Montella: “Cagliari un bel test per noi, felici per Castrovilli. Caceres sta bene, Vlahovic…”

21



Giorno di vigilia, la Fiorentina tra poco si allenerà al centro sportivo e poi partirà alla volta di Cagliari. Le parole del tecnico gigliato

Così Vincenzo Montella in sala stampa, alla vigilia del match contro il Cagliari: “Il Cagliari è la rivelazione del campionato. Ha la sua forza a centrocampo, in quella porzione di campo poche squadre hanno più qualità di loro. E’ una partita bella da giocare, troviamo una squadra in salute, una regione piena di entusiasmo. Il campo è un po’ stretto, favorirà la pressione. E’ una partita bella per capire a che punto siamo. Il Cagliari ha perso Barella, ma ha preso giocatori di alto livello: hanno ambizione, sono molto curioso e carico“.

Su Simeone: “Giovanni è un giocatore importante, lo è diventato a Firenze. Ha sofferto tanto qui, succede ai bravi ragazzi. Quando siamo rientrati dopo l’estate mi aspettavo qualcosa in più. Lui voleva rimanere, ma non vedevo dentro di sé la molla scattata per cambiare le cose. Gli abbiamo consigliato di cambiare, si merita tutto come calciatore e come bravo ragazzo. Mi auguro se lo ricordi anche domani di essere un bravo ragazzo“.

Su Nainggolan: “Lo seguo dalla prima esperienza a Firenze, l’ho sempre apprezzato molto e lo conosco personalmente. C’è stata la possibilità, era fortemente tentato anche se poi ha deciso di seguire il suo cuore per gli aspetti che conoscete. Complimenti a lui”.

 

Su Castrovilli in Nazionale: “Siamo contenti ed orgogliosi. Ci abbiamo scommesso con staff e società. Abbiamo deciso di tenerlo già da Moena. Abbiamo corso dei rischi, ma siamo felici perché è un ragazzo umile, siamo convinti che non la perderà l’umiltà, è la sua forza”.

Sui giovani: “Firenze non è una città di provincia. Non è facile per un giovane, si passa da eroi ad essere non pronti. Abbiamo deciso di puntarci, è un anno per capire il loro valore. Qualsiasi squadra, per ottenere risultati, ha bisogno di uno zoccolo duro del settore giovanile, che porta senso di appartenenza e fa risparmiare per compare altri giocatori. A volte bisogna capire che un errore ci può stare. Prendete Ranieri, sono felicissimo di lui, ma dopo l’errore di Genova sembrava non fosse buono. Tra l’altro ha rinnovato il contratto come Castrovilli, siamo contenti. Queste scelte che abbiamo fatto vanno sostenute fino alla fine del campionato. Qualcuno ha margini di crescita importanti, altri hanno dato di più di quello che ci aspettavamo“.

Su dove deve migliorare Chiesa: “L’anno scorso per fare 2 gol ha impiegato 48 tiri. Quest’anno siamo sulle stesse cifre. Dopo Ronaldo è quello che tira di più, quindi qualche gol in più lo deve fare. Deve migliorare nella gestione della sua partita e nella continuità“.

Su alcuni tempi fatti meglio di altri: “Anche a me piacerebbe condurre la partita per tutti i 95 minuti, ma ci sono gli avversari. Con il Sassuolo il secondo tempo è stato straordinario, per quale alchimia dovremmo essere sempre a quel livello? Gli avversari ci sono, lavoriamo per arrivare a tenere sempre quel livello, ma è un percorso lungo. Sono poche le squadre che hanno una superiorità netta per tutta la partita“.

Sulle possibilità della stagione: “La partita di domani ci dirà qualcosa. La squadra è sempre viva, se la può giocare con tutti. Ha una forte identità, bisogna fare qualcosina in più in zona gol“.

Su Pedro: “Sta sempre con noi, sta crescendo di condizione

Sulla punta, in particolare Vlahovic: “Me lo chiedono tutti anche per strada. Vlahovic titolare ha giocato solo con me. Ci credo in lui, ha grandi prospettive. Ma non è semplice far giocare tanti ragazzini insieme, contro squadre molto esperte come il Parma. E’ subentrato tanto: lo sto gestendo, so che se dovesse sbagliare una partita, i giudizi cambierebbero. Siamo pronti a supportare un momento negativo a livello personale? Io non vorrei disperdere un patrimonio del presente, ma soprattutto del futuro“.

Sulla formazione: “I giocatori lo sanno chi gioca, ormai la formazione non la sbagliate più. Sono io che la sbaglio…“.

Su Gigi Riva: “Lo saluto con grande affetto e gli faccio gli auguri, è una persona rispettosa ed educata, un po’ come il nostro Giancarlo. Devo dire che Dusan un po’ gli somiglia, è il mio augurio finale per lui“.

