Milan, domani l’Uefa Day. Sentenza attesa entro il weekend

Alessandra Gozzini - La Gazzetta dello Sport

18



Domani l’udienza del Milan a Nyon, la sentenza è attesa entro il weekend. E la Fiorentina scoprirà il suo destino.

Domani mattina il Milan partirà per un’importantissima trasferta europea: l’obiettivo è far sì che sia la prima di una lunga serie, scrive La Gazzetta dello Sport. La destinazione – Nyon – spiega tutto: il club si presenterà in audizione di fronte alla camera giudicante dell’Uefa confidando in una pena non così tanto severa da negare alla squadra la possibilità di giocarsi l’Europa League conquistata sul campo. Per questo motivo la delegazione in partenza per la Svizzera sarà capeggiata dall’a.d. Fassone e dall’avvocato Roberto Cappelli, come responsabile della task force legale rossonera. Gruppo arricchito dalla presenza di Valentina Montanari, direttore finanziario della società, e dall’avvocato Umberto Lago, tra i fondatori del Financial Fair Play. Il CFBC, l’Organo di Controllo Finanziario per Club che attenderà il Milan in udienza, si esprimerà nel giro di 48-72 ore: entro il week-end la società si aspetta di conoscere il proprio destino. Il verdetto pare ormai compromesso anche se un paio di circostanze allevieranno il viaggio: il club pensa di avere argomentazioni nuove con cui presentarsi all’Adjudicatory Chamber e se nemmeno queste dovessero sensibilizzare la corte sarebbe sempre possibile l’appello al Tas.

NUOVO SOCIO Il 15 dicembre 2017 la Camera Investigativa aveva respinto la richiesta rossonera d’accesso al Voluntary agreement. Il 22 maggio scorso il solito CFBC aveva detto «no» alla richiesta di settlement: niente patteggiamento, si va in giudizio. Le motivazioni scritte nei due dispositivi erano state più o meno le medesime. A dicembre: «La Camera Investigativa ha considerato che ci sono ancora delle incertezze per quanto riguarda il rifinanziamento del debito che deve essere rimborsato a ottobre 2018 e le garanzie finanziarie fornite dai maggiori azionisti». A maggio: «La camera di investigazione è del parere che permangano ancora incertezze sul rifinanziamento del prestito e sul rimborso delle obbligazioni da effettuare entro ottobre 2018». In entrambi i casi ecco il riferimento alla mancata copertura del debito con Elliott, che al Milan aveva prestato 303 milioni di euro – oggi vanno calcolati anche gli interessi – al momento dell’acquisizione cinese del club, nell’aprile del 2016. Stavolta lo scenario è differente: esiste un nuovo socio la cui liquidità verrà destinata al rifinanziamento. Non è escluso che il club porga ai cinque giudici della camera giudicante un agreement scritto di futura partnership entro tempi prestabiliti. Il nuovo socio – una persona fisica nota e dalla provata consistenza economica – sarebbe inoltre destinato nel tempo all’acquisto del pacchetto di maggioranza: verrebbero così dissolte anche le incertezze sulla «garanzie finanziarie fornite dai maggiori azionisti».

DOSSIER Eccoci così a Mr Li: in questo caso l’incertezza, personale e patrimoniale, oggettivamente resta. Motivo per cui la strategia difensiva rossonera verterà anche su questo: collocare Yonghong da una parte e disporre il club dall’altra. Contrariamente a quello che succede per il suo presidente, la società ha conti chiari e di facile accesso: il Milan intenderà ribadire che l’unico interlocutore dell’Uefa deve essere il Milan stesso. L’accusa dovrà valutare i bilanci – e le violazioni – del club e non quelle di chi ne è a capo, il cui denaro investito è comunque sempre stato sottoposto a documentazioni certificate. Così è stato per chi finora si è presentato davanti alla commissione: dal Psg all’Inter. La controparte vorrebbe inoltre smontare altri addebiti: è vero, per esempio, che la nuova società è indebitata con il ricco mercato estivo, ma allo stesso tempo ha aumentato il valore patrimoniale del gruppo. In più ha presentato un business plan orientato alla cautela in cui non figurano i ricavi europei, così da non condizionare la corte. E se il nuovo socio dovesse clamorosamente dileguarsi esiste un’ampia testimonianza scritta sulle garanzie economiche e di continuità aziendale fornite da Elliott, che rileverebbe il club se Li non fosse più in grado di sostenere l’investimento.

