Malagò: “Dispiaciuto per il Milan? Sì, ma se ha sbagliato pagherà”

di Matteo Magrini - Il Corriere Fiorentino

67



Il tono è quello di un uomo che non è abituato a tirarsi indietro. Nel bene e nel male, Giovanni Malagò preferisce esporsi.

Nella guida del Coni, nell’affrontare i problemi del calcio italiano (è stato commissario straordinario della Lega fino a poche settimane fa) o, come in questo caso, nel rispondere a chi lo accusa di esser venuto meno al suo ruolo istituzionale. Tutta colpa di alcune frasi sul Milan. «Speriamo — ha detto — che il Tas porti notizie positive per il club rossonero». Parole che hanno dato parecchio fastidio ai tifosi della Fiorentina. «E cosa dovevo dire? — attacca — dovevo forse godere perché un club italiano si trova in difficoltà?».

Forse, presidente, poteva evitare di prendere posizione. Non sarebbe stato più giusto? In fondo al posto del Milan in Europa ci va una squadra, la Fiorentina, con i conti a posto…
«Come no, così sarei stato attaccato dai tifosi rossoneri».

Così però si è dimenticato di quelli della Fiorentina…
«La verità è che in questo mondo come ti muovi sbagli. Non si fa in tempo a dire mezza frase che sui social network parte il linciaggio. Stiamo raggiungendo livelli folli».

Non era meglio aspettare il giudizio definitivo, e quindi il Tas?
«Io preferisco sempre assumermi le mie responsabilità, anche se mi rendo conto che oggi in molti preferiscono tacere, nascondersi. Un atteggiamento che paga, forse, ma che non rispecchia il mio modo di intendere il ruolo che ricopro».

Proprio il suo ruolo, secondo i tifosi della Fiorentina, avrebbe dovuto consigliarle maggiore cautela. Cosa risponde?
«Che se fossi un tifoso viola darei voto 10 e lode a un presidente del Coni che ha mantenuto un profilo e un comportamento laico per tutta la durata di questa vicenda».

Si spieghi.
«Non ho mai proferito parola, non ho mai parlato con nessuno ne cercato in alcun modo di intralciare il lavoro di chi era chiamato a giudicare né mi sono mosso per tutelare una parte piuttosto che l’altra. Ho assistito in silenzio, fino a che non è arrivata la sentenza».

Le sue dichiarazioni però sembrano quelle di chi preferisce che il Milan non venga escluso dall’Europa League. È un’interpretazione sbagliata?
«Scusatemi ma cosa dovevo dire? Bene, che bello il Milan punito? Da guida dello sport italiano non posso che esprimere dispiacere se un nostro club viene sanzionato. Adesso aspettiamo la sentenza del Tas e, se ribalterà il giudizio dell’Uefa, non nasconderò la mia soddisfazione perché una punizione del genere rappresenterebbe una macchia non solo sui rossoneri, ma su tutto il calcio e lo sport italiano».

E se invece il giudizio di Nyon venisse confermato?
«Vorrà dire che qualcuno ha violato le regole e io, ovviamente, sarò il primo a rispettare la sentenza. Se il Milan ha commesso delle infrazioni a livello finanziario, è giusto che paghi e che, quindi, sia la Fiorentina a partecipare all’Europa League. Questo è l’aspetto più importante».

A proposito. I suoi rapporti con la Fiorentina come sono?
«Splendidi, idilliaci. Con tutti. Da Mario (Cognigni, lo chiama per nome, ndr ), alla proprietà, fino alla squadra con la quale ho ottime relazioni. Voglio che un concetto sia chiaro».

Quale?
«Ripeto quanto già detto. Se il Milan ha sbagliato, che paghi, e che la Fiorentina, avendo rispettato tutti i paletti, prenda il suo posto».

Però, fino a sentenza contraria, il Milan ha violato le regole, la Fiorentina no. Non pensa di aver mancato di rispetto al club viola?
«Assolutamente no. Sbaglio, o lo stesso vice presidente Salica, qualche settimana fa, disse parole identiche alle mie?».

Sì, ma non c’era ancora stato il pronunciamento della Uefa…
«Ecco, direi che non serve aggiungere altro».

67
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Unus
Ospite
Unus

Intanto ,cinese ,americano ,calabrese o pierputtaniere ,qualcuno si frughi e cacci il ventino .

vecchio criticone
Ospite
vecchio criticone

Il commento di Malagò svela, se ci fosse bisogno di svelarlo, che per lo sport italiano ci sono figli e figliastri. Tutto lo dimostra.
Che poi noi in EL ci si vada solo a fare una giratina è un altro discorso.

Vinicio
Ospite
Vinicio

Quindi vediamo se ho capito:
Malagò dice tutto quello che gli passa per la testa perché poi si prende le responsabilità delle sue opinioni?
Domanda ma come si fa in Italia ad avere sempre nei posti di comando dei cervelli di questo livello?
MA con che criterio vengono scelti i leader soprattutto negli organi sportivi e non in questo cavolo di paese?
Malagò dovrebbe in quanto capo del movimento sportivo italiano tenere conto soprattutto delle regole oppure fare il tifo per chi queste regole le calpesta abitualmente?
Mah!?

dante
Ospite
dante

roberta da retta vai a scrivere sul sito del milan prima che lo sequestrano per pagare un po’ di debiti della tua squadra PS-ricorda piuttosto come il berlusca riuscì a prelevare il milan a farina……

francodalonzo
Ospite
francodalonzo

L’ho scritto anche ieri bastava dire chi ha sbagliato paghi, se proprio doveva parlare. Ora è inutile arrampicarsi sugli specchi. Sempre Viola.

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

Pescante , purtroppo, sei pietoso come tutta la lega italiana …..Speriamo di non fare l’errore dei vari Piccini , Mancini , Zaniolo etc etc … venuto non è certo inferiore a gaspar , Laurini , oliveira .. quindi a logica meriterebbe almeno una chance … Io faccio il tifo per lui …:..‭AACOMPRO vecchie maglie Fiorentina e vecchie sciarpe , contattami ad [email protected]

Il milanese
Ospite
Il milanese

Pescante? Vuoi dire che mi sono svegliato dieci anni indietro! E vai che si rivede la partita con il Bayern! Speriamo che non ci sia lo stesso arbitro……

Enrico
Ospite
Enrico

Qualcosa di giusto l ha detta, sui social esce il peggio del peggio delle persone.

Momo
Tifoso
momo

Roberta la serie B ci accomuna, infatti vi siete finiti anche voi.
Poi dai, ringrazia i vertici Uefa, che hanno avuto due occhi di riguardo per il Milan, Infatti dovevate avere 2 anni di esclusione dalle coppe, una forte multa e l’ impossibilita’ di fare acquisti.

Grandeviola
Tifoso
Grandreviola

Come se ha sbagliato pagherà…. ma questo è fuori di melone e fa il presidente del CONI! Ogni volta che parla la fa fuori dal vaso, se stesse zitto almeno una volta sarebbe meglio per tutti.

Momo
Tifoso
momo

Un altro volta gabbana. Dopo le dichiarazioni che i vertici sostengono il Milan. I vertici dovrebbero’ sostenere la correttezza e non i club potenti.

Articolo precedentePasalic e la Fiorentina, l’idea è il prestito con riscatto già fissato
Articolo successivoMilan e il mercato che potrà fare: servono 50 milioni di attivo per tre stagioni
CONDIVIDI