Montella: “Soddisfatto dal mercato. Diakité ci serviva”

    0



    Montella TorinoConsueta conferenza stampa della vigilia per Vincenzo Montella, che risponde alle domande dei giornalisti dalla sala stampa ‘Manuela Righini’ dello stadio Artemio Franchi. A seguire la squadra partirà alla volta di Cagliari. Tutte le parole del tecnico gigliato in diretta su Fiorentina.it.
    La Fiorentina subisce le decisioni arbitrali sfavorevoli?
    “Non dobbiamo piangerci addosso o trovare alibi nelle mancate vittorie. Tutte le partite hanno delle difficoltà. Spesso tutte le squadre vogliono fare risultato contro una squadra che è nelle posizioni alte della classifica. Lo sappiamo, siamo cresciuti anche in questo, perché mettiamo sempre in campo la stessa grinta dell’avversario”.
    Il Cagliari?
    “Intanto c’è il pubblico e questo è un vantaggio, anche per loro. E’ una squadra matura, mi piace molto. Nelle ripartenze sono bravi, hanno un sistema di gioco collaudato. Oltre ad essere esperti hanno qualità”.
    Come sta Cuadrado?
    “Non posso dire se gioca oppure no. Se è convocato vuol dire che sta bene… O forse no… Vediamo domani come sta. Non voglio dare vantaggi a Lopez. Un conto è se c’è Cuadrado e un altro conto è se non c’è”.
    Riunione di lunedì con gli arbitri?
    “E’ andata bene, siamo andati lì per ascoltare. Dovremo farle più spesso, perchè ci spiegano anche il regolamento e certe cose non le sappiamo neanche noi”.
    Diakitè?
    “Avevamo l’esigenza di avere un giocatore che potesse completare la rosa. Ha grande fisicità, era una cosa che ci mancava anche sulle palle alte. Siamo soddisfatti. Mercato chiuso? Manca ancora qualche ora…”.
    Soddisfatto dal mercato?
    “Si, sono tutti giocatori che ci faranno comodo nell’immediato ed in prospettiva. Dobbiamo ringraziare la proprietà, anche perché siamo andati un po’ fuori dai nostri parametri. Tutte le squadre si sono rinforzate. Io sono contrario al mercato lungo, perché ci disturba anche oggi che stiamo partendo per Cagliari. In ogni caso dico che questo gruppo ha sofferto poco il mercato di gennaio”.
    Diakitè già cercato in passato?
    “Si, aveva il profilo giusto. Poi lo scorso anno la società decise di non disturbare la Lazio”.
    Dopo il Cagliari arriva l’Udinese in Coppa Italia…
    “Per avere più possibilità di passare il turno con l’Udinese dobbiamo fare una buona partita domani. Vincere aiuta a vincere, arriveremmo al doppio match con più tranquillità e convinzione”.
    Se ho sentito Giuseppe Rossi?
    “Siamo tutti sollevati, lo sono anch’io perché l’ho sentito sereno. Il cammino è lungo, l’augurio è che possa riprendersi prima della fine del campionato per cullare il sogno di andare ai Mondiali e non solo per giocare con la Fiorentina”.
    In che posizione è meglio far giocare Anderson?
    “Può fare un po’ tutto, al momento il ruolo più congeniale è l’interno. E’ difficile fargli vedere i video a casa perché non ha il televisore… In questo momento non può fare il vice Pizarro. E’ un ruolo troppo delicato. In questo momento credo che possa giocare bene mezzora. Non è detto però che non possa giocare di più”.
    Gomez?
    “Le sue sensazioni sono positive. Ho visto che negli ultimi giorni, quando lavora a parte, butta un occhio a cosa fa la squadra. Quindi questa è una bella sensazione che mi fa arrivare lui stesso. Credo sia pronto per tornare in gruppo”.
    Sensazioni prima di Cagliari?
    “Dobbiamo essere consapevoli della difficoltà della gara, toccherà a me farlo capire ai ragazzi. Non dobbiamo pensare alla prossima settimana. Non c’è il rischio di sottovalutare la gara di domani”.
    Lista Uefa?
    “Aspetto che finisca il mercato per decidere. Tra Matri ed Anderson sarà una scelta dolorosa, ma ai regolamenti non ci si può sottrarre ed anche i ragazzi devono capirlo”.
    Rebic?
    “L’esclusione è dettata dal mercato. La società sta pensando di mandarlo a giocare, quindi è giusto che rimanga qui per fare le sue scelte”.
    Borja Valero convocato?
    “Sta bene, anche se non è guarito perfettamente. Non ha muscoli (ride, ndr), quindi faccio fatica a credere che abbia qualche problema muscolare…”.