Meli: “Vogliamo vincere tutto. Idolo? CR7. Bigica 12° uomo, Pioli…”

11



Il talento della Primavera si racconta, tra gli obiettivi stagionali, quelli personali ed il rapporto con i mister Bigica e Pioli

Marco Meli, centrocampista della Fiorentina Primavera, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Bruno. Queste le sue dichiarazioni: “Domenica c’è una partita importantissima contro la prima in classifica, l’Atalanta. Ma noi non siamo da meno: cercheremo di portare a casa i tre punti per agganciare il primo posto, che è il nostro obiettivo fin dall’inizio dell’anno. Sarebbe bello vedere tanta gente al Bozzi domenica per darci grande carica e festeggiare insieme a loro se vinciamo la partita con l’Atalanta”.

Dove devo crescere? Devo migliorare in fase difensiva, aiutare di più i compagni. Quest’anno sto facendo un ruolo diverso, con il lavoro cercherò di migliorarmi. Tre fronti aperti, c’è un trofeo a cui tengo di più? Puntiamo a tutti e tre i trofei: sia campionato che Coppa Italia che il Torneo di Viareggio. Quello a cui tengo di più è lo Scudetto, sono due anni di fila che perdiamo la finale contro l’Inter. Vogliamo vincere”.

Bigica? È come se fosse il dodicesimo uomo in campo. Ci dà una carica clamorosa, abbiamo questo atteggiamento grazie a lui. Ci offre grande carica e autostima, lo ringraziamo perché ci sta dando tantissimo. Pioli? È un gran mister, durante i ritiri a Moena mi ha sempre dato tanti consigli giusti. Mi trovo molto bene. Complimenti di Pioli a Moena? Ero molto emozionato, ringrazio il mister per le parole. Io cerco di dare sempre il massimo, poi vediamo sul campo. Proverò a giocarmi le mie carte qui alla Fiorentina, spero di restare a Firenze il prossimo anno. Convocazione in prima squadra e esordio? È il mio sogno, spero che da qui a fine anno possa capitare”.

Mio modello? Cristiano Ronaldo. È il mio idolo sin da piccolo, soprattutto per la sua mentalità. Appena ho sentito che arrivava alla Juve ho pensato fosse una buona cosa, più che altro per il calcio italiano. Si vede dagli stadi pieni. Fascia di capitano? Quando ho indossato la fascia è sempre stata una grande emozione, cerco di onorarla sempre. Astori? I suoi consigli li terrò sempre dentro di me. Al primo ritiro disse che per questa maglia dovevo sempre dare il massimo e poi le cose sarebbero venute da sole. Davide manca molto in quest’ambiente. Montiel e Vlahovic? Quando scendono dalla prima squadra danno sempre una grossa mano, con la testa giusta. Ci troviamo bene tutti con loro. In campo si percepisce che si allenano con la prima squadra”.  

11
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Corso
Ospite
Corso

Ora la moda è attaccare Pioli.

Simo
Ospite
Simo

Per lui parlano i risultati in carriera. Te elogialo pure nessuno te lo vieta, ma sinceramente a me fa venir sonno.

REM
Ospite
REM

Pioli é un top in quanto a complimenti é quando deve passare ai fatti che getta la maschera

Pippo
Ospite
Pippo

Sono venti anni, dai tempi di malesani che mise kanchelskis e serena a fare i terzini, che il mantra degli allenatori Viola è che chi sa giocare in attacco non gioca o se è giovane non è pronto perché non sa fare sta cacchio di fase difensiva!!!mi auguro che dal prossimo anno venga qualcuno che chieda ai difensori di saper fare la fase offensiva e non il contrario!!!!

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

ma di cosa si parla .. domandatevi quanti giocatori sono arrivati in prima squadra dopo sousa ? .. la fiorentina tra piccini mancini zaniolo quanti soldi ha perso ?? con pioli nessuno arriverà in prima squadra …. e noi saremo contenti di avere un allenatore che non ci fa vedere un bel gioco , che lancia nessun giovane del vivaio e che non vincerà mai niente!!!

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Meli è un giocatore molto forte fisicamente, con buona tecnica, segna anche dei gol di buona qualità (spesso decisivi) ma … secondo me ha troppe pause all’interno della partita. potrebbe essere molto più incisivo. invece delle volte tende a strafare o viceversa ad estraniarsi completamente.
credo sia più una questione di dover ancora maturare che di altro tipo.

Marco
Ospite
Marco

Pensa te… Roba da non crederci ed han dato via Zaniolo.

roberto
Ospite
roberto

Grande MARCO MELI
ti aspettiamo

Pacco dono
Ospite
Pacco dono

Io farei allenare con i grandi anche Beloko

Bianco
Ospite
Bianco

Su Beloko sono pienamente d’accordo è discreto con i piedi fortissimo fisicamente e non si ferma mai

Leo curva fiesole
Ospite
Leo curva fiesole

Totalmente d’accordo, Beloko è veramente fortissimo, ma deve un po’ mettere a posto la testa, se lo fa diventa un grande giocatore.

Articolo precedenteZazzaroni: “Mi aspetto un rilancio di Simeone. A Ferrara proverei il tridente pesante”
Articolo successivoSerie A, quinta giornata di ritorno: tutte le designazioni arbitrali. Atalanta-Milan a Pasqua
CONDIVIDI