Mercato sufficiente, chiuso con qualche scommessa di troppo. Incognite sulla stagione attuale, fiducia nel futuro a lungo termine

184



La conferenza di ieri ha fatto il punto sulla Fiorentina: qualche dubbio sulla stagione attuale, ma grande fiducia guardando al futuro a lungo termine

Calciomercato chiuso: questa è la Fiorentina che affronterà i primi quattro mesi di campionato. Un calciomercato che ha da una parte esaltato e dall’altra deluso i tifosi viola, entusiasti della sua parte centrale, culminata con l’arrivo di Ribery sulle rive dell’Arno, delusi dal finale, mancante secondo molti di un vero colpo.

LA DIFESA DI PRADE’. Ieri in conferenza stampa Pradè ha chiaramente esplicato tutte le sue ragioni. Molte delle squadre interpellate hanno reagito con i viola proprio come la Fiorentina ha reagito con chi ha bussato alla porta di Commisso per Chiesa. Nel caso di Raphinha, invece, Pradè ci ha tenuto a spiegare che “spendere tanto per fare non va bene”, ecco perché l’esterno brasiliano non è stato preso.

MERCATO SUFFICIENTE. Insomma, che si sia convinti o meno delle parole del ds gigliato, resta il fatto che il colpo è rimasto in canna. Comunque sia, il monte ingaggi della Fiorentina è salito e non di poco, visto che ammonta a quasi 60 milioni lordi. Questo è sempre un ottimo segnale per misurare il grado di futuribilità di una squadra, dato che senza un monte ingaggi ambizioso difficilmente si può sperare di ambire a traguardi europei.

Alla fine il mercato della Fiorentina rimane sufficiente. Almeno sulla carta. Questo perché, come sempre accade, alla chiusura del mercato non è semplicissimo valutare la campagna acquisti, perché ci sono alcuni giocatori che sono quasi oggetti misteriosi per la gran parte del tifo gigliato.

DUBBI DI TENUTA. Si può parlare, ad esempio, di Caceres. Giocatore acquistato per la sua grande esperienza e per il palmares da top player, ma reduce da una stagione decisamente al di sotto delle aspettative e piena di infortuni. Se sano e in condizione, il 32enne uruguaiano sarà preziosissimo in una difesa giovane (e da registrare) come quella della Fiorentina. Vista la storia del Pelado, tuttavia, i dubbi sulla sua tenuta permangono.

L’ACQUISTO PIÙ ONEROSO. Lo stesso Pedro, acquisto più pagato di questa sessione, porta con se diverse incognite. Le qualità e il senso del gol del centravanti sono innegabili, certificate anche dal forte interesse del Real Madrid sul classe 1997 durante la scorsa estate. Ciò che preoccupa è l’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori dai campi per quasi un anno; un guaio fisico che ha spaventato proprio i Blancos, che hanno mollato la presa su Pedro.

Quando ci sono infortuni così gravi ci si domanda sempre se il giocatore riuscirà a tornare quello di prima. Il ruolo e la giovane età del ragazzo sono fattori che fanno ben sperare. Altro dubbio riguarda l’adattabilità di un giovane che ha fatto bene solo in un campionato inferiore come quello brasiliano, ma questo è un dubbio da annoverare a qualsiasi giovane talento che dal Sudamerica approdi in Europa.

GHEZZAL LA SCOMMESSA. Tutto da valutare sul rettangolo verde sarà Rachid Ghezzal, arrivato tra lo scetticismo generale di chi si aspettava un nome più altisonante dell’esterno algerino classe 1992. In realtà Ghezzal ha dimostrato il suo valore in Francia, soprattutto negli anni all’Olympique Lione. Il problema dell’ex Leicester è che nelle ultime due stagioni la sua crescita ha subito un brusco arresto, in parte al Monaco e definitivamente al Leicester. Il suo obiettivo alla Fiorentina è tornare ai livelli di gioco espressi a Lione; se riuscirà nell’obiettivo potrà facilmente guadagnarsi il riscatto da parte dei viola a fine stagione.

Insomma, le questioni in bilico sono ancora tante. Le due sconfitte in altrettante partite di Serie A non aiutano a rilanciare un entusiasmo che fino a qualche ora fa sembrava intangibile. Tuttavia, seppur con qualche dubbio nel breve periodo, l’entusiasmo resta vivo, perché la voglia di investire della proprietà non può che portare ad una crescita della Fiorentina nei prossimi anni. Per questa stagione, si vedrà. Sono troppe le incognite ai primi di settembre. Il rettangolo verde, come sempre, sarà testimone di imprese o sventure di Montella e il suo gruppo.

184
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
rep
Ospite
rep

quest’anno soffriremo abestia per colpa dell’americano…
e dire che sarebbe bastato non un grande sforzo , da
cui poter rintrare nei prossimi due anni….solo un pazzo
poteva pensare di fare autofinanziamento su una
squadra che si è salvato all’ultima giornata , e loro
invece l’hanno fatto…e queste sono le conseguenze…
in questo contesto , anche la conferma di Chiesa è stata
un errore….tenere Chiesa tanto per tenerlo , è stato un
altro errore , ma il dr.Commisso ha usato questa mossa
come l’unico merito possibile di questo mercato , il che
conferma che già fin dall’inizio sapeva benissimo che di
soldi non ne avrebbe messi .

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Perfettamente d’accordo REP.

Fra-Scandicci
Member
fra-scandicci

Ma chetati…c è da rifondare pure il colore viola che in 17 anni si è sbiadito… 90 giorni di nuova proprietà e già si buba

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

D’accordo. A metà!

