Mirallas, il ‘jolly’ a destra per ‘sganciare’ Chiesa. Montella cerca il nuovo Joaquin

15



Il belga contro Juve e Bologna ha giocato largo a destra, per liberare Fede in attacco. Una ‘mossa’ che ricorda quanto fatto con Cuadrado e Joaquin.

Chiesa è il classico giocatore moderno. E’ giovane ma allo stesso tempo anche molto completo, le cose migliori lui le ha fatte sulla fascia: partendo da lontano credo che sia più determinante”. Così parlò Vincenzo Montella al suo ritorno a Firenze. Chiesa il nodo della questione: attaccante come nell’ultimo periodo di Pioli, o ‘equilibratore’ a destra a centrocampo? Più vicino alla porta o largo a tutta fascia? Un dilemma non da poco. Contro il Bologna era partito largo più arretrato, poi è tornato davanti. Così come contro la Juve. E i risultati si sono subito visti.

MOSSA TATTICA. Un 3-5-2 che si trasforma in 4-3-3, queste le prime idee del Montella-bis. Con Chiesa a destra e Biraghi-Hancko a sinistra a oscillare tra i due moduli nelle diverse fasi di gioco. Ma Federico laggiù largo, lontano dalla porta, è un bel ‘sacrificio’ viste le problematiche di gioco e di attacco della Fiorentina. E allora riecco Mirallas. Un ruolo nuovo per il belga, uno abituato a fare l’esterno offensivo e a volte anche la prima punta. Tanto che la Fiorentina lo aveva preso anche per fare la prima riserva a Simeone. Con Montella invece, è il ‘jolly’ a destra che serve per ‘sganciare’ Chiesa davanti. Del resto, a destra la Fiorentina non ha un esterno di ruolo a parte Chiesa. E la logica dell’Aeroplanino è stata così quella di adattare Mirallas.

COME JOAQUIN. Una mossa non nuova per Montella. Che, con le dovute proporzioni, riporta indietro con la mente. Autunno 2014, Joaquin che a volte completa il tridente nel 4-3-3 e altre fa l’alternativa di Cuadrado a destra. Poi la scelta dell’Aeroplanino di spostare Cuadrado seconda punta nel 3-5-2. Con la ‘promozione’ di Joaquin a titolare fisso. In un ruolo inedito, da 5° di centrocampo a destra. Corsa, polmoni, intelligenza e tanta, tantissima qualità per lo spagnolo, che a 33 anni si rinventa. “E’ un esempio per i giovani”, disse Montella di Joaquin. Stavolta è Chiesa a spostarsi davanti, e Mirallas ad essere il ‘jolly’ sulla destra. Meno qualità dello spagnolo, ma stessa dedizione e applicazione per il belga. Che contro la Juve si è sacrificato molto in copertura, non rinunciando comunque ad attaccare. Una mossa che potrebbe essere ripetuta anche contro l’Atalanta. Una partita in cui i duelli sulle fasce potrebbe essere determinanti.

15
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
l'etrusco
Ospite
l'etrusco

L’avete già detto in molti … ma se solo pensate che joaquin è stata forse la migliore ala destra del suo periodo, il paragone è davvero improponibile … o metti muriel sulla fascia destra, chiesa a sinistra e lasci davanti vlahovic ( l’unica vera punta che hai anche se troppo acerbo per una partita del genere ) , o il problema è che per adesso ci tocca arrangiarci con quello che ci s’ha …

Luigi M.
Ospite
Luigi M.

Paragone improponibile, troppa la differenza tecnica tra i due giocatori.

Viola74
Tifoso
Viola 74

Con tutto rispetto per Mirallas ma Joaquin era ben altro giocatore!!!

massimo
Ospite
massimo

Per me Mirallas sta bene in tribuna!

Batigol,pc
Ospite
Batigol,pc

Con la vendita di Chiesa,che non può restare a Firenze un altro anno,Lazzari a destra e Inglese a sinistra,Muriel,centravanti con l’alternativa Pavoletti.Due centrocampisti di cui uno con i piedi buoni,un terzino destro e per il prossimo anno siamo a posto.Sognare non costa niente.

l'etrusco
Ospite
l'etrusco

Con la cessione di chiesa hai di molto da sognare…

AngeViola
Ospite
AngeViola

la famosa ala inglese….inglese una prima punta…

Aspetta & Spera
Ospite
Aspetta & Spera

Joaquin, quadrado….anni luce da Mirallas, paragone improponibile…la mediana poi…Non c’è che il catenaccio e sperare nelle ripartenze di Muriel/Chiesa , pregando che la difesa e il portierino mantengano nervi saldi

Rasputin
Ospite
Rasputin

Era una mossa che io pensavo anche ai tempi di pioli comunque e’ sempre la qualita dei singoli a determinare i risultati lo si e’ visto anche contro i gobbi pero proviamoci contro la dea in fin dei conti non sono fenomeni

Ciocio
Ospite
Ciocio

Io per l’anno prossimo punterei tutto su
Di Mauro,l’esterno destro dell’eintracht
Francoforte….è devastante,giovane (23 anni) e con passaporto italiano….
Vai Corvaccio,dacci una gioia!!!!

Bagnolesi Giiovanni
Ospite
Bagnolesi Giiovanni

L’unica gioia che ci deve dare il corvo e’quella di andare in pensione levandosi dai coglioni. E’ proprio imbarazzante guardarlo ma soprattutto sentirlo parlare. Per non parlare poi di come gestisce il patino.

Aldo
Ospite
Aldo

Dai, Giovanni, non la mettiamo sul personale. Bastano e avanzano le corbellerie commesse con certi acquisti..

Nonno Conno Feikkeniusse
Ospite
Nonno Conno Feikkeniusse

Se non intasco nonnolo gonosco

l'etrusco
Ospite
l'etrusco

Devo comunque dare atto che nonno conno feikkeniusse e sugosa plusvalenza sono tra i migliori personaggi…

Gerry
Ospite
Gerry

Come notate costui è più sveglio di Pioli , se no come spiegavi che il cagliari ha i nostri stessi punti ?

Articolo precedenteDalla Turchia insistono, anche i viola su Elmas. Ma il Fenerbahce vuole 15-20 milioni
Articolo successivoWomen’s, è di nuovo Fiorentina-Juve: domenica la finale di Coppa Italia
CONDIVIDI