Montella si prende le colpe ma a Udine vuole ‘furore viola’

    0



    montella matri cagliariMontella si prende tutte le colpe per il flop di Cagliari («Se la squadra ha giocato male la colpa è stata delle mie scelte tattiche») e punta deciso sulla semifinale di stasera — ore 21, in inverno solito orario da geni in omaggio alla tivvù — per avvicinarsi alla conquista del primo obiettivo stagionale. Superare l’Udinese al termine della doppia sfida siginficherebbe infatti guadagnare automaticamente l’accesso alla prossima Europa League senza passare dai preliminari.
    Montella è tornato sulla sconfitta di sabato proiettandosi soprattutto verso il futuro: «Il campionato è equilibrato, lo ha dimostrato anche l’Atalanta battendo nettamente il Napoli. E’ un errore pensare che il duello sia ristretto a noi e il Napoli, dobbiamo guardarci anche alle spalle, comunque la lotta è apertissima».
    Possibile esordio di Diakité al posto di Roncaglia, a centrocampo i ko di Aquilani e Ambrosini lasciano poche alternative. Cuadrado potrebbe partire dalla panchina, in avanti Joaquin e Vargas con Matri. Ancora Montella: “Ci teniamo tantissimo a questa partita, i giocatori sanno che l’appuntamento è importantissimo. Ci sarà un furore agonistico supplementare, con il massimo rispetto per l’Udinese che è una buona squadra”.