Montella: “Fischi ingiusti, questa squadra merita applausi. Sento vicina solo la Fiesole, gli altri molto meno”

    0



    montellaCosì in sala stampa l’allenatore viola Vincenzo Montella dopo Fiorentina-Hellas Verona: “I tanti cambi nella formazione? La squadra ha concesso zero al Verona, abbiamo avuto occasioni e supremazia netta. Non siamo stati fluidi, ma siamo stati superiore e solo per mancanza di precisione non siamo andati in vantaggio. Nel finale siamo stati ingenui e generosi per cercare di vincere la partita. Abbiamo regalato troppi contropiede, dopo il secondo era il caso di rimanere un po’ più indietro. I giocatori in campo oggi credevo che fossero i migliori, tenete conto che chi gioca sempre ha un’età media di 32 anni. Il quarto posto? I tre punti sarebbero stato preziosissimi per ambire a qualcosa in più. Adesso non ci sono più molte possibilità di arrivare terzi, ma faremo di tutto per migliorare la classifica. La squadra merita applausi, non fischi come stasera. Giovedì? Ci giochiamo tanto, abbiamo voglia di metterci la testa per dimenticare questa sconfitta. I rigori? Non c’è fortuna o sfortuna, io credo che sia un’abilità. Evidentemente non siamo abili… I rigori sono allenanti solo con adrenalina e stanchezza. In allenamento ci sono condizioni diversi. I fischi? Lo dico con sincerità, chi paga il biglietto ha diritto di fischiare se lo spettacolo non gli è piaciuto. Dubito che tutti quelli che hanno pagato oggi abbiano fischiato, molti saranno stati omaggiati e di solito fischiano sempre quelli che non pagano. Sento vicina solo la Fiesole, gli altri molto meno. Mi piacerebbe essere fischiato più io e meno la squadra, che negli ultimi anni è andata oltre i propri standard. Imposizioni della società sulla formazione? Nessuna e mai, la società, come me, vuole andare avanti sia in Europa che in campionato”.