Montella: “Juve più forte. Pensiamo al Napoli”

    0



    montella allegriAlla fine della partita tra Fiorentina e Juventus persa dalla squadra viola per 3 a 0, è intervenuto ai microfoni della Rai il tecnico Vincenzo Montella. Queste le parole del Mister viola: “Sapevamo che la squadra era forte. Oggi non è andata come speravamo e la Juve ha meritato. Gol annullati? Rimpalli e situazioni del genere diventano importanti anche a livello mentale. Quello su Salah? La spinta nion giustificava la caduta. Ma la Juve ha meritato. Peccato perché nel percorso non avevavmo fatto male, ma la Juve è stata cinica. Dispiace per i tifosi, ma possiamo ancora dare molto in campionato.  Per far bene dobbiamo far bene anche il palleggio e abbiamo anche sofferto fisicamente. Non abbiamo ottimizzato al massimo! Rassegnati dopo il primo gol? No, ma ci ha un po’ penalizzato. E’ nato da un fuorigioco ma al di la di questo se si gioca contro una squadra superiore è difficile. Centrocampo? Dovevo fare un pèo’ il punto della situazione ma non credo che il riusltato sarebbe stato diverso. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che loro sono stati più bravi. Loro più forti? Lo dimostra anche la classifica del campionato. Nel cassetto dei ricordi peggiori? Sicuramente, la squadra ha fatto il massimo e non ci sono rimpiani. Complimenti alla Juve ma noi abbiamo fatto quello che potevamo. Un trofeo che non arriva? La società è sempre molto vicino a noi. Dobbiamo avere testa alta e tanta forza da esprimere. Difficoltà su Pereyra? E’ stato bravo e li hanno vinto la partita. Abbiamo avuto anche episodi spiacevoli. Io accetto la sconfitta e penso già alla prossima partita. Quali difficoltà? La Juve è stata superiore, domina da tanti anni. Non per forza, vista la vittoria dell’andata, dovevamo vincere anche oggi purtroppo. Sul gol di Salah poi ci sono moltissimi dubbi, non ha messo quella forza per giustificare la caduta del giocatore e poi un po’ di timore dopo l’1-0 ci è venuto.