Milenkovic e Chiesa vs Barella: i ’97 infiammano Fiorentina-Cagliari

Angelo Giorgetti - La Nazione

3



La Nazione in edicola questa mattina punta l’attenzione su tre giocatori che domani saranno protagonisti in Fiorentina-Cagliari

Hanno un paio di cose in comune, l’anno di nascita (1997) e il valore moltiplicato parecchie volte negli ultimi mesi. Chiesa sta sfiorando il mondo dei Top, se è vero che la scorsa estate la Fiorentina ha rifiutato 70 milioni dalla Juve – compresa una contropartita tecnica – e ora si sta imponendo anche in Nazionale come il talento emergente del calcio italiano. (…) Fiorentina e Cagliari metteranno in vetrina altri due ragazzi del 1997, Nikola Milenkovic e Nicolò Barella. (…)

Dicono le statistiche che Milenkovic, che ha segnato contro Chievo e Spal, sia uno dei difensori che tira di più in porta: addirittura 10 tentativi nel bersaglio (tanto per avere un’idea, Simeone ci è riuscito 13 volte). Tutto questo nella stagione in cui Pioli ha reso stabile l’aggiustamento del ruolo: nato difensore centrale, Milenkovic si è adattato a giocare in una posizione più esterna. La stessa di Ivanovic, fra parentesi il modello di riferimento per Nikola.

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Domenico, Roma
Ospite
Domenico, Roma

Visto che l’acquisto di Barella è ormai fuori dai ns. parametri, suggerirei a Corvino la possibilità di ingaggiare… Garella. Capisco che è ormai un po’ attempato e sovrappeso, ma potrebbe essere comunque un colpo a sorpresa, e cosa volete che sia una G al posto di una B?

marco mugello
Ospite
marco mugello

La proprietà viola dovrebbe riflettere su Barella….. era li, costicchiava, lo avevano individuato, ma poi l’avevano mollato… indecisi a tutto!!! non è l’intelligenza tecnica cha manca, ma è l’intelligenza aziendale…. qualcuno doveva decidere ma non se la è sentita…. e così Milincovic Savic, e Salah… cose da Signor Tentenna. Una volta vista la straordinaria capacità di Salah di vincere le partite, dovevano muoversi come se ci fosse un incendio in casa, trova il modo di chiudere subito… hai un Pallone d’Oro in casa, e non lo sa ancora nessuno….. Bahh! Maledetti centesimini!

Tommi
Ospite
Tommi

Il problema di fondo secondo me è la poca possibilità decisionale di Corvino se le trattative vanno oltre certe cifre. Guarda anche cosa è stato detto con il caso Chiesa. Si tratta il rinnovo che dovrebbe andare sui 3 mln a stagione; una società normale cosa dovrebbe fare secondo me? dare mandato ad una persona di trattare e stop. Invece Corvino si è dovuto fermare nella trattativa e passare la palla ai Della Valle, che evidentemente oltre certe cifre vogliono dirigere personalmente le trattative. Con l’ ingaggio di giocatori è il solito. Probabilmente se fosse stato solo per Corvino Barella… Leggi altro »

Articolo precedenteIl programma della giornata: allenamento mattutino, alle 13.30 parla Pioli
Articolo successivoPrimavera, Vlahovic e Sottil restano con Pioli. Bigica con l’Inter si affida a Montiel
CONDIVIDI