Milenkovic, ma quale ‘adattato’: forza, ordine… e gol. E’ un vero pilastro per Pioli

35



Il serbo gioca ormai costantemente a destra nella difesa ‘a tre e mezzo’: solidità ma anche gol pesanti. E ora vale 7-8 volte di più.

E pensare che per Nikola Milenkovic, nato il 12 ottobre 1997 a Belgrado, approdato a Firenze nell’estate 2017 per poco più di 5 milioni, la prima partita in maglia viola è arrivata alla 18° giornata dello scorso campionato. Era il 22 dicembre 2017, e Pioli, dopo cinque mesi di naftalina ed ‘educazione tattica’ al calcio italiano, lo inserì nella difesa a tre con Astori e Vitor Hugo nella trasferta di Cagliari. Una scelta dettata dall’emergenza, per l’infortunio a Pezzella, fino ad allora vera rivelazione. Da quel momento, però, la carriera del difensore serbo è definitivamente cambiata.

L’ESORDIO. Perché già a Cagliari Milenkovic raccolse raffica di 6,5 e 7 in pagella, mica male per un ragazzo di 20 anni al primo impatto fuori dal calcio serbo. La Fiorentina vinse 1-0 quella partita, tenendo la porta inviolata. E Pioli confermò così Milenkovic anche pochi giorni dopo, in Coppa Italia contro la Lazio: i viola persero stavolta di misura, 0-1, ma per il serbo fu una conferma in un match assai più complicato.

EVOLUZIONE. E ne ha fatta di strada, nel frattempo, Milenkovic: da quelle prime due gare è progressivamente diventato un titolare per Pioli, scalzando Laurini (e Bruno Gaspar) e giocando 15 delle ultime 17 gare del campionato scorso. Praticamente sempre da terzino destro. ‘Adattato’, si disse. Lui che nasceva come centrale e sempre lì, in mezzo alla difesa, aveva giocato al Partizan. Pioli ha però insistito sul nuovo ruolo. Un quarto di destra ‘bloccato’ (ma non troppo), per dare equilibrio nella nuova difesa ‘a tre e mezzo’. Biraghi che si sgancia spesso a sinistra facendo quasi l’ala, il serbo che resta da equilibratore a destra per dare sostegno a Vitor Hugo e Pezzella. Da qui nasce la forza della nuova Fiorentina, una difesa che è la 2° d’Italia (5 gol subiti come Juve e Inter, 1 in più della Samp) e che concede poco agli avversari.

ADATTATO A CHI? Tanto che viene da chiedersi: davvero Milenkovic può considerarsi un adattato in quel ruolo? Probabilmente no. Una posizione definita ed un ruolo chiave per Pioli. Non un classico terzino, certo, ma neanche un giocatore da considerare fuori ruolo, visto il rendimento. Media di 6,57 secondo i tifosi, di 6,42 secondo i quotidiani nelle prime 7 partite. Prestazioni sempre all’altezza (mai insufficiente, anche a Napoli è stato il migliore della difesa), solide, rocciose, precise e condite da una grande fisicità. Chiusure, diagonali, contrasti, recuperi palla, coperture al Chiesa di turno che va ad attaccare la porta. Non ha un piede troppo fine ed educato, Milenkovic, che talvolta si rifugia nelle classiche ‘spazzate’ quando va in difficoltà. Ma sta migliorando.

GOL PESANTI. Per non parlare della confidenza con il gol: già 2, fin qui, per il serbo, a segno contro il Chievo e contro la Spal. Gol pesantissimi: il primo, con gran botta da fuori finita all’incrocio, ha permesso di sbloccare il risultato; il secondo, con uno stacco imperioso ad anticipare il portiere, ha permesso ai viola di giocare poi in scioltezza dopo qualche rischio di troppo. Ma non solo, perché il numero 4 viola ha fin qui creato 6 occasioni con 9 tiri in porta (oltre che di testa, si ricorda anche la bordata da fuori nel finale di Marassi). Insomma, i numeri dicono che è un valore aggiunto anche in attacco.

SIRENE DI MERCATO. Una crescita esponenziale che non ha lasciato indifferenti i top club europei. La Juve lo monitora, l’Atletico Madrid e i club inglesi (su tutti City e Manchester) visionano da vicino le sue partite. Arrivato per poco più di 5 milioni dal Partizan, ora vale 7-8 volte di più.“Negli ultimi giorni di mercato abbiamo rifiutato un’offerta di 40 milioni per Milenkovic, ha rivelato Cognigni. Un giocatore che sta diventando di caratura internazionale, dopo anche la bella esperienza al Mondiale (titolare a 20 anni) con la Serbia. Fin qui titolarissimo per Pioli, che in sette partite non ha rinunciato al serbo neanche per un minuto.
Altro che ‘adattato’ o fuori ruolo. Milenkovic è un vero pilastro della Fiorentina che naviga in zona Champions.

