Malagò: “Euro2028 solo per rifare stadi. Se si agisce in autonomia non se ne viene a capo”

6



Non solo a Firenze. Il nodo nuovo stadio è di grande attualità a Milano, Napoli, Roma ed altrove

Per rinnovare gli stadi italiani e avere finalmente impianti moderni in tutto il Paese “la madre di tutte le battaglie è Euro 2028”. Lo ha spiegato il numero uno del Coni, Giovanni Malagò, parlando a margine dell’evento ‘Il Foglio a San Siro’. “L’Italia si deve candidare, tutti insieme, da nord all’estremo sud. E’ l’unico modo per avere l’obbligatorietà di tempi certi per fare una generazione di nuovi impianti, altrimenti la competizione non te la assegnano”. Per il presidente del Coni “questo è l’unico modo” perché se si agisce in autonomia “a Bari come a Verona, a San Siro come a Marassi o a Roma, non se ne viene a capo”.

6
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Arbitro Corrotto
Ospite
Arbitro Corrotto

Per rifare i troiai di Italia ’90? Allora nella foto vi manca Montezemolo.

Semmy
Ospite
Semmy

Spero che ha Firenze il nuovo stadio sia pronto molto prima del 2028

EdoPT
Ospite
EdoPT

Lo spero hanche io!

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Almeno riescono a mangiare di più con tangenti varie, le vogliono apposta le grandi manifestazioni, stanno già preparando le posate per mangiare meglio.

Roberto Como
Ospite
Roberto Como

Ma sì poveretti, nel calcio non girano abbastanza soldi, bisogna succhiarne di più allo stato o a chiunque possa intervenire…..
Sai non tirano la fine del mese se no….

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

qui a Firenze di sicuro.
se s’aspetta i ciabatta brothers, altro che 2028…

Articolo precedentePedullà: “Veretout, solo interesse Napoli. Per ora no trattative. Sarà asta: ci sono altre big”
Articolo successivoBetlemme: messa prima pietra del campo in memoria di Astori finanziato da Cagliari e Fiorentina
CONDIVIDI