Da Milenkovic sul Papu a Hugo su Ilicic. Dopo CR7 nuovo crash test per la difesa con la Dea

6



Pioli aveva provato Milenkovic a uomo su Gomez e Hugo a uomo su Ilicic. Uscendone sempre o quasi con le ossa rotte. Dopo la Juve c’è da fronteggiare l’attacco dell’Atalanta. Con grande attenzione

DOPO SARRI ECCO IL GASP Di armi ne ha tantissime l’Atalanta per far male. Come da qualche anno a questa parte. Dall’intensità alla spinta sulle corsie esterne, fino ai saltatori sulle palle inattive passando per il tiro da fuori.  Dopo la Juventus sarà dunque altro test per la difesa della Fiorentina contro i nerazzurri. Servirà grande attenzione alla fase difensiva anche contro il Gasp dopo quella prestata a Sarri, con grande successo. Annullare Ilicic, Gomez, Zapata, Muriel non sarà certo facile, come tuttavia non lo era fermare CR7, Higuain, Cuadrado e chi per loro aveva a disposizione la squadra bianconera sabato scorso.

CRASH TEST PER LA DIFESA E se è vero che contro la Juventus è mancato il gol, con la rinuncia al nove per un più accorto 3-5-2 o 3-4-1-2 che dir si voglia vista la posizione in campo di Castrovilli, è altrettanto vero che la squadra campione d’Italia da 8 anni consecutivi non ha praticamente mai tirato in porta. Dopo aver annientato la Juve la missione è chiara: rendere meno incisiva possibile anche la manovra offensiva dell’Atalanta per un altro crash test vero e proprio. Sperando poi di concretizzare qualcosa di più davanti.

DA MILENKOVIC A HUGO Ne sanno qualcosa i predecessori di Vincenzo Montella. Pioli su tutti. Che in origine reinventò Nikola Milenkovic terzino due stagioni fa, a Bergamo, per giocare praticamente a uomo sul Papu Gomez, e che l’anno scorso al Franchi, in Coppa, provò la soluzione Vitor Hugo a uomo su Ilicic. Scelta, quest’ultima, che non ha certo pagato (peraltro corretta troppo tardivamente). Anzi, visto che lo sloveno ridicolizzò lo stesso brasiliano propiziando l’uno-due che portò sul doppio provvisorio vantaggio l’Atalanta con un doppio assist.

ASSETTO SIMIL FIORENTINA-JUVE?  E adesso il dilemma si ripropone. Affrontare l’Atalanta andando all’arma bianca, senza fare particolare attenzione alla fase difensiva, sarebbe un suicidio. E questo Montella lo sa benissimo. E se qualcosa potrebbe cambiare, soprattutto davanti, le quotazioni di una Fiorentina simil quella vista contro la Juventus sono alte. Caceres, Pezzella, Milenkovic dietro con Lirola e Dalbert sulle corsie.

Davanti di possibili soluzioni, anche a gara in corso, da utilizzare ce ne sono una caterva. Da Vlahovic a Pedro, passando per Boateng, fino allo sfruttamento degli esterni con un attacco a tre con Ribery, Chiesa, Ghezzal, Sottil, Montiel. Equilibri e feelings che si possono trovare anche a partita in corso. Diverso, invece, il caso dell’assetto difensivo, che va trovato fin dal primo minuto. Troppi i gol presi col Napoli, che potevano essere altrettanti anche a Marassi col Genoa. E la strada, dietro, intrapresa con la Juventus, invece, offre sicuramente maggiori e migliori garanzie. Anche su questo, Montella, sta riflettendo. E i prossimi giorni saranno decisivi.

6
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
(Finalmente) Tifoso
Ospite
(Finalmente) Tifoso

Qua si continua. Parlare di difesa a e difesa ma che abbiamo un attacco che non segna MAI, ma proprio MAI, e che è un problema che ci portiamo avanti e sub anno (fino ad un culmine di 4 mesi senza reti a fine anno scorso) sembra che non importi a nessuno… Il bello è che poi danno colpa se subiamo 1 gol o 2 ogni tanto…ma ragazzi quello è normale. Quello che non è normale è che tu debba sempre puntare a subire 0 reti per portare a casa lo 0-0 stentato e che si prendi gol si sappia… Leggi altro »

No'
Ospite
No'

Cos’è, ci stai ripensando? Torni ad essere un ex tifoso?

Manuel
Ospite
Manuel

Mamma mia….

Masso da Marsiglia
Ospite
Masso da Marsiglia

Come gioca l’Atalanta l’hanno capito anche in Croazia. Solo lo stolto, calcisticamente parlando, Don Piolo non l’aveva capito. Montellik studia e di calcio ci capisce. Avremo un viola senza un gioco fisso ma sempre corta e véloce. Domenica si vince, anche se l’aria viola fosse scambiata per la Costoli dal Papu e i suoi seguaci !

Thedoctor
Member
Thedoctor

Per me Montella inizierà schierando esattamente la stessa squadra di sabato scorso

Alessio
Ospite
Alessio

Se vuole provare a vincere schiera un 3-4-3, se parte con un 3-5-2-vuole stare coperto.
Montella ha diverse soluzioni deve fare giocare chi più è in forma. Comunque un mix di esperienza e gioventù

Articolo precedenteAtalanta subito in campo per dimenticare la Champions e guardare alla Fiorentina
Articolo successivoCagliari, Maran: “Giovanni Simeone ricorda il padre per temperamento e carattere”
CONDIVIDI