Mihajlovic: “Ingiusta la mia squalifica. Se ritroverò Di Fiore mi squalificherò da solo”

    0



    mihajlovic montella sampdoriaSinisa Mihajlovic non prende bene la squalifica di due giornate arrivata ad opera del giudice sportivo dopo l’espulsione di domenica contro la Fiorentina. Ecco le parole dell’ex tecnico viola all’Ansa; lo stesso Mihajlovic nel dopo gara di Genova aveva confessato di essersi preso l’espulsione volontariamente in quanto di buon auspicio per affrontare la Lazio: “Ho appreso con stupore e dispiacere delle due giornate di squalifica che mi sono state inflitte e che non mi permetteranno di sedere in panchina nelle prossime due partite con Lazio e Inter. Due partite importanti per la mia squadra ma anche per i risvolti emozionali che mi coinvolgono personalmente. D’accordo con la società non farò ricorso per una questione di rispetto ma rimango molto amareggiato per le motivazioni del giudice sportivo. Credo di aver dimostrato con i fatti di essere uno dei pochi allenatori a non aver mai commentato gli episodi arbitrali né tanto meno di essermi mai lamentato a riguardo, ma, al contrario, ho sempre difeso la categoria non perché ne avesse bisogno ma perché reputo la classe arbitrale italiana una delle migliori al mondo, che va tutelata e apprezzata anche se può incorrere, come chiunque, in qualche giornata storta. Ritengo ingiusta questa squalifica, non la condivido ma la rispetterò. Ma se verrà ancora designato il signor Di Fiore che domenica faceva il quarto uomo e se il mio presidente me lo permetterà mi squalificherò da solo. Io sono sempre stato sincero e leale, assumendomi in ogni occasione le mie responsabilità. Il signor Di Fiore, con mio grande rammarico, non ha fatto lo stesso”.