Muriel, esordio contro Giampaolo e il suo passato. Quagliarella punta il record di Bati

1



Sfida tra i due attaccanti in Fiorentina-Samp: il colombiano alla prima al Franchi da giocatore viola, l’ex Quagliarella segna da 9 gare di fila.

Un palcoscenico per due. Luis Muriel si presenterà oggi al pubblico viola, mentre il suo vecchio compagno blucerchiato di due anni fa, Fabio Quagliarella, a segno da nove gare consecutive con la maglia della Samp, andrà a caccia del record assoluto (undici partite) realizzato nel 1994-95 nientemeno che Batigol. Così scrive La Gazzetta dello Sport.

CURIOSITÀ. Per tutto il campionato lo sguardo dei tifosi viola si è soffermato sul reparto offensivo, spesso incapace di trasformare in gol il volume di gioco della squadra. Da qualche tempo c’è un motivo in più per posare gli occhi sull’attacco, considerando la curiosità che ha destato l’arrivo a Firenze proprio di Luis Muriel. Venticinque gol segnati nel girone d’andata dalla Fiorentina. Pochi e nemmeno troppo ben distribuiti: visto che nove di questi sono arrivati con Chievo e Spal. Motivo che ha spinto la società a correre ai ripari, consegnando subito il colombiano a Pioli. Muriel ha preferito i viola ad altre squadre che lo avevano chiesto al Siviglia, compreso il Milan, per la parola data e per il fatto di poter giocare con continuità. Per questo anche oggi le possibilità che parta dal primo minuto, bissando la gara di Coppa Italia contro il Torino, sono alte.

CONTRO IL PASSATO. I viola non segnano in campionato da 198 minuti (gol di Chiesa contro il Milan) ed al Franchi hanno vinto solo una delle ultime cinque partite giocate (contro l’Empoli). Battere oggi la Samp, avversaria diretta per la corsa all’Europa, sarebbe importantissimo. Per farlo Pioli sta pensando di inserire Muriel davanti insieme a Simeone, con Chiesa a svariare sulla fascia. Stamattina il tecnico scioglierà il dubbio decidendo se puntare davvero su una Fiorentina super offensiva. Dall’inizio o a gara in corso comunque, Muriel giocherà. Contro il proprio passato e per la prima volta al Franchi da giocatore viola.

ELOGIO. Sul nuovo attaccante ieri ha speso parole importanti anche Marco Giampaolo, tecnico della Samp, che lo ha allenato nel 2016 a Genova: «Ho un debole per lui, è un giocatore che ho amato, al quale ho concesso delle deroghe, ma sempre dentro determinati canoni comportamentali. E lui, in questo senso, è stato bravissimo. È andato giustamente via dalla Samp quando era il momento, ma lo ricordiamo tutti con affetto». Oggi, però, sarà un’altra storia. Muriel avversario, e un super Quagliarella a caccia di un nuovo primato.

1
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
geronimo
Ospite
geronimo

A parte il fatto che Bati le segnò 11 iniziali battendo il record dei gol consecutivi iniziali del bolognese Pascutti………………….. fra Bati e quaglia, resta sempre un abisso. Certo…. avenne..di Quaglia è sicuramente una delle migliori punte It in circolazione ma il divario resta grande anche x la STRAGRANDEZZA del “Re Leone” . Speriamo interrompa la sua serie, non tanto per il record ma xchè la Samp non vinca a firenze

Articolo precedenteQuotidiani a confronto: la formazione viola chi l’azzecca?
Articolo successivoLa prima del 2019 al Franchi: una sola vittoria da fine settembre, serve una gioia
CONDIVIDI