Minotti: “Milenkovic fra i top in Europa. A quell’età non ne vedo tanti come lui”

3



L’ex leader della difesa del Parma parla del giovane difensore serbo della Fiorentina, che da terzino è passato a giocare nel suo ruolo di centrale

L’ex difensore Lorenzo Minotti, oggi commentare Sky, ha parlato a La Nazione di Nikola Milenkovic, che da centrale sta tornando a giocare su buoni livelli: «Ha giocato una partita solida, senza sbavature. Milenkovic ha tutte le caratteristiche del giocatore moderno: è atletico, fisico e gioca bene il pallone. Per di più ha un colpo di testa temibilissimo. Contro il Napoli si è visto chiaramente».

Insomma, questa può essere la stagione della consacrazione per lui. «A livello internazionale non vedo tanti difensori centrali della sua età con caratteristiche simili. Ha tutto per imporsi ad altissimi livelli».

Da terzino a centrale: come valuta la crescita e i miglioramenti di Milenkovic? «Il percorso è stato giusto. Da terzino ha preso più confidenza con l’impostazione del gioco e ha aumentato la sua autostima. Non è facile comandare una difesa quando si è così giovani. Anche io, nella mia carriera a Parma, ho iniziato più da esterno, giocando accanto a un leader come Grun».

Sabato scorso Montella ha scelto la difesa a 3. E Milenkovic ha risposto alla grande. «La linea a tre ne esalta le doti di marcatore e il fisico. Inoltre con questa impostazione può assorbire tanto da Pezzella, un leader difensivo da cui prendere esempio per completarsi».

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Ghero
Ospite
Ghero

Vero

Thedoctor
Member
Thedoctor

Minotti uno che di difesa se ne intende. Il Parma di Nevio Scala aveva una muraglia davanti alla porta, era una fucina di difensori ottimi. Apolloni, di Chiara, Mussi, Minotti, Sensini, Couto, Benarrivo…

Gian
Ospite
Gian

Thuram Buffon e Cannavaro li hai volutamente eclissare?

Articolo precedenteAtalanta-Fiorentina, sarà Orsato a dirigere il match. Aureliano al Var
Articolo successivoPezzella: “L’Atalanta sarà arrabbiata. Quelli ottenuti non sono i risultati che volevamo”
CONDIVIDI