Su Zurkowski: “Non mi ha deluso, ha voglia e struttura. Deve imparare a giocare nel nostro campionato e con i compagni. Ha corsa, nel nostro centrocampo è unico come caratteristiche. Sono contento di come sta crescendo“.

Su Caceres: “Sta bene, si è allenato con il gruppo“.

Su cosa ‘rubare’ al Cagliari: “Faccio i complimenti a Maran, sta facendo un grandissimo lavoro, ma non invidio niente, mi tengo i miei calciatori“.

Sulla maturità del centravanti: “Nel nostro campionato è difficile fare gol da giovani: Dusan ha 19 anni. Ci vuole malizia, quella te la dà l’età“.

Su Venuti e Lirola: “Sono felicissimo per Venuti, abbiamo fatto una scelta importante. E’ un jolly, può giocare ovunque. Ha senso di appartenenza vero. Ci sta dando una grande mano. Lirola sta bene, è disponibile“.

21
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Lucaroma
Member
Lucaroma

Veramente è il cagliari che ha fatto un test con la fiorentina
Qui i test di…si sprecano….

Albe47
Ospite
Albe47

Troppa prudenza di Montella
Per arrivare a metà classifica come siamo potrebbe anche rischiare qualcosa di più in attacco

Odio Bergamo
Ospite
Odio Bergamo

Incredibile. Veramente incredibile. Domani sconfitta sicura. Via lui e Pradé immediatamente.

Massimiliano
Ospite
Massimiliano

Si vai, riprendiamo Corvino, che lui si che se ne intendeva! Ma icchè vu fumate??

Marcosciupa
Tifoso
Marcosciupa

….senza dubbio abbiamo molti giovani,in panca matureranno tanto….poi casomai lì compreremo 25enni da altre squadre che almeno un po’o ci hanno creduto…invidiandoli come sempre la gestione…

Simoneverstyle
Member
simoneverstyle

Montella a me piace come allenatore ma utilizzerei i 4 3 3 e Vlahovic al posto di Boateng o Pedro quando crescerà. Al massimo il Boa vicino alla punta, come faceva nel Milan con Ibra. Mi aspetto di più da Lirola mentre sono contento di Dalbert… però spesso ha troppa fretta di dare il pallone, dovrebbe saper gestire meglio i tempi di gioco

Stefano501
Tifoso
Stefano501

Ma io ora come ora, visto che siamo corti a centrocampo giocherei con un 4231 (non tollero il finto 352 che in realtà è spesso un 532):
Drago
Venuti milenkovic Pezzella Dalbert
Badelj( zurko) pulgar (in attesa di un centrocampista degno di qst nome x gennaio
Ribery castro chiesa
Vlahovic (pedro)

Gaetano
Member
Gaetano

Sono i risultati che determinano i giudizi, non basta giocare bene né come squadra e né come singolo. Montella lo sa, però non bisogna eccedere neanche in prudenza. Vlahovic è pronto, se non gioca non può migliorare, non può acquisire la malizia di cui parla Montella. Pure noi siamo pronti a non affossare i giovani se sbagliano qualche partita. A proposito, pure Chiesa è giovane 10/97, più giovane di Castrovilli 2/97 di ben 8 mesi, perché tanta pazienza con Castrovilli e poca con Chiesa? Io ce l’ho con tutti i giovani la pazienza…

deno
Ospite
deno

…tutto vero però i discorsi fatti su Vlahovic valgono anche per Ranieri che con il Parma è partito titolare con il rischio di qualche cappellata che fatta dal difensore è anche peggiore di quella dell’attaccante….

robe70
Ospite
robe70

Secondo me Montella non sta lavorando male. Gestisce bene un anno di transizione facendo crescere i giovani, dandogli anche qualche responsabilità, ma dosandoli, come giusto che sia. Purtroppo le alternative ai giovani sono alcuni esperti che non stanno ripagando del tutto, come Boateng e Badelj e le stesse intermittenze di Chiesa,
Quest’anno va così, il prossimo secondo me ci divertiremo e tutto sommato spero ancora con Montella,

Ponzio
Tifoso
Ponzio

Se gioca Caceres, mi sento meglio

furio
Ospite
furio

i sembra un’azzardo giocare in avanti con due bimbotti come Chiesa e Vlahovic
Metterei Boateng dietro Vlahovic e Chiesa eventualmente nel 2 tempo
Non si può fare a meno di un uomo d’esperieza capace di verticalizzare per la punta.

Tagliamosche
Ospite
Tagliamosche

……ma cosa verticalizza Boateng,che ci mette 30 minuti per girarsi….

Articolo precedenteAereo o nave, in tanti disposti a tornare anche all’alba di lunedì per seguire la Fiorentina
Articolo successivoCagliari, Maran non recupera Ceppitelli e Birsa. Duello Rog-Ionita per una maglia
CONDIVIDI