Nations League: ufficiale, Portogallo senza Cristiano Ronaldo contro l’Italia

2



Per l’Italia ci sarà di fronte un Portogallo senza Cristiano Ronaldo nella gara di Nations League

Non ci sara’ Cristiano Ronaldo nel Portogallo che il 10 settembre affrontera’ l’Italia a Lisbona, nella prima partita dei lusitani nella Nations League. Il ct Fernando Santos ha annunciato una lista di 24 convocati per l’amichevole con la Croazia e la sfida con gli Azzurri nella quale non figura l’attaccante della Juve. “Ho parlato con lui – ha spiegato – e abbiamo concluso che in considerazione del processo di adattamento a Torino e alla nuova squadra non sia con noi in questa ‘finestra’ di nazionale”. Questi i convocati portoghesi:

Portieri: Beto (Goztepe), Cláudio Ramos (Tondela) e Rui Patrício (Wolverhampton)

Difensori: Cédric Soares (Southampton), João Cancelo (Juventus), Luis Neto (Zenit), Mário Rui (Nápoles), Pedro Mendes (Montpellier), Pepe (Besiktas), Raphael Guerreiro (Dortmund), e Rúben Dias (Benfica)

Centrocampisti  Bruno Fernandes (Sporting), Gedson Fernandes (Benfica), Pizzi (Benfica), Renato Sanches (Bayern), Rúben Neves (Wolverhampton), Sérgio Oliveira (FC Porto) e William Carvalho (Bétis)

Attaccanti:  André Silva (Sevilha), Bernardo Silva (Manchester City), Bruma (Leipzig), Gelson Martins (Atlético Madrid), Gonçalo Guedes (Valência) e Rony Lopes (Mónaco)

 

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
violadasempre
Ospite
violadasempre

“PROCESSO DI ADATTAMENTO” ????
Icchè vole dire, che ni sta venendo LA GOBBA pure a lui???

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

” In considerazione del processo di adattamento a Torino e alla nuova squadra non sia con noi in questa ‘finestra’ di nazionale” AH AH AH BUHA AH AH AH non stanno benissimo, mamma mia tristezza miliardario di M PROCESSO DI ADATTAMENTO FORZA VIOLA SEMPRE

Articolo precedenteCorte Sportiva d’Appello: respinto il ricorso dell’Udinese, confermata la squalifica di Mandragora
Articolo successivoAllegri: “Non sarà facile vincere lo scudetto. Molte più forti, altre difficili da battere, come i viola”
CONDIVIDI