Montella: “Stiamo diventando ANTIPATICI agli arbitri”

    0



    Vincenzo MontellaVincenzo Montella analizza il pareggio contro il Parma in sala stampa e, per la prima volta, esce allo scoperto per quanto riguarda la classe arbitrale: “Il nostro comportamento deve essere migliorato. E’ anche vero che da parte mia non c’è nessun nervosismo. Io e la società siamo sereni anche riguardo agli arbitraggi, noi non carichiamo i giocatori, anche se sono nervosi. Dobbiamo migliorare, non possono farsi giustizia così anche se ritengono di subire dei torti. Se siamo bravi e pazienti possiamo migliorare, e lo dobbiamo fare, per giocare nel calcio italiano. Ci può stare che i giocatori siano nervosi. Noi faremo un passo indietro, ma l’altra parte deve fare un passo avanti verso di noi, perchè ho l’impressione che stiamo diventando antipatici e questo è un paradosso. I giocatori rimangono anticipatici a chi ci arbitra e non solo, probabilmente anche io e la società risultiamo tali. La partita?Abbiamo fatto un grande primo tempo, con armonia. Si sono divertiti, ma purtroppo non siamo riusciti a segnare. Borja Valero? Lui, ma anche Gonzalo, qualche volta si innervosiscono. Non mi sembra abbia fatto chissà cosa per essere espulso. Il terzo tempo? Pensavo fosse un obbligo, invece non è così. Gli arbitri possono salutare ovunque, me l’hanno spiegato a fine partita. Io ho aspettato Gervasoni a centrocampo, ma lui non è venuto… Forse perché non voleva prendere altri insulti. Il fallo su Gomez? Non ci ho parlato, eravamo tutti troppo nervosi a fine partita. Il nervosismo? Dobbiamo migliorare, altrimenti possiamo andare via tutti dal calcio italiano. Se pensassi che stiamo antipatici perché facciamo troppo bene me ne andrei. Io dico che siamo antipatici perché protestiamo troppo, a detta di chi ci conduce“.