18
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Biancorossoviola
Tifoso
Biancorossoviola

Se si legge l’atto del deferimento il Milan è stato rinviato alla Camera Giudicante per non aver rispettato i vincoli di bilancio, ossia 255 milioni di perdite in 3 anni invece dei max 30 previsti dal FPF. Che vi siano incertezze sul rifinanziamento del debito è l’aggravante che non ha consentito la concessione del Settlement Agreement. Il Milan è stato già bocciato. La Camera Giudicante deve solo decidere la sanzione. Col Settlement avrebbe avuto multa, rosa ridotta e vincoli di bilancio. Col Settlement bocciato non potrà che essere quanto meno escluso dalle Coppe. Se riesce a portare elementi a suo… Leggi altro »

Ricorbolo
Ospite
Ricorbolo

“[…] confidando in una pena non così tanto severa da negare alla squadra la possibilità di giocarsi l’Europa League conquistata sul campo”.
Bene, è il momento di farsi sentire. Questo ragionamento non è giuridico, è *anti*giuridico. La partecipazione alla EL è in questione perché è stata conquistata proprio sul campo, altrimenti non ci sarebbe niente da giudicare. E si somma alla questione finanziaria, che ha permesso alla squadra di superarne altre e classificarsi. Non posso più sentirli. E questo non ha a che vedere con il mio innato tifo Viola.

nardino previdi
Ospite
nardino previdi

A me fa schifo come la gazzetta tira la volata a questi mezzi falliti

Simon mago
Ospite
Simon mago

O ponte di mezzo ma lo vedi che è un articolo del mattino? Quando spalletti mangiò accanto a corvino, ricordi questi siti?

Maiunagioia
Ospite
Maiunagioia

Stanno puntando in modo spudorato sul nome, sul marchio, ……è una vergogna…

Non stanno dicendo che hanno ragione….
stanno dicendo “io mi chiamo Milan non puoi farmi questo”

Si spera sempre nella favola (che è il bello dello sport) ma le favole con questi elementi non ci saranno mai…..

Io che sono anti DV in alcune occasioni quasi li capisco……

IrBudelloDiToPa
Tifoso
IrBudelloDiToPa

se decidessero di lasciarli fuori dall’europa league, con il sistema crisantemo che ha usato 15 giocatori appena in tutta la stagione, vorrebbe dire avere la squadra bollita appena arrivati a gennaio con quelli un po’ meglio finiti nelle barbe. Dato che dal poter comprare senza vendere siamo già passati al non esserci nulla in cassa, sarebbe un altro campionato che già prima di partire vorrebbe dire altra mediocrità annata 2018-2019. Almeno si prendessero la responsabilità di giocare con almeno 2 primavera a partita, si potrebbe vedere qualche bimbetto per davvero invece che sorbirci tutta la stagione un therau o un… Leggi altro »

Luca
Ospite
Luca

Beati chi ci credono di poter andare in Europa al posto del milan

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Avete visto Kalinic ha presentato il certificato anche per la nazionale croata , l’allenatore l’ha rispedito a milano.

Sugosa Plusvalenza
Ospite
Sugosa Plusvalenza

Panico a Casette, Gnigni si rifiuta di mangiare da giorni e non vuole uscire dalla sua stanzetta umida, il rischio di poter andare in EL lo sta uccidendo. I vigili del fuoco sono stati chiamati a intervenire ma nemmeno la mediazione di questi ultimi è riuscita a migliorare la situazione. Addirittura si vocifera che Gnigni in caso di qualificazione della Fiorentina sia pronto a farsi mordere da un aspide come Cleopatra e così abbandonare questo mondo crudele del calcio nel quale, solo lui, pensa a far quadrare i conti.

max
Ospite
max

Tranquilli ragazzi…. si chiama Milan.. lo salveranno sicuramente…,è inutile sperare……!!

Pupiviola69
Tifoso
pupiviola69

Senza dubbio…..

Max54
Ospite
Max54

Se le argomentazioni sono veramente queste non credo verranno accettate.In fondo di certificato hanno solo i debiti.Ridicolo il passaggio in cui si dice che i giocatori acquisiti e non pagati comportano un aumento del valore della società stessa é come dire che chi firma tante cambiali è più affidabile.

Sardonico viola
Ospite
Sardonico viola

Meglio se in Uefa ci van loro , con lo squadrone che si sta allestendo Corvino le figuracce si fanno solo nel week-end e non anche il giovedì

fabio
Ospite
fabio

tanto si sa che in Europa ci andrà il grande Milan,con il suo passato
glorioso e il suo bacino di utenza,le tv a pagamento daranno il loro parere e la UEFA si uniformerà alle disposizioni…
forza ragazzi facciamoli neri almeno per un altr’anno

claude
Ospite
claude

conquistato sul campo al di fuori delle regole.

Boh !
Ospite
Boh !

Anche a me ‘sta storia del “conquistato sul campo” è venuta a noia

Bonaugo
Ospite
Bonaugo

Infatti il discorso è semplice: se rispettavano le regole non l’avrebbero conquistato sul campo.

Articolo precedenteEx viola, Mihajlovic è il nuovo tecnico dello Sporting Lisbona. Beffato Sousa
Articolo successivoSerie A, ecco le date. Si comincia il 19 agosto, c’è il ‘boxing day’. Si chiude il 26 maggio
CONDIVIDI