Match Point viola…questa sera la Fiorentina può qualificarsi al turno successivo

    0



    Gomez UdineseVincere per dimenticare i tre ceffoni rimediati a Genova e mettere al sicuro il primato del gironcino e guardare con rinnovata fiducia nei propri mezzi la partitissima di domenica contro il Napoli. Nel mezzo, però, un avversario comunque scomodo perchè, pur non raccattando quanto meritato, il Paok non arriverà al Franchi’ pensando solo alla super sfida nel proprio campionato contro il Panathinaikos. E sappiamo quanto in Grecia la rivalità tra Atene e Salonicco, appunto, sia sentita. I tifosi del Paok, infatti, preferirebbere perdere a Firenze e vincere domenica. Dettagli. Già, perché nessuno scende in campo per perdere e Montella, che deve risolvere qualche problema, giustamente non si fida. Non può fidarsi di una squadra che nel suo torneo è in testa alla classifica con cinque punti di vantaggio proprio sul Pana’. Ecco spiegato perché la tifoseria ellenica spinge per il campionato.
    Un successo a Firenze consentirebbe di riaprire il discorso qualificazione che invece la squadra di Montella vuole chiudere. Decisivo, oggi più che mai, determinante sarà l’atteggiamento che i viola avranno sin dai primi minuti. Proprio per non ripetere l’approccio morbido, soprattutto sotto il profilo mentale, messo in campo contro la Sampdoria. Non sarà facile, come detto, anche per la capacità della squadra di Angelos Anastasiadis di chiudersi con sufficiente ordine, portandosi tutti dietro la linea della palla, e ripartire in verticale, situazione di gioco che la squadra di Montella pare soffrire particolarmente.
    I bianconeri lo sanno fare molto bene e diversi gol sono arrivati proprio in contropiede. La Fiorentina ha lavorato in questi giorni proprio su questo aspetto, anche per non farsi nuovamente trovare impreparata come nell’occasione dello slalom vincente del blucerchiato Eder. I viola devono dimostrare di aver capito la lezione, eliminando quegli errori troppo grossolani per essere veri. Sarà probabilmente la serata giusta per vedere Gomez e tutti sanno quanto sia mancato un giocatore così alla Fiorentina che aveva costruito in estate tutta la sua ossatura attorno ad un’asse che in realtà anche quest’anno non c’è mai stata. Rossi da tempo è ai box e Supermario morde il freno, come ha rivelato Montella, per rientrare e dimostrare tutto il suo valore. Vero, ma il tedesco deve essere aiutato da tutta la squadra che non può pensare che il panzer possa risolvere da solo la sterilità offensiva se si esclude la vena di Babacar della Fiorentina. Ecco perché vincere avrebbe un sapore particolare. Magari con un gol di Marione.