35
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
OttoKrunz
Ospite
OttoKrunz

A proposito di “adattato”, c’è da aggiungere che la sua nuova posizione ha contribuito senz’altro a renderlo un giocatore importante anche in fase offensiva: se come marcatore può avere qualche difficoltà in più contro un esterno magari non molto fisico ma veloce, quando si sposta in avanti viene trovarsi in condizione di mismatch rispetto a quest’ultimo. Esempio evidente il gol contro il Chievo, quando ha letteralmente spostato Giaccherini che tentava di anticiparlo.

jordi
Ospite
jordi

Buongiorno
Sono il direttore di un gruppo di finanzieri. Concediamo prestiti che vanno da 2.000 € a 8.000.000 €. Se sei interessato, facci sapere di cosa hai bisogno per il tuo progetto e ti aiuteremo a realizzarlo.
La nostra e-mail: [email protected]
Il mio numero di whatsapp : +33 7 55 27 71 00
Cordiali saluti
                  Jordi Klaus Verena

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Del resto Sergio Ramos comincia ad averci una certa età e sia Carvajal, che Nacho, che Vallejo, non convincono. Milenkovic sarà la soluzione delle merengues già a gennaio, (Chiesa “in” Juventus invece possono aspettare giugno, con ivari Cuadrado, Bernardeschi, (gentilmente concessi dalla Dellavallese), Douglas Costa, Alex Sandro…)…

Marzio
Ospite
Marzio

Fidati, non fai una bella vita…….. sempre ad invidiare gli altri…. ma sorridi e gustati quello che hai……del domani non ve certezza

Raska.
Member
Raska.

La cosa migliore è ignorarli, questi poveracci che trollano. Ormai i loro nomi li conosciamo… Se vedono che nessuno li caga, si toglieranno dalle scatole da soli.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Ma io ‘un son mica buco, Trytty…

...
Ospite
...

Santa Pazienza…. te devi essere un calzolaio piccolo piccolo competitor dei Della Valle altrimenti non si spiega tutto questo livore.
Ti ricordo che il Berna ha forzato la mano per andare a Torino (una mano, perché con l’altra teneva la carta igenica causa incessante cacarella).
In quanto a Quadrado invece, il giocatore è stato venduto al Chelsea per 30 cucuzze (mln) e non ai gobbi come vuoi far intendere te. Successivamente è andato alla juve in prestito per 3 anni e 1/2 complessivi prima dei essere riscattato (ebbene si, anche i gobbi prendono giocatori in prestito, mica solo “quell’incompetente di Corvino”).

Raska.
Member
Raska.

Per me è un malato mentale.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Ecco la versione più ‘gnorante di Trytty. Guarda che ormai sei sul Treccani al posto dei “Bischéri”, (o “Bischèri”, come precisavano loro): “Trytty, (…ho fatto una figura da T.!); oppure: (…ma per chi m’hai preso, per un T.!), ecc.

Ti merita nasconderti.

Tenero, però.

P.S.: leatelooooooooooooooooooooooo……….!!!!!!!!!!!!!!!!!

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Trytty… ti si riconosce lontano un miglio anche con il nick “…”, (specialmente quando scrivi apposta “Quadrado” con la “Q” per non farti riconoscere… Se volevano, i braccini, sapevano come fare per trattenerlo, non fare lo gnorri. Guarda che l’è stata una cosa grave averlo dato alla Juve. Voi con lo Sky-Box da difendere cercate in tutti i casi di farlo dimenticare, di non ricordarlo, ma chi è veramente tifoso della Fiorentina come me, (e non della Dellavallese come te), se lo ricorda in eterno. E poi, copia e incolla questo post più il tuo per rileggertelo a giugno, (anche… Leggi altro »

Raska.
Member
Raska.

Te stai male per davvero e, chiunque sia questo Tritty, deve averti traumatizzato a vita.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

No, per niente. Deve solo morire.

Raska.
Member
Raska.

Addirittura… E che ti avrà fatto mai?

Marcello
Ospite
Marcello

Gaia Grillo, cerca di trombare un po’ di più.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Gaya te, vai…

PaolinoPaperino
Ospite
PaolinoPaperino

Il termine “adattato” nel calcio non ha nessun significato; o sei capace o sei incapace. Milenkovic è capace.

diaz
Ospite
diaz

Alla faccia di chi dice che Pioli è un allenatore non da Viola. Mikenkovic laterale destro e Veretou play sono sue scommesse vinte. Forza Stefano!!!

REM
Ospite
REM

Perché sono ottimi giocatori non sfigurano da nessuna parte. Ma Milenkovic renderebbe sicuramente di piú nel suo ruolo naturale cosí come Veretout. Per quanto riguarda quest’ultimo perdi quei 4/5 goal a stagione di Veretout.
Pioli é bravo tatticamente, nella sceta dei giocatori (e loro posizione in campo n base alle caratteristiche), sostituzioni, valorizzazione giovani lasciamo perdere. Questo fará giocare si e no mezza partita a Montiel da qui a fine stagiobe se ci va bene

...
Ospite
...

