Napoli-Fiorentina: resta in canna il salto di qualità dei viola, decisive le sostituzioni

di Angelo Giorgetti - Qs-La Nazione

35



Al San Paolo i viola ci mettono impegno e sacrificio ma alla fine la partita viene soprattutto decisa dai cambi dei due allenatori

Resta in canna l’atteso salto di qualità della Fiorentina, che non demerita ma insieme alla partita perde l’occasione per immagazzinare punti contro un Napoli in fase di carburazione dopo gli ottovolanti sarriani.

Come riporta il Qs-La Nazione, il saldo viola alla fine è negativo per il punteggio, meno per le ventate da squadra vera che a tratti attraversano la partita. Solo a tratti però, e questo per ora è il problema, con una quota di valore inespresso.

Resta in campo per 90 minuti Simeone, innocuo come poche altre volte, dall’altra parte Milik sostituisce Mertens e innesca Insigne con l’assist che vale la partita: le sostituzioni decidono il match che a un certo punto il Napoli forse non sperava più di vincere, è evidente che alla Fiorentina resti qualche rimpianto eppure proprio da qui dovrebbe ripartire per fare il punto su quello che manca.

Da quanto si è visto ieri un centravanti di riserva, per esempio, o comunque una soluzione in grado di aggiungere pericoli quando le prime scelte sono in evidente difficoltà.

35
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Kubik
Ospite
Kubik

Vlahovic!!

Japa
Tifoso
japa

ma mirallas non lo prova mai? comunque per Pioli questo e’ l’anno della verità , o si da una svegliata o si leva dai tre passi

jack_ryan
Ospite
jack_ryan

La realtà è che finora abbiamo raccolto pure più del prevedibile. Non dovremmo farci troppe illusioni e prendere ogni nota positiva con entusiasmo e ogni sconfitta con filosofia.
Del resto questo è il programma aziendale e scommettere su autofinanziamento e giovani non concede troppe illusioni. Probabilmente abbiamo però l’allenatore giusto per la prima cosa e sbagliato per la seconda.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Fin quando ci si ostinerà a pensare che occorra un centravanti di riserva e non un centravanti a CUI – per il momento – Simeone faccia da RISERVA, chissà per quanto tempo ancora staremo a parlare di queste cose.

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Pecos Simeone qualche mese fa’ al Napoli ne ha fatti 3 in una partita,anche ieri per un tempo si e’ battuto con coraggio e vigore prendendo scarpate e manate dall”impunito africano( che come difensore sa’ il fattaccio suo) e’ giovane il ragazzo ma ha testa da atleta e voglia di diventare il centravanti dell’Argentina con cui ha esordito andando gia’ in gol.Nel secondo tempo di Napoli era semplicemente e comprensibilmente stanco e quindi andava sostituito. Se poi i problemi viola sono nel centravanti ti consiglio di dare un’occhiata alla nostra fascia sinistra, oppure osservare la linea mediana in fase d’impostazione… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Simeone è, al momento, solo uno dei problemi della Viola. Un altro problema, come dicevo ieri sulla pagina delle pagelle, è quello di non avere in organico un centrocampista dotato di fantasia e imprevedibilta’ che possa fare giocate “illuminanti”. Poi c’è il problema che dici tu; quello della fascia sinistra dove Biraghi ed Eysseric non sono certo il massimo a cui si possa aspirare. Aspettiamo Pjaca (che predilige giocare a sinistra) per vedere cosa potrà darci di più di quello che abbiamo al momento. Apparentemente (ma solo apparentemente) sembrerebbe che il reparto che dia meno preoccupazioni sia la difesa. Dico… Leggi altro »

Il lenzolaio
Ospite
Il lenzolaio

Ma chi segna nella viola? Quali alternative abbiamo? Che gioco esprime Pioli? Tutte cose note ma che molti fanno finta di non vedere enfatizzando il nulla e la mediocrità. Criticare e contestare a febbraio è inutile…..

enrico
Ospite
enrico

Pioli brav’uomo. Non dico altro. Vorrei capire perché Insigne, grande bidone che si è riposato in nazionale mentre Chiesa veniva massacrato, perché fa gol soltanto a noi. Lo odio.

Rincoglionito dai DV
Ospite
Rincoglionito dai DV

Forse perché i nostri esterni di difesa fan cagare ?

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

La squadra vera ‘a tratti’ non è certo una novità: bene o male la discontinuità – durante la stagione e anche all’interno dei singoli match – caratterizza la Viola dai tempi di Sousa. E’ questione di tenuta mentale, di approccio. E’ lì che proprio non si riesce a crescere. I cambi contano poco e niente, alla fine è la testa che ti fa vincere o perdere. Chi vince è quello che crede di più nella vittoria, e che ci crede fino in fondo. A noi questa ‘fede’ manca da molto tempo. Anche ieri, per l’ennesima volta, i nostri erano timorosi,… Leggi altro »

Cippo
Ospite
Cippo

Pioli è senz’altro il principale colpevole della sconfitta, non ha un mininmo di coraggio e d’iniziativa e frena la squadra con questo catenaccio assurdo che prevede di arretrare e tenere indietro bloccati tutti gli uomini più forti e portati ad attaccare come Chiesa e Veretout, Pjaca non lo mette proprio e inventa questa cazzata della stanchezza perché non ha la minima idea di come gestirlo., poi levare Gerson, che non mi piace e anche ieri ha giocato maluccio, e mettere Dabo che al di là di qualche pedata e una gran confusione, non fa è stata proprio la ciliegina sulla… Leggi altro »

Japa
Tifoso
japa

esattamente!!!!

Albe47
Ospite
Albe47

Anche quest,`anno preparazione sbagliata…….non si corre un tubo…….e Pioli ha troppa paura…..se si deve arrivare a mezza classifica le partite come quella del Napoli vanno giocate a rischiare di piu…….cosi ae le perdi almeno hai fatto bella figura e non come ieri che hai fatto pena.

Bender
Ospite
Bender

Se non corri un tubo dopo 15 giorni di sosta e una partita da recuperare, già a gennaio bombole d’ossigeno.

singleton
Ospite
singleton

Vista la partita confermo quanto scritto prima del match : me la sarei giocata con Edmilson dietro Veretout e Gerson al posto esseric. .squadra più coperta e quindi Chiesa più avanti.

simoparbo
Ospite
simoparbo

già ad inizio settimana avevo postato un 442 proprio in questo modo con chiesa a muoversi alle spalle e fianco di simeone, che però a ben vedere non doveva essere messo in campo perchè si vedeva che ancora aveva il fuso orario da smaltire e quindi al suo posto mirallas come prima punta

Articolo precedenteFiorentina, il programma di oggi: allenamento defaticante al centro sportivo
Articolo successivoSimeone lascia un segno negativo, per il gol scatta il campanello di allarme
CONDIVIDI