuova governance della Serie A, anzi.

L’intenzione resta sempre lavorare prima alla riforma dello statuto, poi procedere alle elezioni, ignari dei richiami di Malagò e Tavecchio. I club di A, infatti, si fanno forti di un precedente del 2009, quando gli furono concessi tre mesi dopo le elezioni federali. Ma stavolta, se faranno scadere i termini, gli sarà concesso solo un mese prima di avviare il commissariamento.

La Figc non dovrebbe fare sconti, allineandosi alle posizioni di Malagò. Un mese in cui a Tavecchio sarà chiesto di convocare il Consiglio federale, pur orfano dei consiglieri di A, per provare a eleggere i due vicepresidenti Sibilia e Ulivieri. Sarebbe un passo verso uno smarcamento da Lotito, che ieri è stato visto aggirarsi furioso in Figc per la lettera di richiamo sui tempi inviata dal presidente federale. Il resto, dovranno farlo i colleghi della Serie A, non rinnovandogli l’incarico di consigliere federale. Ammesso che si decidano a votare. Lunedì hanno un’altra occasione.