Moviola: da rigore Pezzella su Palacio. Dubbi su Muriel-Lyanco

14



L’arbitro Giacomelli considera simulazione i due interventi in area, ma probabilmente sbaglia in entrambi i casi.

Sostanzialmente bocciato Giacomelli per Fiorentina-Bologna, soprattutto per la gestione dell’arbitro dei due episodi su Muriel e Palacio giudicati entrambi simulazione. Così La Gazzetta: “Due potenziali rigori (uno per parte) in poco più di un minuto, entrambi diventati gialli per simulazione. Al 75’ Lyanco alza la gamba su Muriel: l’attaccante della Fiorentina si lascia andare, ma l’ostacolo del bolognese c’è. Al 76’ ancor più netto l’intervento di Pezzella su Palacio, che non fa nulla oltretutto per accentuare la caduta”.

RIGORE. Secondo Il Corriere dello Sport, è rigore su Palacio e non su Muriel. “Al Bologna manca un rigore su Palacio: entra in area e supera Pezzella, che allarga la gamba sinistra e lo butta giù. Per Giacomelli simulazione: c’è contatto, giallo errato. E’ simulazione, invece, Muriel: s’avvita sul piede destro e si butta in avanti, finendo per colpire la gamba alta di Lyanco, con il rossoblù che non “chiude” l’intervento e si salva. Non c’è invece contatto fra Santander e Lafont (che poi si supera su Orsolini)”.

14
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Purple
Ospite
Purple

La Gazzetta dello Sport è di Cairo, Presidente del Torino, che ci considera un avversario per l’Europa… tutto calcolato. vedi le polemiche su Astori e gli arbitri a favore da quando è morto…neanche i gobbi sono arrivati a tanto

Mercurio
Ospite
Mercurio

Se avessero dato il rigore a Muriel la partita sarebbe stata diversa e non ci sarebbe stata l’azione da rigore di Palacio …

SimoSapo
Ospite
SimoSapo

La sensazione è che fossero entrambi rigori, forse quello su palacio un pochino più netto.

violapuro
Ospite
violapuro

GAZZETTA DELLO SPORT da sempre contro la FIORENTINA . RIGORE PER PARTE !!!!!!

Pacco dono
Ospite
Pacco dono

Il rigore su Palacio era netto. Anche su Muriel c’è contatto ma la sensazione che accentui rimane.

macao
Ospite
macao

E anche ieri Pezzella l’aveva combinata, E’ l’ennesima di una lunga serie

Montuori 48
Ospite
Montuori 48

Eccessiva l’ammonizine a Muriel del resto la gamba c’era !

Steve54
Ospite
Steve54

Adesso facciamo la moviola della moviola ; è niente, gli pseudopinionisti vogliono avere sempre l’ultima parola

martino
Ospite
martino

accanto ad Astori, in difesa tutti sembravano più forti di quanto realmente fossero…

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Poi si dice che i giornali non son gestiti da tifosi e/o gente che vuole indirizzare il comune pensiero…
Titolo sparato della Gazzetta: al Bologna manca un rigore!
Vai a leggere e si vede che in realtà l’arbitro ha mantenuto lo stesso metro di giudizio, non ha dato quello su Muriel e non ha dato quello su Palacio.
Detto questo, per me potevano starci entrambi, visto certi rigori scandalosi che sono dati a giro. Tra l’altro il Bologna veniva da tipo 4 o 5 rigori consecutivi.

Viceversa
Ospite
Viceversa

Forse Pezzella ha bisogno di qualche turno di riposo. Il gol concesso al Frosinone è stato scandaloso. E ieri per grazia ricevuta non ha fatto il bis.

Mario Z
Ospite
Mario Z

Qui tentiamo di trovare lago nel pagliaio – rigore non dato da entrambe le parti – se il primo sarebbe stato dato forse il secondo non c’era ma con il se è il ma non si va da nessuna parte , per vincere bisogna giocar meglio e non sbagliare così tanto – buoni giocatori possono sbagliare una volta ma qui ne sbagliano troppo – che dire Simeone, Gerson, Biraghi e Muriel non se ne salva uno anche Chiesa giocando con questi , chiamiamoli giocatori, si abitua allo standard.!

Numero8
Ospite
Numero8

…”sarebbe stato dato”… bello, non l’avevo mai sentito dire!

Conte Ugolino
Ospite
Conte Ugolino

la ricostruzione del Corriere dello sport (soprattutto su Muriel) è a dir poco fantasiosa…

Articolo precedentePAGELLE A CONFRONTO: Benino la difesa, si salva Chiesa. Male Gerson-Simeone
Articolo successivoPrimavera, passerella al Franchi con Cognigni. Beloko verso la promozione con i ‘grandi’
CONDIVIDI