Missione (non) impossibile, Pioli ci crede: “A Napoli convinti delle nostre qualità”

dal Corriere Fiorentino

2



L’ultimo test contro una delle prime cinque della classe, il Napoli, è probabilmente il più arduo. Archiviato il successo convincente con il Sassuolo l’obiettivo è quello di provare a dare continuità soprattutto al pareggio di Roma, contro la Lazio. È quella, infatti, l’unica sfida nella quale sono arrivati punti al cospetto di una squadra di vertice. Mentre con Inter, Juventus e Roma ci sono state solo sconfitte. Anche per questo Stefano Pioli coltiva ottimismo e medita di confermare l’undici titolare delle ultime sfide, lavorando anche sul profilo psicologico.

«Le partite impossibili non esistono — ha detto l’allenatore a Sky — il Napoli è una squadra di assoluto valore, lo dimostrano i risultati e il modo che hanno di giocare. Noi però scenderemo in campo convinti delle nostre qualità e cercando di tenere alto il ritmo». Gli sfavori del pronostico, tuttavia, potrebbero essere i migliori alleati di una Fiorentina che non ha niente da perdere. Il recupero di Thereau, la crescita di Simeone e le conferme offerte da Chiesa sono le principali armi alle quali si affiderà Pioli per provare a limitare Mertens e compagni. Se poi serviranno modifiche in corsa, le ultime partite hanno già dimostrato la bontà degli inserimenti di Babacar o del recuperato Saponara.

Per l’allenatore viola, infine, quella di domenica sarà anche una buona occasione per cercare un’impresa che alla Fiorentina manca da tempo. Contro una delle big l’ultima vittoria risale al 13 maggio scorso, quando arrivò al Franchi il 2-1 sulla Lazio sul finire di stagione, mentre per trovare un exploit lontano da Firenze serve tornare alla prima stagione di Sousa, quando nell’ultima giornata arrivò il 4-2 a Roma contro la Lazio, dopo aver trionfato anche a San Siro con l’Inter.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
GIULIANO
Ospite
Member
DACCORDO CON IL MISTER SUL FATTO CHE NESSUNA GARA è IMPOSSIBILE, MA QUELLA DI NAPOLI è UNA GARA DAL MASSIMO COEFFICENTE DI DIFFICOLTà,QUINDI OCCORRE PER PRIMO AVERE MASSIMA CONVINZIONE NEI PROPRI MEZZI,MA POI CONTRO UN AVVERSARIO DEL CALIBRO DEL NAPOLI,OCCORRE TANTO EQUILIBRIO IN CAMPO,BISOGNA ESSERE CORTI,CHIUDERE TUTTI GLI SPAZI O QUASI,COME HANNO FATTO SPALLETTI E ALLEGRI AL SAN PAOLO,HA RAGIONE SARRI QUANDO HA DETTO A FINE GARA CON L’INTER,FAREI SPALLETTI MINISTRO DELLA DIFESA,MA CON QUELL’ATTEGGIAMENTO PRUDENTE,ANCHE UMILE NEL NON VOLER ACCETTARE UNA GARA ALLA PARI CON IL NAPOLI,SPALLETTI SI è PORTATO A MILANO UN PUNTONE PESANTISSIMO. LA FIORENTINA CHE MI PIACEREBBE VEDERE AL SAN PAOLO.è QUELLA ORDINATA CHE HO VISTO A TORINO CON LA JUVE,DOVE ABBIAMO DIFESO BENE TRANNE CHE NELL’OCCASIONE DEL LORO GOAL,PERCHè GASPAR SI ERA ADDORMENTATO,MA ERA A TORINO UNA FIORENTINA CHE SI DIFENDEVA MA ORDINATAMENTE,SENZA QUELLE LEGGEREZZE,CHE ABBIAMO COMMESSO IN USCITA PALLA,CONTRO LA ROMA AD ESEMPIO.QUINDI RIBADISCO… Leggi altro »
Cuore Viola
Ospite
Member

Napoli missione impossibile sulla carta, ma io sono speranzoso. Sicuramente il Napoli arriverà psicologicamente più condizionato da noi, avrà tutto solo da perdere, mentre noi se entreremo in campo con la psicologia giusta potremmo anche divertirci.
Forza VIOLA

wpDiscuz
Articolo precedenteNapoli-Fiorentina, arbitra Fabbri
Articolo successivoCentrocampo, piace Hernandez del Villarreal. Pioli vorrebbe una ‘soluzione italiana’
CONDIVIDI