Mondiale lama a doppio taglio. Esterni, Contento potrebbe essere l’affare low-cost

0



Parlare del futuro di Cuadrado, in casa Fiorentina, è diventato esercizio fin troppo noioso. La Vespa incanta in Brasile ed ogni partita che passa aumentano parallelamente valore e richieste. Già, perché il Mondiale è una specie di lama a doppio taglio. Da una parte il valore del cartellino che lievita in maniera esponenziale ad ogni dribbling del giocatore, dall’altra gli occhi dei grandissimi club che si moltiplicano. Certo, non che Cuadrado venga da una stagione anonima e quindi sia sconosciuto ai più, ma vederlo far impazzire le difese avversarie al Mondiale ha aiutato a catalizzargli addosso l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori. E allora si sono svegliati in tanti. Sondaggi con il procuratore, dal Barcellona all’Arsenal, passando per il Manchester United ed il Bayern Monaco. Ma a tutti è stata detta la stessa cosa: per strapparlo alla Fiorentina serve la proposta incredibile, quella di fronte alla quale Della Valle impallidirebbe. E per far impallidire Della Valle servono milioni su milioni, 40 adesso non bastano più. Lo sa Cuadrado, lo sa il suo procuratore e lo sanno le squadre che si sono interessate a lui. Difficile trattenerlo a Firenze, ma è altrettanto difficile mettere sul piatto cifre così elevate (che ancora non sono arrivate formalmente sul tavolo della Fiorentina).

 

Detto di Cuadrado, la sensazione è che prima di affondare i colpi importanti la Fiorentina si impegnerà a cedere quei giocatori che possono creare un tesoretto nelle tasche di Pradè e Macia. Gli indiziati sono Roncaglia e Vargas, giocatori che hanno un discreto mercato e che dovrebbero far racimolare alla Fiorentina circa 7-8 milioni di euro. Da qui arriveranno i soldi per sbloccare l’affare Bonaventura, sempre in attesa di una chiamata da parte della Fiorentina. Il mercato degli esterni di difesa è particolarmente intrigante. Complicato mettere le mani su Vrsaljko, ma la Fiorentina continuerà a provarci in tutti i modi, perché è stata un’esplicita richiesta di Montella. Gli altri nomi sono quelli di Santon (che può giocare sia a destra che a sinistra) e Diego Contento. Il problema di Santon è legato all’alta richiesta del Newcastle, che non si accontenta di una cifra inferiore agli 8-10 milioni di euro. Difficile trattare su queste basi. Contento, invece, è stato proposto dall’agente a mezza Serie A, Fiorentina compresa. Pradè ci sta pensando, consapevole che potrebbe prendere una pedina interessante da mettere sulla sinistra senza spendere troppo a livello di cartellino ed ingaggio.

 

Intanto, sul fronte cessione, si registra la proposta dell’Eintracht Francoforte per Babacar. I tedeschi fanno sul serio, la Fiorentina probabilmente cederà il suo attaccante in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 5 milioni di euro. D’altro canto lo abbiamo sempre scritto: è questo, dopo un gran campionato di Serie B, il momento giusto per cedere il senegalese, in assenza di totale fiducia nelle sue qualità tecniche. E già da tempo si era capito che Montella non si sarebbe opposto ad una sua cessione.

Autore: Alessandro Latini (@LatoAle) – Fiorentina.it