Montella-Pradé: è all-in. Stavolta, oltre a fare bel calcio, c’è anche vincere tra gli obiettivi

62



Anche l’ultima volta che iniziarono la loro avventura alla Fiorentina Pradé e Montella partirono con una rosa da rifare. Oltre a fare bel calcio, come allora, stavolta c’è anche vincere tra gli obiettivi di Commisso

Anche l’ultima volta che iniziarono la loro avventura alla Fiorentina Daniele Pradé e Vincenzo Montella partirono da una squadra che si era salvata a fine stagione e con una rosa da dover rifare quasi da zero. E ciò che ne nacque ce lo ricordiamo tutti. Far tornare la gente allo stadio attraverso bel gioco e forte identità, fu il diktat che ricevettero dalla famiglia Della Valle. Più o meno lo stesso che i nuovi/vecchi ds e tecnico viola hanno ricevuto da Rocco Commisso. Con una piccola differenza: questa volta, negli obiettivi, c’è anche vincere.

Lo ha detto il nuovo patron della Fiorentina. Senza prometterlo, sia chiaro. Perché il ‘Lotteremo per lo scudetto nel 2011’ è ancora ben stampato nei ricordi di molti supporters viola, inserito nella categoria proclami dei DV a cui non hanno poi fatto seguito i fatti. Ma provare a vincere è nelle ambizioni di Commisso, che non ha investito nella Fiorentina tanto per fare, ma per provarci davvero. Un passo alla volta, come ha detto lui stesso, ma il tycoon italo-americano non si è nascosto sulle sue ambizioni. Che poi è ciò che hanno sempre chiesto i tifosi viola, almeno provarci. Tanto che il mercato del gennaio 2016, con la Fiorentina di Sousa in lotta per lo scudetto, fu per molti la vera parola fine alla credibilità della vecchia proprietà. E’ vero, c’era in sella ancora Daniele Pradè, allora. Ma molto si è detto e scritto su come l’operatività del ds fosse stata annacquata da altre figure manageriali presenti allora alla Fiorentina.

E adesso si apre, dunque, un nuovo capitolo. Un vero e proprio nuovo libro. Ancora con Montella in panchina, confermato, e con Daniele Pradè a fare il mercato, richiamato, proprio con nella memoria di molti quel triennio fantastico che portò la Fiorentina a disputare una semifinale di Europa League, una semifinale e una finale di Coppa Italia. Pradè e Montella, dicevamo. Per entrambi quella che è di fatto iniziata con il summit americano di queste ultime ore è una stagione da all-in. L’aeroplanino sa che non può più sbagliare. Dopo le esperienze negative di Sampdoria, Milan e Siviglia, con qualche acuto sì, ma nel complesso non certo sufficienti, deve ricostruire la sua carriera e riportare in alto la sua ‘nomea tecnica’. Così come Daniele Pradé che a Udine e Genova sponda Samp non ha certo ripetuto l’ascesa fatta a Firenze.

Per entrambi, quello di Firenze, è un nuovo inizio, attraverso il quale risalire dopo una discesa coincisa con l’addio dalla Fiorentina. E non possono sbagliare. Senza fretta, e con la giusta pressione, ma con qualche margine di errore in meno rispetto a quando iniziarono la loro avventura nell’estate del 2012. Un all-in, con la nuova proprietà americana, fatto con le carte giuste. Ma starà soprattutto a loro raccogliere il piatto in palio.

62
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Il cliente ha sempre ragione
Ospite
Il cliente ha sempre ragione

Ricordiamo a tutti i leccavalle la data di morte dell’Acf: 31 gennaio 2016. Ringraziate a vita Don Diego, l’Omo Nero e Corvino, che consigliò l’acquisto di Benalouane. Sentite condoglianze.
6 giugno 2019 : la Liberazione!

ALESSANDRO
Ospite
ALESSANDRO

ma indo’ sono..all’ikea?
Forza ragazzi, fateci divertire. Noi si riempie lo stadio e si fa un casino dell’80!!!!
Forza Violaaaa….Forza Rocco …Forza Joe!!!!!

