Marotta, dopo il divorzio dalla Juve potrebbe restare in Italia: contatti con l’Inter

6



Il dirigente rescinderà presto con i bianconeri, ha ricevuto una proposta dalla Nazionale ma potrebbe finire all’Inter.

L’amarezza per come si è conclusa la storia con la Juventus è tale che Beppe Marotta, per la prima volta in quasi otto anni e mezzo, ha scelto di non essere allo stadio per seguire la partita con lo Young Boys. Tra le tante offerte per il futuro, ce n’è una più importante, una che nei pensieri del dirigente varesino sta diventando preponderante: è quella dell’Inter. Così scrive Tuttosport.

Steven Zhang lunedì ha chiesto a Marotta un incontro immediato, approfittando della sua presenza a Milano per l’assemblea di Lega. Al termine della conversazione è rimasto entusiasta e ha confidato ai collaboratori la sua certezza: è la figura che alla società nerazzurra manca, il tassello che completerebbe un organigramma all’altezza delle grandi d’Europa. I contatti sono proseguiti via sms, perché Zhang sa che il pressing su Marotta arriva da molte parti: gli è stato prospettato di diventare direttore del Club Italia, gli è stata proposta una consulenza esterna legata alla riforma dei campionati e, più in generale, alla politica sportiva.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
The globe theatre
Ospite
The globe theatre

Uscirà a fine ottobre un servizio di report sugli affari tra la ndrangheta e la società bianconera. Questo il motivo delle precipitose dimissioni di Marotta.

si ruzza
Ospite
si ruzza

Occhio a Marotta !

Argentinos
Tifoso
argentinos

ci’ha l’occhino pio l’occhino pio

Vinicio
Ospite
Vinicio

Così da una società di ladri passa a una società di rubagalline per farli evolvere…

Renato
Ospite
Renato

Ha sempre guardato intorno.

Johnny
Ospite
Johnny

magari gli da un occhiata…….

Articolo precedenteMilenkovic, ma quale ‘adattato’: forza, ordine… e gol. E’ un vero pilastro per Pioli
Articolo successivoI numeri di Veretout: 50 passaggi a gara, ottima interdizione. Ora la Lazio. E quella tripletta…
CONDIVIDI