Scusa REM, abbiamo la squadra più giovane d’Italia e d’Europa e Pioli non sa valorizzare i giovani? Ma chi deve far giocare anche primavera e allievi?

REM
Ospite
REM

Sono tutti giovani con “esperienza”. Parlo di buttare nella mischia un Montel. Non dico subito ma portarlo in panchina e fargli giocare qualche finale quando c’é magari da sloccare il risultato con una giocata. Oppure lanciare Hancko titolare quando sai che ci sono avversari che possono mettere in difficoltá Biraghi come Gomez..

Marzio
Ospite
Marzio

Hancko ti trovo d’accordo…. ma su Montiel, deve mangiarne di minestra per la serie A…..lo visto in Primavera e sembra un bimbetto che gioca con i grandi…. e sono pari età………. e non scomodare Messi e nani vari, è semplicemente molto esile

Marzio
Ospite
Marzio

Ovvia qualche pulcino potrebbe trovare minuti da mettere nelle gambe

DM1984
Ospite
DM1984

Soprattutto l’idea del modulo ibrido che diventa un 3-4-3 in fase offensiva, con Biraghi che sale a fare l’ala e Milenkovic che si accentra nel suo ruolo di centrale. Secondo gli intenditori qui dentro però la Fiorentina “non ha gioho”. Vabè, tempo perso

diaz
Ospite
diaz

A me pare che Biraghi scenda spesso sulla fascia, non pignolerei sul 3-4-3 o 4-3-3 ma sulla sostanza. Biraghi è più bravo ad attaccare che a difendere mentre per Milenkovic è il contrario.

Andreappp
Ospite
Andreappp

Godiamocelo ora perché di club blasonati che stanno in difficoltà che non hanno ricambi ce lo porteranno via ……. Questo ragazzone vale più di CHIESA……

...
Ospite
...

Adattato a chi? il nostro Milenkovic non è un adattato, piuttosto sta dimostrando di essere un giocatore forte ed anche duttile.
Se snaturato o addirittura valorizzato potremmo dirlo solo a posteriori.
Perché dico forse addiruttura valorizzato? perchè ci sono molti precedenti di giocatori ‘nati’ in un ruolo e poi migliorati, esplosi in un’altro. I primi che mi vengono in mente sono Pizarro, Liverani e Pirlo nati trequartisti e poi diventati super registi, Ufo centrale e poi terzino, Di Chiara ala e poi terzino, Massaro mediano e poi attaccante… Lafont attaccante e ora portiere.

Daroou
Ospite
Daroou

Per non parlare di Chiellini che da noi era un ignobile terzinaccio sinistro mentre passato a centrale é diventato un pilastro della Juve. Ammetto che ad inizio campionato ero contro questo “adattamento”, ma son contento di essermi sbagliato e che Pioli abbia avuto ragione.

REM
Ospite
REM

Vedetela come vi pare ma esterno destro nella difesa a 4 é un adattato. Se trova un brevilineo va in difficoltá inutile mascherare i difetti. Comunque ottimo difensore anche schierato fuori ruolo.

SVARCAROLO
Ospite
SVARCAROLO

Il brevilineo Gomez è stato spostato di fascia per evitare la sua marcatura

REM
Ospite
REM

Il brevilineo Gomez é andato da Biraghi..perché se Milenkovic se la puó cavare Biraghi (che considero un buon giocatore) non la vede mai con certi tipi di giocatori. Infatti Pioli secondo me avrebbe dovuto schierare Hancko molto piú adatto al compito.
Fin quando ci va bene..

DM1984
Ospite
DM1984

Certo che se Biraghi non viene mai aiutato con un raddoppio la colpa non è solo sua

REM
Ospite
REM

Anche questo é vero ma qualche volta vincere un duello anche da solo non sarebbe male..

Soo
Ospite
Soo

.. Si, ma Biraghi ha segnato…
Questo è uno che tira le punizioni e crossa come pochi… Magari soffre in difesa ma ci fa vincere le partite…. Vi pare poco?…. Impariamo a guardare i pregi non i difetti e la vita sarà più bella

Raska.
Member
Raska.

Chiesa e Milenkovic non si toccano!

Daroou
Ospite
Daroou

Si, in effetti fa un po’ pena che ogni singolo articolo su un nostro giocatore ci sia anche il listino prezzi… ma farci godere l’ottima partenza anziché pensare sempre alle plusvalenze no? E che cazz

Articolo precedenteChiesa, dopo la gogna mediatica ora il campo: dribbling e gol per rispondere alla ‘sua’ maniera
Articolo successivoMarotta, dopo il divorzio dalla Juve potrebbe restare in Italia: contatti con l’Inter
CONDIVIDI