LUK66
Ospite
LUK66

NON PROMETTERE NULLA.CHE NON PUOI RISPETTARE.
E LERRORE PIU GRANDE CHE UNA PROPRIETA PUO FARE.
SALUTI…………………

Gallo Viola
Ospite
Gallo Viola

Stasera Chiesa si è meritato un bel aumento di stipendio (e di bonus per le reti che segnerà in Viola). È arrivato anche il momento di lavorare su Hancko, Vlahovic e Montiel. Poi vediamo di che pasta sono Zurkowski e Terzic. Forse riceveremo una bella sorpresa. Forza Montella, con l’aiuto di Batistuta e Antognoni, vedi di trasmettere serietà e professionalità a questi ragazzi. Per concludere, credo anche che Milenkovic, con tutte queste notizie incoraggianti sulla nostra sorte, giocherà un grande campionato per noi. Pradè ci troverà 3-4 buoni giocatori nelle prossime settimane e ci libererà degli esuberi sconfortanti. È arrivato… Leggi altro »

Rasputin
Ospite
Rasputin

La minestra riscaldata prade ha portato a firenze un certo salah e quindi puo’ campare di rendita oltre ad alonso borja valero pizzarro aquilani joaqin gozalo rodriguez ecc ecc

Barberino
Ospite
Barberino

Come era….. a già, comprala te!

Pongo
Ospite
Pongo

Vedo che i vedovalle hanno già rialzato la testa … siete usciti presto dalle fogne… vediamo quanto ci mettete a tornare giù …

Dario
Ospite
Dario

I 15 milioni non usati per riscattare Muriel,i 15 milioni non usati per concludere l’affare Traore,la conferma di Montella per risparmiare un ingaggio,l’idea di ristrutturare il Franchi sono tutti segnali non belli che arrivano dalla nuova proprietà, i soldi non sono un problema dice Commosso ma ne sta risparmiando molti in questo inizio.

Emiliosud
Tifoso
emiliosud

Quindi?

Outlawvoice
Ospite
Outlawvoice

Mi preoccuperei se fosse uno che i soldi li butta dalla finestra. Non rinnovare Muriel è stato profetico visto il grave infortunio. Traorè diventerà sicuramente un campione, ma per adesso ha fatto la panchina tante volte in una squadra retrocessa. Non mi straccio le vesti per lui. Rifare il comunale di Firenze (poi diventato stadio A. Franchi)? Meglio che stare 11 anni (era la metà di settembre 2008) a fare tira e molla per farsi regalare dal Comune di Firenze un terreno su cui edificare qualcosa di non bene specificato di volumetrie non ben specificate e a parte le chiacchiere,… Leggi altro »

Schweizviola
Ospite
Schweizviola

Dici che dovrebbe buttarli a cazzo solo perche”ne ha tanti???a parte che con il fair play non si puo”spendere senza che entrino ma ricordo che con i dellaballe c era qualche solfino,ma anche qualche inetto che li buttava in operazioni spericolate.quindi prima di sparare sentenze almeno aspettate per vedere.date tempo.

Pio Canti Senefreghetti
Ospite
Pio Canti Senefreghetti

Zitti gli ormai obsoleti leccavalle dovranno stare sempre zitti in qualunque momento e situazione ,se le cose andranno bene subito o se ci vorrà del tempo, ma comunque devono solo tacere perche a differenza dei loro vecchi padroni Commisso l’ha comprata non presa in regalo pur cui lui ha già investito ,ma certamente investirà ancora perché lui vuole fare veramente calcio, a quale livello….. sarà da vedere ,ma non credo che voglia solo galleggiare aspettando di fare affari a solo loro vantaggio come la vecchia proprietà aveva progettato ,ma cercando di vincere se poi ci riuscirà non si sa ma… Leggi altro »

Daniele
Ospite
Daniele

Il non affare concluso di Traorè é grazie ai tuoi amati D.V. mi da che ti sei confuso

ANDREA
Ospite
ANDREA

muriel sè sfasciato un ginocchio. lo vorresti riscattare lo stesso??? se non altro questo 170 ml ce li ha già messi contro i 285 in 12 anni di della valle. bona!!

Andrea arretini
Ospite
Andrea arretini

Si parte molto male… Allenatore bollitooooo sarebbe stato licenziato se non aveva contratto di due anni… Basta con le minestre riscaldate…. Non se ne può più…

Andrea arretini
Ospite
Andrea arretini

Io la smetterei coi proclami….. Portano male…. Muti e lavorare bene, questo è quelli che conta il resto è fuffaaaaaaa. Basta con la fuffa… La fiorentina deve stare avanti a tante squadre che da diversi anni le finiscono d’avanti….

Outlawvoice
Ospite
Outlawvoice

Certo che noi dobbiamo stare davanti a Torino, Atalanta e Sampdoria…
Ma tra Pradè, Montella e Barone, ancora di più la nuova proprietà, Chi ha fatti i proclami?

Articolo precedenteEuropeo U21, Italia-Spagna: tutto esaurito al Dall’Ara
Articolo successivoEx viola: la Juventus offre 150 milioni per Mohamed Salah. Secco no del Liverpool
CONDIVIDI