Mencucci: “Stasera fondamentale il Franchi. C.Italia contro il Napoli? Sono fiducioso”

    0



    Della Valle e Mencucci a Villa CoraSandro Mencucci, amministratore delegato viola, ha parlato a RadioBlu della gara di questa sera della Primavera contro la Lazio: “Questa partita la possiamo ribaltare solo con la determinazione e la forza dei ragazzi, oltre che nella spinta del pubblico. È chiaro che siamo svantaggiati dopo il 3-1 d’andata a Roma, ma io conto sulla forza dei miei ragazzi e sulla spinta del Franchi. 5 mila tifosi stasera? Spero che possano essere anche di più, ma già questa cifra sarebbe importante. I tifosi viola non deludono mai. Ricordiamo poi che Fiorentina e Lazio sono due tra le maggiori realtà del campionato italiano. Quello che conta poi è la crescita dei giocatori, basta vedere Bernardeschi, che sta facendo benissimo a Crotone. Poi non dimentichiamo Matos, che è arrivato qui da bambino e ora è un uomo, un giocatore importante che è cresciuto con noi. Andrea Della Valle? Non credo che ci sia, ha impegni di lavoro che non può lasciare da parte. Ma tutti crediamo nel settore giovanile. Biglietti per la finale di Coppa Italia contro il Napoli? Siamo partiti più lenti rispetto al Napoli nell’acquisto dei biglietti, ma credo che arriveremo a 30 mila presenze a Roma. Sono tanti anni che non viene fatta una finale dalla Fiorentina, quindi mi aspetto il pubblico delle grandi occasioni. Gomez? Io spero che possa andare in campo, anche se è chiaro che bisogna usare prudenza con Rossi e Gomez. Finchè non sono in gruppo è difficile fare previsioni. Bisogna però elogiare anche chi ci ha portato a questa finale. Partita più importante dell’Era Della Valle? In bacheca ci sono coppe del settore giovanile, mentre quella della prima squadra ha solo coppe delle gestioni precedenti. Suggellare la finale di Roma con un trofeo sarebbe importante per tutti, per i Della Valle e per la città. Noi non siamo inferiori al Napoli, partiamo al 50%. Sono fiducioso, ce la giochiamo: poi è chiaro che è una partita secca, si può anche perdere, ma in quel caso sarà una sconfitta della serata, non certo della stagione, che è stata positiva”.