Mati Fernandez, futuro tra Messico, Portogallo e Turchia?

6



Moena. Mati Fernandez

Dopo le cessioni di Schetino e Rebic, l’unico giocatore in esubero che il ds Pantaleo Corvino non è riuscito a piazzare, è stato quello di Mati Fernandez. Nonostante nelle ultime ore fosse stato accostato a Bologna ed Hellas, il centrocampista cileno è rimasto a Firenze. Non è ancora sicura però  la sua permanenza, visto che in diversi campionati esteri la fase di calciomercato non è chiusa. In Portogallo per esempio, si chiuderà il 22 Settembre, mentre in Messico dove giocano molti suoi connazionali, terminerà il 5 Settembre. In Turchia invece, ci sarà tempo per acquistare nuovi giocatori fino a Venerdì 8 settembre.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
VIA I DV
Ospite
VIA I DV

e un lo piazzano vai… chissà chi glieli dà 1.3 milioni netti al pesticcia…

Emiro Viola
Ospite
Emiro Viola

Vienvia mati vai a gioca ni messiho vai… là che vanno a 2 all ora anche te tu potresti andare ai massimo come dicea i grande vasco!

Viceversa
Ospite
Viceversa

Tecnicamente è il centrocampista più forte che abbiamo. Poi mi rendo conto che 2,6 milioni lordi è roba da ricchi, come Torino e Sampdoria.

Renato
Ospite
Renato

Infatti a Firenze non siamo ricchi, guarda che muri scalcinati che ci sono! Pensa che quella della foto è la Clinica Medica dell’Universita’ di Firenze!

Stefano
Ospite
Stefano

Certo. Migliore di Saponara, di Badelj, ecc. ? Secondo me non ti ricordi gli anni che ha giocato da noi nei quali cincischiava sempre con il pallone e non era mai determinante (ricordati il goal sbagliato all’andata a Siviglia in Europa League qualche anno fa). Andava bene per il gioco di Montella, tutto passaggi orizzontali e lenti. Anche nel Milan non mi sembra abbia avuto una grande riuscita.

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

può stare anche in tribuna. tanto in europa non si va, retrocedere non si retrocede, si vede un giocatore inutile in meno.

Articolo precedenteNazionale, prove di formazione per Ventura. In vantaggio il 3-4-1-2 per la Spagna
Articolo successivoColombia, mezzo passo falso in Venezuela. Sanchez in campo da titolare
CONDIVIDI