Montella: “Non mi sono riconosciuto nella squadra. A Kiev mi aspetto altre cose”

    0



    Montella conferenza NapoliCosì Montella in sala stampa: “Cosa è successo negli ultimi quattro giorni? Qualche spiegazione me la dovrò dare, anche se so dove dovremo incidere di più. La sconfitta di martedì ci ha fatto molto male, contro la Juventus era inaspettata. Oggi la squadra ha avuto poca sicurezza e convinzione, è stata colpa mia. Siamo stati poco incisivi e poco veloci. Loro hanno sfruttato le ripartenze, anche se abbiamo regalato qualcosa. La squadra non mi è piaciuta, adesso dobbiamo dare tutti qualcosa in più come atteggiamento. Non buttiamo la croce addosso a nessuno, a livello fisico stiamo bene. Il Napoli? Non ho visto una squadra così superiore, oggi l’ultima cosa da analizzare è l’aspetto tattico. Per la prima volta dico che mi aspettavo di più dalla mia squadra, sotto l’aspetto della convinzione. Non mi sono riconosciuto nella squadra. I giocatori come si gestiscono? Alternandoli, quando ci sono tanti calciatori di qualità. Gilardino? Sta bene, può essere fondamentale quando la squadra arriva al cross e gioca negli ultimi 30 metri. A Kiev mi aspetto una Fiorentina diversa sotto l’aspetto dell’atteggiamento. Diamanti? Non si è allenato per due giorni, per un problema alla caviglia. Poteva entrare, poi ho cambiato idea. Europa League prioritaria? Sarebbe un errore privilegiare una via, io non lo faccio. Giovedì è una gara fondamentale per la nostra stagione, sarebbe importante far bene anche per la nostra testa. La finale di Europa League contro il Napoli? La firmerei con qualsiasi cosa…”.