Milan, Montella e Berlusconi: un rapporto mai decollato

da Gazzetta.it

14



Montella sampdoria

Quella volta sembrava qualcosa di innocuo. Una battuta e nulla più, anche se quando si parla di tattica Berlusconi scherza pochissimo: “Suso è una delle cose sulle quali ‘litighiamo’ io e Montella. Io schiererei il Milan sempre con due punte e una mezz’ala: quindi Suso e una prima punta con dietro Bonaventura, così otterremmo grandi risultati”. Quella volta era fine novembre, il Milan aveva appena vinto a Empoli, era secondo a quattro punti dalla Juve ed evidentemente, anche se c’era qualcosa di poco appetibile da digerire, non si poteva fare diversamente: pur nel fastidio, occorreva sorridere.

È stata la prima e per ora unica puntura pubblica di Silvio all’allenatore, ma in privato è andata diversamente. Se già c’era qualcosa da ridire quando il Milan era a pochi passi dalla vetta, figuriamoci cosa può essere successo da metà dicembre in poi. E infatti è successo che Berlusconi ha alzato il telefono diverse volte per esprimere all’allenatore il proprio disaccordo, ovvero disappunto, su determinate scelte – tattiche e di formazione, le solite cose: le due punte, il comando del gioco –, che a suo parere avevano determinato la mancanza di risultati. La prima chiamata risalirebbe infatti intorno al dopo Roma, ma quel che stupisce è che ne sono seguite altre anche dopo la vittoria di Doha. Che, insomma, non era così scontata. Eppure non sufficiente a frenare le perplessità di un presidente a cui non è scattato l’amore per un tecnico capace di migliorare molti aspetti di una squadra che Silvio vorrebbe veder giocare come il Barça di Guardiola, ma senza averle fornito giocatori in grado di farlo.

Un rapporto incrinato per un film visto mille volte. Come l’ha presa Montella? Insomma, pare non benissimo e in fondo c’è da capirlo. Il tecnico ci è rimasto male perché non si attendeva critiche, semmai stimoli e magari il riconoscimento del lavoro portato avanti sin qui. Ieri in conferenza stampa è arrivata la certificazione della problematica: «Se ho sentito Berlusconi dopo Bologna? No». Dalle critiche alla freddezza, che peraltro è riscontrabile anche nella logistica presidenziale: in questa stagione Silvio non si è mai visto a Milanello (avrebbe dovuto far visita sabato 4, ma il maltempo ha bloccato tutto) e soltanto una volta a San Siro, il giorno del derby. Va detto che Berlusconi ha avuto una convalescenza post operatoria lunga e delicata, ma restano le telefonate. Montella va così a far compagnia a uno sterminato elenco di colleghi incorsi nelle perplessità di Silvio e, come diversi di loro, si pone in maniera molto semplice: i consigli si ascoltano con educazione (e non si commentano), ma a prevalere è la linea propria e non quella dettata dall’alto.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
1_cliente
Tifoso
Active Member

…… se gli dei del calcio fossero giusti, ci starebbe un bel sorpasso all’ultima giornata ai danni del Milan, con loro esclusione dalle coppe per l’ennesima volta e relativo annesso licenziamento del maghetto di Pomigliano d’Arco…. le cui uniche cose indovinate nella vita da allenatore sono state con Giuseppe Rossi e Salah ai loro massimi livelli, in mezzo al nulla cosmico.

Vaia, vaia, tu, il brodo e mati fernandez, desaparecido tra i desaparecidos

VIOLISSIMO
Ospite
Member

Mi chiedo quanto ci sia di vero in ciò che è stato riportato. Ormai è diventato tutto un “gossip”. Bisognerebbe guardare le partite, rigorosamente allo stadio, e basta. Uno le idee se le fa da sè.

www.casaccaviola.com
Ospite
Member

caro montellino ma cosa pensavi che i presidenti fossero tutti come ADV ??? è vero che a firenze hai fatto bene , con una rosasquadra di tutto rispetto, ma non ti nascondo che a leggere questi articoli provo un certo piacere …. e eri meno presuntuoso probabilmente eri ancora da noi e si continuava a crescere insieme ……..

Domenico, Roma
Ospite
Member

Cosa volete che gli decolli ormai, a Berlusconi? Manco col Viagra, manco con la ‘polpetta’…

ETTORE DI VARESE
Ospite
Member

Berlusconi è sempre stato così: vuol fare l’allenatore con un altro che faccia
da foglia di fico. Se il Milan perde è colpa dell’allenatore, se vince è merito suo.
Il personaggio è quello che è!

Capex
Ospite
Member

Esattamente.

gigliocaldo
Ospite
Member

se allenava il palermo era molto peggio, non solo per lo stipendio

Dubbio relativo
Ospite
Member

Ma delle telefonate “private” chi glielo ha detto al giornalista di gazzetta.it? Berlusca o Montella personalmente? Il dubbio mi assale….

marco
Ospite
Member

beh… un po sono grato a Montella per alcune gioie passate…
ma… dal altro lato….francamente Montella queste cose se le merita tutte… perche con noi aveva un decimo di questa pressione… e nonostante ciò…. faceva sempre l’ offeso….

vediamo che fa ora… visto che e’ dentro ad un vortice molto molto molto peggio del ns….

e qualcosa mi dice che alla fine… ha/abbia avuto pan per focaccia…

Il Realista
Ospite
Member

Ma cosa ce ne frega a noi? Abbiamo gia’ tanti problemi per conto nostro,figuriamoci se dobbiamo interessarci anche dei problemi degli altri….

Amodellavalle
Tifoso
Member

Dopo questo bell’articolo salirò in vetta a Morello per ammirare l’immensa vastità del c… che me ne frega !!!

bidonez
Ospite
Member

c’è oddo libero…

cris
Ospite
Member

Ma chi ve le racconta queste chiacchiere da bar? Montella è un furbetto del calcio e siccome pur di andare al Milan (e solo quello voleva da sempre!!) ha fatto dei lacchezzi incredibili per uscire dalla clausola rescissoria che lo legava con un prezzo molto alto alla Fiorentina, ho la certezza che per lui il Milan è la tappa di arrivo per restarci lungo. Poi ora che arrivano anche i cinesi con i soldi e un nuovo presidente, figuriamoci se lo preoccupa un non buon rapporto con Berlusconi. SVEGLIA GENTE PRIMA DI DARE PER CERTE NOTIZIE TANTO PER SENTITO DIRE!!!

cinico
Ospite
Member

Vincenzino ritornaaaaaaa …

wpDiscuz
Articolo precedenteBollito a chi? Borja record di km con l’Udinese e con Saponara torna todocampista
Articolo successivoIl blog di Ludwigzaller: Hegel
CONDIVIDI