Milic, ex Fiorentina, ad un passo dal Napoli. Pronto il contratto fino a giugno

19



Hrvoje Milic, scaricato da Fiorentina e Olympiakos, sembra ormai destinato a firmare per il Napoli un contratto di sei mesi, ovvero fino al termine della stagione. Secondo Ciro Venerato, giornalista della Rai, nei prossimi 4/5 giorni il Napoli definirà proprio l’arrivo dell’ex Fiorentina. Un breve contratto, ha raccontato Venerato a Radio Crc, fino a giugno e senza vincoli contrattuali. Milic dunque si prepara a tornare in Italia.

19
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
stracoscia
Ospite
stracoscia

farebbe fatica a giocare titolare in SERIE C

PosaLaQuaglia
Ospite
PosaLaQuaglia

Spero che alcuni commenti siano ironici (anche se temo di no); ma credete veramente che Milic è stato preso per giocare nel Napoli di Sarri? Ma lo seguite il campionato oppure avanzate teorie a vanvera? Sarri gioca con 11 giocatori e al limite utilizza altri 2-3 elementi della rosa. Gli altri è come se non esistessero. Milic è stato preso solo per un fatto numerico: Gohulam si è nuovamente fatto male e per questa stagione non rientrerà; il secondo infortnuio è avvenuto a mercato chiuso quindi il napoli può prendere solo giocatori svincolati e per quanto riguarda i terzini sinistri… Leggi altro »

Carpaccio
Tifoso
antonio gradi

Se l’hanno preso per giocare solo in caso di asteroide sul pulmino della squadra, non era meglio promuovere un primavera in caso di estremo bisogno? Per me è solo un favore a qualche mezzano, senza andare a cercare altre spiegazioni di carattere tecnico. Noi ce ne dovremmo intendere. Saluti.

PosaLaQuaglia
Ospite
PosaLaQuaglia

Un primavera lo possono aggregare in qualunque momento visto che non ci sono vincoli in merito. Evidentemente, visto che si stanno giocando lo scudetto, non vogliono lasciare nulla al caso è in caso di cataclisma potranno scegliere tra un primavera è uno con esperienza. Inoltre Sarri non è famoso per promuovere giocatori dalle giovanili: in tutto il tempo che è stato a Napoli non ha lanciato nessun giovane proveniente dalla primavera.

Index-567
Ospite
Index-567

…..stai a vedere che ora anche questo fa il fenomeno

Quaquaraqua
Ospite
Quaquaraqua

Magari no, ma non sarebbe proprio così di fori, visto i giocatori che qui son stati massacrati e poi osannati dopo che sono andati via.
E nessuno che si fa mai una domanda!

gino
Ospite
gino

O icche’ se ne fanno ?

AlexCroatiaViola
Tifoso
Alex

Vi immaginate un gol dell ex Milić? 😀

Nengab
Ospite
Nengab

Oh un era poco bono??

figther
Ospite
figther

Son messi di nulla, magari là diventa buono anche lui anche se obbiettivamente non è certo peggio di Maxi Olivera

ruzzolapaiolo
Ospite
ruzzolapaiolo

hanno dato via strinic …………………………..

Numbers
Ospite
Numbers

piccolo commento basato sulle statistiche:

Lo scorso anno Milic ha giocato 16 partite con 4 assist. MEdia voto: 5,91

Biraghi: 22 partite, 3 assist media voto 5,68

Però qua è rimasto “misteriosamente” il PEGGIO: CIOE’ OLIVERA.
Cioè quello pagato DI PIU’ che “misteriosamente” non sono riusciti a sbolognare…..mentre con Milic hanno fatto plusvalenza.

Ancora qualcuno si ostina a dirci che se non lo conosciamo è colpa nostra?

buffone

Ioannes
Ospite
Ioannes

con milic plusvalenza? ma dove? se corvino ci fosse riuscito andava rivalutato

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

L’ha venduto a quanto l’ha pagato, quindi ha generato una plusvalenza.

Alebg
Ospite
Alebg

Sarri ritiene che sia rapido e tecnicamente valido a lucidare gli scarpini di Hisaj,Mario Rui e Maggio.Se rientra,anche di Ghoulam.

casentinoviola
Ospite
casentinoviola

milic non si tocca….

marco mugello
Ospite
marco mugello

Vuoi vedere che Milic con Sarri gioca molto più che benino?

Ioannes
Ospite
Ioannes

milic con sarri non gioca proprio

scurreggione
Ospite
scurreggione

si si vero, infatti all olimpiokos unlanno confermato perchè gliera troppo forte

Articolo precedenteCorvino: “Sostituire il mercato invernale con una settimana a novembre”
Articolo successivoLaurini verso il forfait, Milenkovic preferito a Gaspar, ecco perché
CONDIVIDI