Manovre a centrocampo: solo due certezze, tanti flop e i ‘correttivi’ dal mercato

22



Se il gioco spesso non è stato fluido, il problema è stato in mezzo al campo. La mediana viola ha segnato tanto, sì, ma in diversi hanno deluso.

C’era un problema (grosso) in attacco, e la Fiorentina ha operato tempestivamente andando a prendere Luis Muriel. Basterà per curare il mal di gol dei viola? Chissà, intanto però Pioli può contare su un giocatore potenzialmente importante, forse il meglio che si potesse prendere a gennaio specie se non si può andare oltre il prestito con diritto di riscatto. Dovrebbero partire Thereau, Eysseric, forse Pjaca. E così anche il nome di Gabbiadini potrebbe tornare buono a fine mercato. Ma intanto, i discorsi del mercato viola si spostano in mezzo al campo.

MANOVRE. Già, perché ripercorrendo la prima metà della stagione, è chiaro come in mezzo al campo siano passati tanti dei problemi della squadra di Pioli. Un gioco poco fluido, una manovra spesso lenta, la mancanza di un vero vice-Badelj. In estate si è puntato su Norgaard e soprattutto sull’arretramento di Veretout: il francese ha fatto il suo e anche di più, ma Pioli ha inevitabilmente perso la spinta di Jordan a metà campo. Sono mancati gli ‘strappi’, la corsa, la grinta di Veretout tra centrocampo e attacco, nel recupero palla nella trequarti avversaria: il francese ha garantito sì tanto equilibrio (anche grazie a lui la Fiorentina ha la 4° miglior difesa d’Italia), ma non ha potuto dare il suo apporto alla fase offensiva. E il danese, dopo mesi di naftalina, è stato ‘rispolverato’ solo a dicembre.

CERTEZZE E DELUSIONI. Veretout resta, con Benassi, di fatto l’unica certezza del centrocampo di Pioli. A livello di gol, il reparto ha fatto bene: 6 gol Benassi, 3 Veretout, 1 Gerson e Dabo. Un bel bottino. Ma a livello di gioco e prestazioni, la media complessiva è stata spesso insufficiente. In particolare è stato Gerson quello che ha maggiormente deluso: doveva fare la differenza in qualità a centrocampo, ma tante (troppe) volte è rimasto incartato in errori e giocate superficiali. Ha 21 anni sì, e quindi prospettive, ma l’attualità dice di un giocatore che anche nell’atteggiamento non ha dato quello che si sperava. Altro semi-flop è stato Edimilson Fernandes: ha giocato tanto (17 partite, di cui 12 da titolare), ma le gare sopra la sufficienza si contano sulle dita di una mano. C’erano meno aspettative sul suo conto, ma comunque non ha dato granché, nonostante l’ampio utilizzo.

PRESTITI E NON. Entrambi, sia Gerson che Edimilson, sono in prestito. Il brasiliano è in prestito secco dalla Roma, tanto che qualcuno ha avanzato l’ipotesi di un ritorno anticipato nella Capitale. Per lo svizzero invece ci sarebbe un diritto di riscatto intorno agli 8 milioni: difficile però, ad oggi, pensare ad una sua conferma a queste cifre. Sono invece di proprietà viola Norgaard e Dabo. E se il danese si è aperto un minimo spazio nel finire del 2018, il franco-burkinabe è un uomo-spogliatoio che però dà poche garanzie in campo a Pioli. Mai titolare, Dabo, con appena 93′ spalmati in 7 presenze, con un (bel) gol contro l’Empoli. Muscoli e sostanza, ma anche piedi e tempi di gioco non eccelsi lo rendono una riserva e poco più. Ha richieste in Francia, per Pioli non è un imprescindibile.

MERCATO. Sei giocatori per tre posti in mezzo, ma sole due certezze chiamate Veretout e Benassi. Il terzo titolare, più le alternative, non sono fin qui stati all’altezza. Per questo, la Fiorentina si guarda intorno sul mercato. Non con troppa fretta, perché a livello numerico Pioli è coperto. E anche perché servirebbe qualcuno qualitativamente in grado di alzare il livello, ed è probabile che qualche giocatore importante che non ha spazio si possa muovere solo a fine mercato. Il sogno resta Diawara, regista che sì farebbe fare un bel salto in avanti ai viola. Liberando, tra l’altro, Veretout come interno. Oppure Rog, mezz’ala importante rispetto al presente viola. Per entrambi però non si andrebbe oltre il prestito, questione che non è gradita al Napoli. E che in ogni caso darebbe poca prospettiva futura alla mediana viola.

Per il centrocampo piace anche Radoja (ma per giugno), è stato proposto Andreas Pereira, si monitora Viviani in uscita dalla Spal. Circolano anche i ‘soliti’ nomi di Zurkowski e Soucek, stranieri monitorati da tempo da Corvino ma che avrebbero bisogno di tempo per ambientarsi. Nel frattempo, Pioli lavora a Malta e studia alternative (anche tattiche) per modificare il centrocampo. Magari con il doppio mediano visto in un paio di occasioni, oppure con la promozione di Norgaard (non un fenomeno ma comunque mediano concreto e ‘pulito’) per avanzare Veretout. Saranno date, senz’altro, altre opportunità a Gerson ed Edimilson. Ma occhio al mercato…

22
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
figther
Ospite
figther

Ma Pioli cosa capisce?

