Montella: “La società sa cosa fare per migliorare la squadra”

    0



    Vincenzo Montella vs BolognaAlle ore 10, presso la Sala Stampa ‘Manuela Righini’ dello Stadio Franchi di Firenze c’è stata la conferenza stampa del tecnico Vincenzo Montella alla vigilia della gara contro il Torino. Molti i temi che sono stati trattati oltre alla partita, a iniziare dalle notizie arrivate dal Colorado sulla visita di controlla a Giuseppe Rossi

    Sull’infortunio e l’esito del controllo medico a Giuseppe Rossi:
    C’è da aspettare e vedere cosa aacadrà, facendo pochi discorsi. Mi auguro che adesso se ne parli pochissimo, soprattutto le persone esterne

    Sulle assenze di Rossi e Gomez in attacco:
    Sappiamo che gennaio è dififcile, sono certo che la società ha più voglia di me di fare qualcosa. Sicuramente dobbiamo valutare bene cosa fare. Certo, non è da tutti i giorni rimanere senza i due grandi attaccanti.La società sa cosa fare per migliorare la squadra e io sono fiducioso

    Sul Torino e sull’attacco viola che sarà:
    Che sia Ilicic, Matos, Rebic o Wolski a giocare al centro devono fare gol. Questo serve per vincere le aprtite. Col Torino non sarà facile. Sarà una gara che sarà decisa dai singoli. Mi aspetto un Torino che sa comportarsi in campo, cosa fare. Con Immoibile e Cerci possono risolvere sempre una aprtita.

    Su Juan Cuadrado:
    Con il Livorno ha avuto qualche opportunità importante per segnare e per troppia smania non c’è riuscito. Deve continuare a fare quelloo che sa fare. Rispetto allo scorso anno è sicuramente migliorato.

    Su Matri:
    Noi abbiamo le idee molto chiare con il direttore e la società. Che siano giuste o sbagliate sarà il tempo a dirlo, se saranno fattibili lo capiremo a breve. Non mi piace parlare dei singoli. Mi sembra che non ci siano grosse opportunità per sostituire due giocatori di livello come Rossi e Gomez. Punta esterna o centrale? L’una non esclude l’altra. Per una serata di gala servono giacca e pantaloni, anche in affitto…

    Su Mario Gomez:
    Sembra voler dare per forza le colpe a un giocatore. Io sono stato un anno fermo per un problema alla schiena poi dopo un anno mi sono dovuto operare alla spalla e il problema è passato. La cura in Germania? Non lo so. Si possono trovare tante ipotesi che non mi sembra giusto fare. Mario ci ha messo sempre il massimo della volontà per tornare a disposizione ma ancora non ce la fa per le difficoltà fisiche

    Sul momento della Fiorentina e il suo a livello di allenatore:
    Sicuramente non mi sento in difficoltà, come non voglio certo avere alibi ma cercare di fare il massimo con quello che ho a disposizione, se poi arrivano anche altri giocatori meglio. Fino a oggi tutti i giocatori hanno dimostrato grande responsabilità e ora credo che tutti avranno molto più carattere per sopperire alle mancanze per infortuni

    Su Aquilani:
    Ieri non si è allenato ma nonc redo ci siano grose preoccupazioni. Vediamo oggi come andrà

    Su Rebic:
    E’ un giocatore giovane che ha grandi prospettive ma sarebbe un errore mettere tutto sulle sue spalle l’assenza di un giocatore come Gomez