Messi, la Corte suprema spagnola conferma la frode fiscale

6



messi

Frode fiscale: la Corte suprema spagnola conferma tutto, compresa la condanna a 21 mesi di reclusione per Leo Messi. L’argentino del Barcellona, tuttavia, non sconterà la pena in carcere, perché non ha precedenti e perché la pena stessa è inferiore ai due anni. La sentenza di primo grado, dunque, non viene ribaltata: Messi è accusato di avere dirottato verso paradisi fiscali, fra il 2007 e il 2009, 10,1 milioni di euro di diritti d’immagine. La Corte, tuttavia, ha ridotto da 21 a 15 mesi la condanna del padre Jorge Horacio, accusato quale amministratore dei beni del figlio. Prima dell’inizio della procedura Messi aveva pagato nel 2013 al fisco spagnolo 5 milioni di euro a saldo dei diritti di immagine dei 3 anni in questione e degli interessi. Lo riporta una nota Ansa.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
il dubbio
Ospite
il dubbio

Siamo in attesa dei commenti dell’argentinomane sempre pronto a sparare su quanto è italiano. Forse colpa del suo commercialista di origine italiana?

Fantagrullo
Ospite
Fantagrullo

Sono stati di della valle a dirgli di evadere il fisco ! Via il fisc … ah no ! … via i della valle dal fisc…no…come dicono sempre quei 4 gatti ??? Ah già ! Via i della valle da Firenze !!!

Briaho
Tifoso
Active Member

I’ primo cardo comincia belle a da’ noia.

Il Duca
Ospite
Il Duca

ad agosto non ci arrivi

IL PRESIDENTE
Ospite
IL PRESIDENTE

Annacqua il Tavernello!

Potini
Tifoso
Potini

Tanto ce n’è poca di polemica fra di noi, se cominci a rompere anche in notizie che non c’entrano un tubo, siamo alla frutta.

Articolo precedenteCarpanesi: “Pioli tecnico preparato e in più conosce l’ambiente. Bernardeschi…”
Articolo successivoWomen’s inarrestabili anche in Coppa Italia: 10-0 al Bari e accesso alle semifinali
CONDIVIDI