AntoNiche
Ospite
AntoNiche

campa cavallo che l’erba cresce

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

VIA I DV!!!

simo
Ospite
simo

Tonali più un centravanti con le …..quadrate e la squadra è fatta

Bargan
Ospite
Bargan

Tonali lo danno a noi perche Corvino ha un fine senso dello humor. Tonali lo vedi a Firenze da avversario.

enzo - Rimini
Ospite
enzo - Rimini

Ecco le due giuste opportunità sui due centrocampisti fantasma. Gerson ritorno immediato alla Roma. Il superlento Edmilson costantemente in panca e a giugno strada di casa;,ma il mercato è strano,incomprensibile e molte volte obbligato da strani giri e situazioni ai tifosi precluse di conoscere.

Batistuta
Member
Batistuta

Baselli sarebbe la soluzione giusta.

Labaro Viola
Ospite
Labaro Viola

Dabo è appunto uomo spogliatoio e ci sente per la maglia, se c’è da dare non si tira indietro, io lo terrei, fosse per me giocherebbe anche di più. Noorgard ha piedi buoni e si vede che sa il fatto suo. A Gerson direi ciao non ci volevi venire e ora un ti si vole più noi. Magari arrivassero Rog e Diawara, poi Gabbiadini e Bogdan. Piaga non so che dire avevamo tutti aspettative pazzesche, forse se arrivano Rog e Bogdan si ripiglia. Un lo so via. Comunque vada in champions ci si va lo stesso. Dopo la juve prima… Leggi altro »

MAU 46
Ospite
MAU 46

Capisco che si debbano provare per diverse partite i prestiti o pseudo tali,ma se non vanno meglio rendere alle loro case madri loro che vendere Dabo o Norgaard. Che, oltre a meritarsi il beneficio di essere provati come i prestiti,sono di proprietà e ,quindi, ricchezza societaria.
Sembra invece che in Fiorentina l’erba del vicino sia sempre più verde basta vedere quanto ci si dedichi ,anche a livello giovanile ,agli stranieri e pochissimo agli italiani che invece vengono spesso regalati e sottovalutati. È una tendenza che ci porterà poco lontano e a vincere niente.

Giulio
Ospite
Giulio

caro amico viola, non si comprano gli stranieri per motivi tecnici. i motivi sono altri.

Marco
Ospite
Marco

Sconcertante pensare che Dabo e Norgaard siano di proprietà e non giochino mai. Da una parte, se si vuole costruire una squadra per il futuro, è bene scegliere il perno su cui ruoterà tutta la squadra. Inutile buttare via soldi per false promesse o accontentare chi vuole per forza nomi nuovi. Un progetto vero prevede mattoni solidi su cui basare la squadra. Dall’altra parte, faccio una piccola riflessione. Si vuole sempre spendere poco. quindi un giocatore sconosciuto, o giovane dalle potenzialità alte. Ma questo significa inevitabilmente che se esplode poi venga venduto dopo 1-2 anni. E allora dove si va… Leggi altro »

Giorgio
Ospite
Giorgio

ne ‘ Dabo ne ‘ Norgaard sono mattoni solidi.Vuoi costruire una squadra con le fondamenta di argilla?Sono nostri,ma sono scarsi questa e’ la realta’.Quelli buoni venduti o regalati,vista la lungimiranza dl ns Ds,altro mattone di segatura.

max
Ospite
max

Dabo deve allenarsi a migliorare il piede lo ha fatto Batistuta. Cmq mi sembra non male perche darlo via visto che.a muscoli ? Mi fido di Pioli.

AntoNiche
Ospite
AntoNiche

si, ma quando dici che ti fidi di pioli?

Massimiliano, Piacenza
Ospite
Massimiliano, Piacenza

Aspetterei a bocciare Edimilson. Èancora molto giovane avendo solo 21 anni, inoltre ha delle basi importanti. Un anno di ambientamento in un campionato come il nostro lo metterei in conto.

Mattia
Ospite
Mattia

La butto lì: prendere Tielemans dal Monaco in prestito con diritto di riscatto a 15mln?

Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro_Toscana

Diawara non è un regista!
Bistecchina pagata?

Marione
Ospite
Marione

Stiamo monitorando tutto e tutti, come sempre. Sarebbe utile monitorare i parametri vitali della proprietà per capire se è ancora vitale o se vegeta.

Mauri
Ospite
Mauri

Vegeta…vegeta….e con un carciofo di DS.

Sempreviola93
Tifoso
Sempreviola93

Edmilson il pogba svizzero.

Iacpolo70
Tifoso
Iacopo g.

e noorgard il donadel scandinavo!!

hisemberg
Ospite
hisemberg

a me mi sembra che sìa uno de meglio…

Articolo precedenteAg. Castagne: “Sì, piace ai viola. Potrebbe partire a gennaio. L’Atalanta chiede…”
Articolo successivoViola, mattinata di test atletici. Pioli, Salica e Antognoni incontrano il Ministro maltese
CONDIVIDI