Milenkovic-Hancko ‘stakanovisti’, i gol di Vlahovic, le delusioni di Pjaca: il bilancio dei Nazionali viola

8



Chiesa ‘spremuto’ da Mancini, esulta Edimilson e in parte anche Simeone (ancora senza gol, ma con un bell’assist).

Stanno rientrando poco a poco i 12 Nazionali viola che hanno lasciato la scorsa settimana Firenze. Pioli avrà il gruppo al completo solo domani, a 72 ore dalla gara del Dall’Ara, per preparare al meglio la sfida di Bologna. Senza una ‘vittima’ illustre delle Nazionali, ovvero capitan Pezzella: “Dispiace anche perché abbiamo mandato il giocatore in buona salute ed è tornato infortunato, ma ci sta. Non sembra comunque un infortunio grave, l’obiettivo è recuperare Pezzella per la Juventus. Sarà l’occasione per qualche altro giocatore, questi stanno lavorando bene”, ha commentato Pioli. Dolori e qualche gioia, il tecnico spera di riavere con sé giocatori più motivati che ‘acciaccati’, o stanchi, visto l’alto minutaggio in Nazionale di diversi giocatori.

EN PLEIN. Punto fermo (anzi, fermissimo) della Serbia è Milenkovic, 21 anni e titolarissimo per Krstajić, che ha fatto giocare Nikola da centrale sia contro il Montenegro che contro la Lituania. Risultato: doppia vittoria, Serbia in Serie B di Nations League. E 180 minuti per Milenkovic. Minutaggio pieno anche per David Hancko: appena un tempo giocato in viola, ma per la Slovacchia è un titolarissimo: 180′ come terzino sinistro contro Ucraina e Repubblica Ceca, ma per i suoi è arrivata la retrocessione in Serie C.

FIDUCIA. ‘Spremuto’ anche Federico Chiesa dal ct Mancini. Unico in campo in tutte e 9 le partite del nuovo corso dell’Italia, l’esterno viola ha giocato 85′ contro il Portogallo e 45′ ieri contro gli USA, accusando anche un po’ di stanchezza. Pioli, ovviamente, monitorerà le sue condizioni in questi giorni (non ha mai rifiatato da agosto), sperando di poterlo avere al meglio a Bologna. Biraghi, invece, ha giocato tutta la partita con il Portogallo, restando poi fuori contro gli USA. Alto minutaggio per Edimilson Fernandes, che ha avuto molto spazio con la Svizzera: 45′ in amichevole contro il Qatar, poi tutta la partita in campo nella vittoria 5-2 contro il Belgio (con assist a Seferovic). E inaspettato primo posto nel girone, con la conquista delle Final Four della Nations League.

GOL E NON SOLO. Bene anche Dusan Vlahovic, che in viola ha messo insieme appena tre spezzoni finali senza lasciare il segno. Con la Serbia Under 19, invece, è chiaramente tra i migliori e uno dei trascinatori: gol contro il Kazakistan prima dell’espulsione (per doppio giallo) al 74′, poi doppietta nel 4-1 dei suoi contro la Polonia. Tre gol e 164′ giocati. E Serbia prima nelle qualificazioni all’Europeo U19. Una bella iniezione di fiducia per il classe 2000 viola, che ora spera di avere più spazio con Pioli. Un po’ come Norgaard, che però è rimasto a guardare con la sua Danimarca, senza scendere in campo.

