Milan, si muove Yonghong Li: a Milano per il rifinanziamento. Ma la Uefa…

da La Gazzetta dello Sport

25



Più o meno nelle stesse ore in cui in Italia era atteso l’arrivo dell’ennesimo aumento di capitale, è arrivato direttamente lui. In questi giorni Li Yonghong è a Milano, atterrato a inizio settimana e segnalato in più di una circostanza per le vie del centro. Come scrive La Gazzetta dello Sport, il presidente rossonero non ha volato oltre dieci ore per dedicarsi al quadrilatero della moda, bensì al Milan. In particolare al rifinanziamento relativo alla Rossoneri Sport Investment Luxembourg, ovvero la società di Mr. Li che controlla il Milan. In altre parole, la parte che fino a questo momento è stata la più complicata da rifinanziare. Di certo si è trattato di un blitz riservato. Molto riservato. A fari spenti, spentissimi, non casualmente nei giorni dove il Milan si ritrova infilato in una sorta di congelatore da cui uscirà – nel bene o, più facilmente, nel male – soltanto quando la Uefa avrà emesso la sentenza intorno a metà giugno.

Probabilmente, vista la delicatezza del momento, è proprio per questo che Mr. Li ha deciso di presentarsi a Milano personalmente. Senza pubblicità, senza che dal club trapelasse nulla, senza coinvolgere nessuno all’infuori di Marco Fassone perché l’unico motivo della visita era la holding da cui dipende la vita del Milan. Senza nemmeno passare da Casa Milan, in modo da non dare nell’occhio. L’obiettivo dunque è piuttosto evidente: provare a fare qualche passo avanti sul rifinanziamento del debito che il club rossonero ha contratto con Elliott, con particolare riferimento alla parte relativa al proprietario. Ovvero 180 milioni (mentre il debito con il Milan è di 123), interessi esclusi, che dovranno essere restituiti al fondo di Paul Singer entro metà ottobre. Ecco, Mr. Li sta tentando un’accelerata in vista dell’ultimo round con la Uefa, nella speranza che qualche novità sul rifinanziamento possa indurre a più miti consigli la Camera giudicante di Nyon. Lo scopo è evitare quantomeno l’esclusione dalle coppe.

Da quel poco che filtra sarebbe stato fatto qualche passo avanti, ma ovviamente a trapelare è soprattutto cautela. Di certo Li Yonghong lungo la settimana ha avuto una lunga serie di incontri in cui ha deciso di spendersi in prima persona. E’ infatti la prima volta che il presidente si occupa di affari legati al club a Milano, fin qui visitata soltanto in occasione di alcune partite (mentre nei mesi scorsi era stato avvistato a Londra). C’è anche da dire che nelle ultime settimane l’aria per lui si era fatta particolarmente pesante. A partire dai consueti dubbi sulla sostenibilità finanziaria del club, passando dai punti di domanda sugli aumenti di capitale (che alla fine sono sempre arrivati) e sul ruolo di Elliott. Un creditore particolare, che dovrà rientrare del prestito elargito a Mr. Li e nello stesso tempo ha offerto ulteriore aiuto economico in caso di esigenze.

E’ cosa nota che Elliott subentrerebbe alla proprietà cinese se Mr. Li non riuscisse a completare tutti gli aumenti di capitale (entro fine giugno deve arrivare ancora una tranche da circa 30 milioni), ma la discesa in campo in prima persona dimostra che il presidente, almeno per il momento, non ha alcuna intenzione di abdicare. Di certo si è reso conto che il tempo stava iniziando a stringere (Fassone aveva chiarito un mese fa che sul tavolo di Yonghong sarebbero arrivate almeno tre proposte di rifinanziamento), che la fiducia nei suoi confronti stava toccando i minimi storici – è di pochi giorni fa la lettera aperta dei piccoli azionisti: «Presidente, tempo scaduto» – e che quindi occorreva dare un segnale forte agli investitori e ovviamente alla Uefa. Difficile ipotizzare se i tentativi di Mr. Li andranno a buon fine con la Camera giudicante di Nyon. In molti considerano l’esclusione dalle coppe una sentenza praticamente già scritta, così come in molti avrebbero gradito vedere il presidente intervenire personalmente in modo così diretto senza aspettare l’ultimo momento, ma di certo vale la pena provarci. Una settimana milanese per provare a soffiar via le nuvole: nell’arco di pochi giorni si capirà se la missione è andata a buon fine.

25
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ozymandias
Ospite
Ozymandias

Sono proprio curioso di sapere come andrà a finire questa storia… non tanto per la partecipazione nostra o loro alla Europa League.. ma perché se loro con tutto quel porcaio che hanno sui conti e sulla gestione economica del club li fanno partecipare alla competizione… vuol dire che per noi sarà una doppia beffa.. nel senso che dimostrerebbe tutto ciò ., che avere i conti in ordine ed operare tenendo conto del fair play finanziario non serve a nulla!! Quindi noi dobbiamo sguazzare nella mediocrità per rispettare delle regole che tanto non valgono niente.. se non escludono il Milan e… Leggi altro »

Lanze67
Tifoso
lanze67

Il milan fuori europa ,siamo su zelig

Engel
Ospite
Engel

Tarzan perché’ non finanzi tu la Viola? È facile fare il finocchio con il culo degli altri

Sugosa Plusvalenza
Ospite
Sugosa Plusvalenza

Sei un mediocre come i tuoi padroni. Anzi, più di loro…

Ettore Ceriani
Ospite
Ettore Ceriani

Caro Tarzan perché invece di sputare sentenze non te
ne stai chiuso nella foresta?

