Marin sia di esempio per tutti. Oggi la Coppa Italia, serve entusiasmo. Cuadrado…

0



Si dice che dagli errori si impari e si migliori. Speriamo, speriamo che sia così anche per la Fiorentina. Per questa Fiorentina. Anche se i fatti sembrano voler dire il contrario (leggi Neto e rinnovi dei contratti), la speranza è davvero quella che dal caso Marin possano uscire tutti più forti. Il tedesco non è stato un mistero, ma la semplice realizzazione di un meccanismo che nel calcio non può esistere. Un calciatore comprato solo perché occasione, senza consultare l’allenatore, senza chiedere un parere od un consiglio. A questo aggiungiamo un carattere, come quello di Montella, che giustamente non accetta decisioni e comportamenti del genere, ed il prodotto finale recita quello 0 minuti giocati in A che ha dell’inquietante. Diamanti sembra aver finalmente invertito la tendenza, un calciatore, dopo tantissimo tempo, finalmente arrivato in sinergia fra tutte le parti societarie. Vediamo se i risultati sul campo saranno diversi e se finalmente la Fiorentina avrà imparato dai suoi errori.
Capitolo calcio giocato. Stasera la Fiorentina torna in campo, la Coppa Italia è una manifestazione a cui la società tiene molto e l’Atalanta è squadra decisamente abbordabile. Serve una vittoria per regalarsi i quarti contro la Roma (apparsa in notevole caro nelle ultime giornate fino alla vittoria con scippo di ieri sera contro l’Empoli) in un momento che sembra sorridere più ai viola che ai giallorossi, opachi e stanchi recentemente. Una vittoria, magari seguita da altri successi di prestigio, darebbe alla squadra quello slancio di entusiasmo che può caricarla nella corsa all’Europa.
Chiudiamo tornando al mercato: su Cuadrado l’interesse del Chelsea è forte, fortissimo. La Fiorentina aspetta un’offerta ufficiale, e non vuole ripetere “l’errore” estivo quando i viola rinunciarono alla lauta offerta blaugrana. Questa volta il colombiano può partire davvero, soprattutto se Mourinho mettesse sul piatto i soldi della clausola. Sarebbe liquidità da reinvestire ed un sospiro di sollievo per le casse societarie. Una cessione, quella di Cuadrado, che forse risolverebbe più di qualche problema. Fa strano a dirlo, ma è così.