ATTACCO DA RECUPERARE. Chi invece ha respirato aria di giocata decisiva, invece, è stato Giovanni Simeone: nella notte è entrato al 73′ contro il Messico, tempo che è bastato per una sgroppata di 50 metri con assist perfetto per il raddoppio di Dybala. Bene anche Lafont, che dopo la panchina contro la Svizzera ha giocato (mantenendo la porta inviolata) contro la Norvegia, con la sua Francia U20. Chi non sorride, oltre ad un Dragowski tornato a Firenze acciaccato, è Marko Pjaca: appena 5 minuti (compreso recupero) tra Spagna e Inghilterra con la sua Croazia, e retrocessione in Serie B di Nations League. La Nazionale, nel suo caso, non ha dato troppi motivi per gioire.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Puppamelosodo
Ospite
Puppamelosodo

Come dico da settembre questa formazione con gli uomini attuali è da uefa e lotta champions …una rosa piena di qualità ma col freno a mano Pioli che per motivi di sclerosi dovuti all’anzianità vuole far giocare nell’unico modo in cui sà allenare cioè il 443 (che però per come cura la parte offensiva è un 443 monco) Questa formazione nasce invece per giocare 352 che a seconda delle fasi si trasforma in un 442 : Il nostro super portierino Lafont (portiere fortissimo che stà disputando un bellissimo campionato tenuto conto dei suoi 19 anni, della prima esperienza in A… Leggi altro »

gibi
Ospite
gibi

Che Vlahovic ha fisico tecnica e tiro da centravanti vero lo vedrebbe anche un cieco. Ma Metterlo in squadra spostando Simeone all’esterno al posto del fantasma Pjaga o peggio ancora schierandolo al posto del Cholito vorrebbe dire mettere a rischio una plusvalenza sui 18 miloini investiti su di lui. Perciò Vlahovic deve sfogarsi in nazionale, in attesa di puntare i piedi per essere ceduto come successo con Hagi, Zanolo ecc..

IrBudelloDiToPa
Tifoso
IrBudelloDiToPa

eh ma pjaca in serbia lo sanno che è da recuperare e un fenomeno, infatti lo chiamano e lo fanno giocare. Lo sanno talmente tanto che appena lo hanno visto far schifo in allenamento hanno ben pensato di non metterlo dentro oltre i 5 minuti in 2 partite. Ma solo a firenze ci sono gli intenditori che lo vorrebbero in campo a oltranza mentre ci fa perdere punti in modo da renderlo ai gobbi in condizioni accettabili

Attilio
Ospite
Attilio

Guarda che Pjaca è croato, mica serbo…. Ha parlato l’intenditore…

marco mugello
Ospite
marco mugello

Due o tre cosucce da puntualizzare…In realtà Vlahovic ha fatto 3 partite di under, e 5 goal… In Primavera ha fatto due partite e 3 goal e un assist che valeva il prezzo del biglietto, schiantando le squdre avversarie…. Kean è nato lo stesso mese dello stesso anno, e gioca in Nazionale A italiana, un pò più importante della Viola… ma Vlahovic è un bambino… si, un bambino di 1,90 pesante 80 chili che la butta dentro ad ogni piè sospinto, ha classe da vendere, possesso palla e passaggio-assist alla MilinCovic Savic, e se gli batte addosso Pezzella, a rimbalzare… Leggi altro »

joretti
Ospite
joretti

Io rimpiango ancora la cessione di Hagi, fra le tante cose, oltre a quelle di Piccini, Mancini e Zaniolo.

Francesco
Ospite
Francesco

vendiamo subito Biraghi , teniamo Hancko titolare e compriamo un grande centrocampista.

REM
Ospite
REM

Giusto e non tanto perché Biraghi sia scarso ma perché abbiamo un sostituto altrettanto bravo e in prospettiva molto piú completo.
Biraghi adesso ha mercato ci possiamo ricavare un bel gruzzolo per reinvestire a gennaio o meglio in estate perché abbiamo ancora molti giocatori da valutare. Cosa che non é stata possibile per via di mister fissazione.
Anzi i soldi Biraghi usiamoli per darli a Pioli e al suo sostituto.

Articolo precedenteChiesa capitano… due anni dopo la ‘profezia’ di Paulo Sousa
Articolo successivoMilan alla Uefa: multa ‘ragionevole’, o si torna al Tas
CONDIVIDI