Sugosa Plusvalenza
Ospite
Sugosa Plusvalenza

MEDIOCRE, SEI SOLO UN MEDIOCRE.

Tarzan
Ospite
Tarzan

Il loro presidente come si nota i soldi ce li viene a mettere mentre il nostro no e l’anno prossimo sono pronti a vincere tutto mentre noi a lottare per la salvezza, questa è la differenza

Grandeviola
Tifoso
Grandreviola

Occhio che se si rompe la liana sbatti la capoccia

Luciano968
Ospite
Luciano968

Già fatto

Coluccio
Ospite
Coluccio

Cita rendi lo smartphone al tuo padrone

StefanoRoma
Tifoso
stefano- roma

Ancora sta storia! I soldi sono di Berlusconi, quelli dell’affare Mills, che ce li ha nel fondo Elliott!Quindi, ufficialmente, non possono muoversi

Grandeviola
Tifoso
Grandeviola

Ottimo se è venuto lui è perché non ha i soldi da inviare , deve solo decidere chi vendere e a chi per rientrare dai debiti che non riuscirà a coprire

Ragno
Ospite
Ragno

Ci vuole serietà, basta con gli inciuci… Ci vuole serietà.

Ponzio
Tifoso
ponzio

Sinceramente non li invidio. La scorsa estate sembravano pronti a vincere tutto, mentre noi ci preparavamo nell’impresa di assemblare una squadra che secondo molti avrebbe faticato a salvarsi in anticipo.

Flat tax club Capalbio
Ospite
Flat tax club Capalbio

Sono messi meglio i noi.

Chianti
Ospite
Chianti

Ma te la domenica invece di scrivere cose così insensate sei sicuro di non aver meglio da fare?
È assai probabile che il tuo percorso di studi non sia stato Economia e Commercio……
O sei gobbo o proprio non ci sei……

Flat tax club Capalbio
Ospite
Flat tax club Capalbio

Non so se ti sia pervenutala notizia che in El ci vanno loro e non noi e per fare la campagna acquisti non dovranno vendere Chiesa ,poi i soldi per il campionato stai tranquillo che li trovano.

Walter, Firenze
Ospite
Walter, Firenze

Da quello che scrivi si evince che non capisci nulla. Poi ho letto il tuo nick e ne ho avuta conferma.
Forza Viola!!!!!!!!!!!!

Flat tax club Capalbio
Ospite
Flat tax club Capalbio

Oh Walter Firenze , mi aspetto un tuo post tra 1 mese/ 1mese e 1/2 quando diranno che son costretti a vender Chiesa e a comprare il Pinco Pallino di turno,ma allora te dei Della Valle non hai capito nulla e poi ce l’hai col mio nick
perché si spera di pagar meno tasse ? Ma di cognome fai Monti o Fornero ?

Walter, Firenze
Ospite
Walter, Firenze

Non vedo per quale ragione noi che abbiamo i conti in ordine, dobbiamo vendere Chiesa, mentre il Milan che è in stato fallimentare dovrebbe comprare a mani basse. Da dove ti viene questa certezza? Forse anche te, sotto sotto pensi che dietro ai prestanomi cinesi ci siano i capitali esportati clandestinamente da Berlusconi?
In quanto al tuo nick, la speranza di pagar meno tasse ce l’ha chi disponi di grandi introiti, allargando ancor più la disparità fra le varie classe sociali. Non certo per la maggior parte degli italiani che campa con stipendi minimi.
Forza Viola!!!!!!!!!!!!!!!

Flat tax club Capalbio
Ospite
Flat tax club Capalbio

Secondo me tu dei Della Valle non hai capito ancora nulla e per quanto riguarda il problema fiscale la flat tax è vantaggiosa per redditi di
30 mila Euro lordi che secondo me non si può considerare un grande introito .Quindi anche in campo fiscale non mi sembri il massimo.

Walter, Firenze
Ospite
Walter, Firenze

Guarda che 30 mila euro lordi l’anno, corrispondano a 2.500 euro al mese. Sai qual’è il reddito medio degli italiani?
Copio e incollo qui sotto
Il reddito medio degli italiani sale a quasi 21mila euro, +1,2% nel 2016 (fonte ufficiale del fisco italiano).
Forza Viola!!!!!!!!!!!!!

Flat tax club Capalbio
Ospite
Flat tax club Capalbio

30.000 : 13 = 2300 mese/lordi. reddito medio (evasione compresa) noi a Capalbio si sta meglio e siamo del PD

polpo
Ospite
polpo

Sicuro?

marco
Ospite
marco

non mi pare proprio che siano messi meglio di noi.ma per nulla

Articolo precedentePezzella diventa ambasciatore del River Plate (FOTO)
Articolo successivoDomani l’Italia sfida l’Olanda: Chiesa sarà ancora titolare davanti
CONDIVIDI