LUK66
Ospite
LUK66

SQUADRA COSTRUITA IN LINEA CON GLI ULTIMI 2 3 ANNI DELLA PRECEDENTE GESTIONE
UNICA DIFFRERENZA QUALCHE SLOGAN DI TROPPO PER ACCATTIVARSI LE SIMPATIE DEI TIFOSI.
ODIO DIRE VE LO AVEVO DETTO.
CIAO A TUTTI. .
.

Mau 46
Ospite
Mau 46

Dal momento che ci hanno risparmiato B. Valero ricordiamoci che svincolato e libero c’e’ il ventiseienne spagnolo Alvaro Medran ex Siviglia &C. centrocampista di valore ,svelto più di Badelj e che si completerebbe bene con Castrovilli e Pulgar per il centrocampo.

Ciccino
Ospite
Ciccino

svelto più di Badely ? non ci posso credere, allora un fulmine. Comunque mi risulta che negli ultimi 4 campionati è sempre stato dato in prestito e mai riscattato totale di 58 presenze in 4 anni ..anche un importante infortunio alla schiena nell’ ultimo periodo. .. .praticamente una garanzia

david
Ospite
david

speriamo che questa proprietà non sia un grande bluff

deno
Ospite
deno

In considerazione della circostanza che si possa fallire su tutte e troppe scommesse sulle quali è stato fondato il mercato e pertanto ci si possa trovare a lottare per non retrocedere, il mio giudizio non può che essere negativo….speriamo sia dovuto ad un eccesso di pessimismo….

i' necchi
Ospite
i' necchi

Mio personalissimo parere: tenere Chiesa a queste condizioni mi sembra negativo: c’è un concreto rischio svalutazione (per di più con un anno in meno alla fine del contratto) e abbiamo visto sostanzialmente bloccato il mercato (visto che non si vuol/può investire !). Premetto che so che con i se e i ma non si fa il mercato, che ci sono tantissime variabili, che non faccio il DS , che è facile a parole ecc ecc ma in linea generale con le vendite di Chiesa 65, Saponara+Hancko+Victor Hugo 10 e Biraghi 13 avremmo incassato circa 85/90 milioni e con 90/95 avremmo… Leggi altro »

i' necchi
Ospite
i' necchi

ho dimenticato Sottil … totale 22 giocatori.

Mau 46
Ospite
Mau 46

I’ Necchi = il padrone del mondo!!!!!! Ma quanta fantasia hai e poi che potenza nel far comprare ad altri chi vuoi tu e al prezzo che vuoi tu!!!!!!!
Ma vaia vaia , e torna con i piedi in terra.

i' necchi
Ospite
i' necchi

nessuna fantasia, né potenza, né padrone del mondo: l’ avevo scritto in premessa: non importa essere sempre così offensivi non credi ? forse ti ho toccato qualche nervo ? E’ una mia personalissima opinione: se vendevi Chiesa potevi impostare tutto il mercato in modo diverso, invece di frugare nell’ elenco degli svincolati e rotti. Se a te va bene così e sei contento .. nessun problema … rilassati !

Unoviola
Ospite
Unoviola

Cos’ha detto di sbagliato i Necchi?..
Ha detto una cosa ovvia: la vendita di questi giocatori avrebbe fatto guadagnare circa quella cifra 85/90 mil. Può non piacerti,ma è vero.

Marco. M.
Ospite
Marco. M.

Secondo me é stato un mercato ben al di sotto delle aspettative…. Le dichiarazioni di Rocco avevano fatto intendere investimenti importanti… Se non sbaglio Prade’ha un solo anno di contratto e non so se verrà rinnovato cosi come Montella l’anno prossimo e forse anche prima non sarà più l’allenatore della Fiorentina…. Quindi il prossimo anno sarà da rifare tutto.

David, Signoria
Ospite
David, Signoria

Il contratto di Pradè sarà rinnovato (al pari del Contratto di Corvino prima di lui con i dv) se verrà reputato che il DS si sarà ben comportato e sarà stato “funzionale” rispetto ai reali obiettivi datigli dalla Proprietà. Quindi sarà interessante vedere SE sarà confermato in relazione a cosa ha fatto, per capire senza alibi e senza “dichiarazioni marketing” le raali ambizioni societarie.

Mau 46
Ospite
Mau 46

Infatti ! Quest’anno è stato di prova per gli italoamericani. Il bello ha da venire!!!!!
Per ora si sono divertiti con DUE APPRENDISTI STREGONI (Prade e Montella) e il prossimo anno detteranno loro legge ma a ragion veduta e con due nuovi Dirigenti con 4 palle fra le gambe!!!!!

fabri
Ospite
fabri

accanto a Castrovilli e Pulgar ci vuole un CENTROCAMPISTA VERO

Xan
Ospite
Xan

Il mercato,viste le promesse fatte e il fantomatico “i soldi non sono un problema” è una delusione. Non si discosta molto dai mercati fatti da Pradè con i dellaValle e con un budget molto ristretto, segno che forse Pradè (assieme a Montella visiti i risultati della squadra) inizia ad essere l’ombra dello scaltro dirigente di Roma e dei primi anni in Viola! Purtoppo i mercati di scommesse non hanno mai portato lontano e l’ultimo scommettitore di Vernole ci stava portando in serie B! Resta anche da capire il perchè si sia voluto mantenere Chiesa, con una squadra non all’altezza dell’ambizione… Leggi altro »

MaurizioBG
Member
MaurizioBG

Alvaro Medran è ufficialmente svincolato…pensiamoci subito…

ffffffffrrrrr
Ospite
ffffffffrrrrr

secondo me il problema è Montella punto e stop

Articolo precedenteLa giornata viola, il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI