Mazzarri vs Pioli, caccia all’Europa. Vicini in classifica, lontani nel carattere

1



I due tecnici si sfidano con l’obiettivo europeo. Ma c’è da dare una sterzata a Torino e Fiorentina. Il bilancio tra Pioli e Mazzarri…

Così vicini in classifica (separati da un solo punto), così diversi. Walter Mazzarri e Stefano Pioli hanno pochissimi punti in comune, se non un lungo elenco di squadre allenate in carriera e l’esperienza sulla panchina dell’Inter terminata con un esonero. Oggi che le strade di Torino e Fiorentina si incrociano di nuovo, Mazzarri e Pioli si sfidano con qualche problema in comune. Perché il Torino non ingrana e perché la Fiorentina lontano dal Franchi deve ancora vincere. Così scrive il Corriere Fiorentino.

BILANCIO. Il bilancio delle sfide tra i due parla a favore di Pioli, tanto che fino a qualche anno fa rappresentava una vera e propria bestia nera per il suo collega. La gara di domani sera sarà il quattordicesimo confronto in assoluto, con 6 vittorie per il viola, 4 per il granata e 3 pareggi fino a oggi. Se in serie B Mazzarri accorcia il divario, nella massima serie l’attuale allenatore del Torino è riuscito a vincere soltanto due volte.

CARATTERI. Caratteri opposti, con il toscano spesso più energico e nervoso, negli atteggiamenti, rispetto all’emiliano. L’ultima volta andò meglio a Pioli, era la prima trasferta dei viola dopo la scomparsa di Astori, e finì con due rigori (uno fallito da Veretout, l’altro realizzato da Thereau) che oltre a consentire alla Fiorentina di vincere 2-1 fecero molto discutere. Anche oggi la squadra di Mazzarri ha avuto molto di lamentarsi per sviste assortite e mancate revisioni del Var, ma l’allenatore se l’è presa più con i suoi giocatori accusati di mancanza di cattiveria. In casa viola invece Pioli sembra orientato a confermare non solo il modulo ma anche il gruppo dei titolari.

1
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Alfredo
Ospite
Alfredo

Come già più volte espresso su questo sito non sono un estimatore di Pioli come allenatore.
Mi sembra che comunque, al di là delle differenze di carattere, i numeri parlino nettamente a vantaggio di Mazzarri: 2008 finale di coppa Italia con la Samp; con il Napoli 6° posto nel 2010, 3°posto con qualificazione in CL, nel 2011; superamento fase a gironi in CL e vittoria in Coppa Italia nel 2012: 2° posto con 78 punti nel 2013.

Pioli a parte una Coppa Italia con la Lazio mi sembra abbia inanellato solo una serie di esoneri.

.

Articolo precedentePjaca-Gerson da una parte, Zaza-Soriano dall’altra: quando il mercato (per ora) non incide
Articolo successivoMilan, 126 mln di debiti. Scaroni: “Sanzione Uefa entro fine anno”. Multa da 20 mln?
CONDIVIDI